#EXPOUP, non perdiamo l'opportunità di svoltare | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Grandi eventi

#EXPOUP, non perdiamo l’opportunità di svoltare

29 Apr 2015

Sul EconomyUp dal 1 maggio trovate un nuovo canale dedicato a ExpoMilano2015: EXPOUP. Non è solo l’inevitabile attenzione all’appuntamento dell’anno. Racconteremo l’innovazione dentro, fuori e attorno all’Esposizione. Partendo dal food per arrivare alla sostenibilità non solo ambientale.

Siamo un Paese di tifosi e quindi è normale arrivare all’inaugurazione di ExpoMilano2015 divisi in sue squadre: gli expottimisti e gli  expocatastrofisti. Quelli che…sarà tutta una meraviglia e quelli che…non può non essere che un disastro. A partire dal 1 maggio saranno smentiti entrambi, perché l’Esposizione Universale sarà una meraviglia con molti problemi ma anche infinite opportunità. Per raccontarle EconomyUp lancia un temporary channel dove per tutta la durata della manifestazione troverà spazio quel che accade dentro, fuori e attorno a Expo, alla maniera nostra, cercando quindi le nuove imprese, le innovazioni, le storie di chi cerca e trova il modo per cambiare idee, processi, prodotti. 

Expo è per prima cosa una grande vetrina e per questo attira chiunque abbia voglia di mettersi in mostra, dagli expottimisti appunto ai blackblocks. L’inaugurazione coincide con il 1 maggio, la prima festa del lavoro dopo il JobsAct, e mai coincidenza fu più simbolica. L’Italia è fuori dalla recessione, dicono ormai le più autorevoli fonti internazionali da settimane. Nel 2016 il Pil dovrebbe tornare a crescere sopra l’1%. L’Esposizione Universale certamente può avere e deve avere un ruolo in questa svolta. Con un obiettivo: agganciare la ripresa per sostenere l’innovazione e creare nuova occupazione. Altrimenti sarà soltanto un gioco di indici e di grafici che non si scaricherà sul sistema economico e nella vita reale del Paese. 

Quindi, benvenuta Expo2015. Approfittiamone tutti, guardando un po’ più avanti, oltre gli inevitabili guai che nei prossimi mesi salteranno fuori per la gioia dei catastrofisti. 

Redazione

Articoli correlati