Contro il traffico i danesi scelgono la tecnologia italiana | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

MOBILITÀ SOSTENIBILE

Contro il traffico i danesi scelgono la tecnologia italiana

20 Mar 2014

Altri argomenti

Copenhagen si affida a Thetis, società veneziana, per un progetto pilota destinato a migliorare la circolazione e ridurre l’inquinamento: mettendo in rete i dati relativi a mezzi di trasporto e parcheggi il cittadino sarà costantemente informato tramite device e totem e potrà scegliere l’opzione più comoda

Gli italiani aiutano i danesi  nella lotta al traffico. Per avviare un nuovo progetto di mobilità sostenibile la municipalità di Copenhagen ha scelto Thetis, società di ingegneria con sede nell’Arsenale di Venezia che sviluppa progetti e applicazioni tecnologiche per l’ambiente e il territorio, l’ingegneria civile e l’energia.

Ora, dalla Serenissima, l’azienda punta verso nord e partecipa a un progetto pilota per migliorare la gestione del trasporto pubblico e l’informazione ai passeggeri. Come ha spiegato uno dei suoi manager al sito Tom’s Hardware, il progetto si basa sulla simulazione dell’integrazione di vari sistemi in tempo reale:  sistema multimodale di informazione al pubblico considerando tutti i mezzi di trasporto (auto, treni, bus, metro, biciclette); sistema  per la gestione del trasporto pubblico; sistema di parcheggio integrato con le informazioni ai passeggeri; sistema di monitoraggio del traffico e dell’inquinamento ambientale.

In pratica si punta a dare informazioni rapide ed efficaci ai cittadini che vogliono pianificare uno spostamento da un capo all’altro della città e dell’area metropolitana. Per far questo è necessario che tutti i dati relativi ai mezzi di trasporto e parcheggi siano disponibili in rete. Così, usando smartphone, telefoni cellulari e totem urbani, il cittadino potrà interrogare il sistema e chiedere di andare dal punto A al punto B con l’opzione più comoda e veloce La risposta è immediata e tiene ovviamente conto della geolocalizzazione.

Obiettivo finale è sviluppare soluzioni che consentano di ridurre l’inquinamento e il traffico. Il completamento del progetto pilota è previsto entro aprile 2014.

Fra gli elementi qualificanti della proposta, oltre alle competenze tecnologiche di Thetis, c’è la composizione del team degli esperti, che prevede anche la partecipazione di importanti partners internazionali, come le società francesi Ixxi e Systra e la multinazionale Parkeon.

Del resto Copenhagen è da tempo fortemente impegnata per la riduzione di emissioni inquinanti. Ha appena ricevuto il prestigioso titolo di Capitale Europea Green 2014 e ha deciso di diventare una città a emissioni zero entro il 2025. Inoltre, ha ricevuto un prestigioso premio dall’organizzazione internazionale Ertico (Intelligent Transport Systems and Services for Europe) per le soluzioni di mobilità sostenibile per ciclisti e pedoni.

Thetis sbarca in Danimarca dopo aver maturato già diverse esperienze internazionali nel campo della mobilità sostenibile in Cina, India, Georgia, Malta e più recentemente in Inghilterra a Liverpool e Newcastle. (L:M.)

Altri argomenti

Luciana Maci
Giornalista

Ho partecipato al primo esperimento di giornalismo collaborativo online in Italia (Misna). Sono dal 2013 in Digital360 Group, prima in CorCom, poi in EconomyUp. Scrivo di innovazione ed economia digitale

Articoli correlati