Crazy4Digital, mkt digitale leva strategica per le aziende | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

CONFERENZA INTERNAZIONALE

Crazy4Digital, mkt digitale leva strategica per le aziende

04 Ott 2013

L’associazione no profit ha portato a Milano esperti internazionali da università e aziende: tutti convinti che le attività digitali hanno un impatto crescente sul business. Il ricavato della conferenza a sostegno di Il Seme onlus per l’acquisto di iPad per bimbi autistici

Il Digital Marketing e la comunicazione digitale hanno un impatto sostanziale sul business. È quanto è emerso da “Business impact from Digital Marketing“, prima conferenza internazionale dell’associazione no profit Crazy4digital, che ha portato sul palco di Unione Confcommercio a Milano relatori internazionali dal mondo accademico, multinazionali e aziende di vari settori. Un momento di formazione e networking legato, tra l’altro, a un obiettivo solidale: sostenere il progetto Dare voce al silenzio della cooperativa Il Seme Onlus e acquistare iPad per migliorare la vita di bambini autistici, aiutandoli a comunicare.

Ha aperto la giornata Bob Rupczynski, vice president Media di Crm Kraft Foods da Chicago che ha evidenziato come, indipendentemente dal prodotto, l’innovazione sia una leva strategica all’interno del marketing digitale, in grado di muovere significativamente il business: il ritorno per Kraf Food dalle attività digitali è del + 130%.

Oscar Di Montigny, direttore Marketing e Comunicazione di Banca Mediolanum, ha riflettuto sulla forza delle idee che con il digital, a suo dire, possono correre velocemente, e sulla forza che ognuno di noi in questo momento deve avere per fare, non per aspettare che le cose accadano.

A seguire Robin Teigland, Associate Professor presso la Stockholm School of Economics, che ha parlato di crowdfunding. Sempre dal mondo accademico il professore George Kuk dalla Nottingham Business School ha introdotto il tema delle open Api come strategia per la social media e mobile industry.

La parola è passata poi alle aziende: Ivana Nenna Brand, Product e Content Digital Marketing di Pirelli Tyre ha spiegato la misurazione dei risultati nel digital, Alessandro Monti, direttore operativo di Feltrinelli Editore ha evidenziato come il ritorno economico non sia garantito in caso di poche risorse e investimenti, Josè Rallo, Ceo di Donnafugata, ha portato il vino “elemento sociale per definizione” a diventare protagonista sui social media attraverso lo storytelling della cultura aziendale. È venuto poi il turno di Giovanni Locatelli, Product e Solution manager di Samsung Italia, che ha evidenziato come nel digital l’innovazione impatta sull’interazione con l’utente e infine Gianni Armetta, presidente e fondatore di Streamit TV, insieme a Red Ronnie di RoxyBar TV, hanno spiegato come “mettere Internet dentro la Tv” attraverso contenuti verticali.

Una giornata intensa segnata non solo grazie al confronto con realtà diverse ma anche alla solidarietà: tutto il ricavato è andato a sostegno del progetto solidale 2012/13 Dare voce al silenzio per l’acquisto di iPad per ragazzi autistici della cooperativa il Seme Onlus. I giovani hanno portato la loro esperienza su come il digital possa davvero migliorare la vita di persone in difficoltà.

A conclusione della conferenza è stato presentato il nuovo progetto solidale di Crazy4 digital per l’anno 2013/14: “Math Melodies”, un’applicazione per tablet di supporto ai bambini con disabilità visive nell’apprendimento della matematica, ideata da Sergio Mascetti, Cristian Bernareggi e Andrea Gerino, ricercatori di EveryWare Technologies, spin-off dell’Università degli Studi di Milano.

L.M.

Luciana Maci
Giornalista

Ho partecipato al primo esperimento di giornalismo collaborativo online in Italia (Misna). Sono dal 2013 in Digital360 Group, prima in CorCom, poi in EconomyUp. Scrivo di innovazione ed economia digitale

Articoli correlati