Startup e innovazione a GardaLo!, il primo festival del Garda lombardo

EVENTI

Ci sono anche startup e innovazione a GardaLo!, il festival del Garda lombardo



Dal 24 al 26 giugno prima edizione di GardaLo! al Vittoriale degli Italiani. Una delle quattro sezioni è dedicata alle startup e all’innovazione aperta con tre talk che vedranno la partecipazione di imprenditori e innovation manager

10 Giu 2022


Panoramica del Vittoriale

C’è anche l’innovazione a GardaLo!, il primo Festival culturale che coinvolge la sponda lombarda del Lago di Garda, un’area che – a fronte di un’importanza presenza turistica per qualità e quantità – mancava ancora di un appuntamento che ne arricchisse l’offerta culturale. L’appuntamento è al Vittoriale di Gardone Riviera, tra i musei più visitati d’Italia, dal 24 al 26 giugno con quattro percorsi tematici per oltre 20 incontri tra conferenze, spettacoli, dialoghi per discutere a tutto tondo della contemporaneità, con laboratori dedicati ai bambini

GardaLo! nasce su iniziativa del Vittoriale degli Italiani che, dopo i festeggiamenti dell’anno del centenario che ne hanno battezzato la ripresa, prosegue così nella sua missione di promozione della cultura e del pensiero. Il Presidente del Vittoriale Giordano Bruno Guerri ha ideato e voluto tre giorni aperti a tutti, per un’edizione pilota tra percorsi e attività pensati per i più piccoli che affiancheranno incontri sui grandi temi del presente – dalla storia all’innovazione e alle start up, passando per la scuola e i giovani come investimento per il futuro – e che accoglieranno il pubblico di visitatori negli spazi del Parco del Vittoriale. A concludere le giornate di sabato e domenica, due spettacoli all’Anfiteatro del Vittoriale.

Questa del 2022 è un’edizione pilota di GardaLo!, che guarda al futuro e alla costruzione di un Festival sempre più ricco centrale nell’offerta culturale del Garda: “Ormai gardesano, da molto sento la mancanza, nello splendore del Garda, di un festival che porti bellezza, intelligenza, divertimento, scoperte alla marea di turisti che vengono a trovarci”, spiega Giordano Bruno Guerri.  “Adesso è il momento, perché i periodi di crisi sono anche punti di partenza per una rinascita. GardaLo!, già in questa edizione pilota che si svolgerà interamente al Vittoriale degli Italiani, toccherà proprio i punti fondamentali per la rinascita: la formazione di bambini e giovani, anzitutto, poi la scuola, il rapporto città-abitanti, la storia, l’economia nelle sue forme più dinamiche, le startup; infine, spettacoli clamorosi per intelligenza e bellezza. Si chiama GardaLo! perché, nelle intenzioni, l’anno prossimo affiancherà Bergamo Brescia 2023 Capitale Italiana della Cultura con dieci giorni di eventi in tutte le città della sponda lombarda del Garda, compresa Brescia e oltre. Ma nel progetto finale diventerà GardaGa!, e coinvolgerà le tre sponde e le tre regioni di questa meraviglia senza confini, né fisici né mentali”.

Quattro le sezioni in programma:

Sezione Innovazione: a cura di Giovanni Iozzia, prevede una serie di incontri per un dialogo serrato tra imprenditori affermati e giovani startupper, per scoprire insieme quali opportunità possono nascere da uno sguardo trasversale, aperto su prospettive nuove. Come si diventa imprenditori innovativi? Come è possibile farlo a 20 anni o poco più? Quali motivazioni spingono ad affrontare un’impresa non semplice in Italia? Quali caratteristiche bisogna avere? A GardaLo! sono i protagonisti a rispondere, nell’incontro dal titolo “La storia saremo noi”, che porrà a confronto Danila De Stefano (Founder UnoBravo), Maurizio Campia (CEO Pharmecure) e Marcello Pelucchi (Holidoit). Saranno protagonisti anche Marco de Rossi, fondatore di WeSchool, che con il suo team darà una dimostrazione pratica di come sia possibile andare oltre la Dad: un salto nella scuola del futuro. Il terzo incontro, Davide e Golia alleati: l’innovazione è un gioco per grandi e piccini, è dedicato all’innovazione aperta nelle grandi aziende con la presenza di Fabio Tentori (Enel), Doris Messina (Banca Sella) e Patrick Oungre (A2A), che racconteranno perché ai Golia convenga allearsi con Davide. E come accade che, anche all’interno di una grande azienda, possa nascere una start up.

Sezione Letteratura: curati da Luigi Mascheroni, gli appuntamenti in programma porranno a confronto i punti di vista di numerosi studiosi, filosofi, giornalisti, chiamati a dialogare su temi d’attualità, urgenti quanto sfaccettati. La scuola sarà la prima protagonista di questi incontri: sul nostro sistema di istruzione si interrogheranno Ernesto Galli Della Loggia, Domenico De Masi e Luca Doninelli, consci che lo stato di salute di un Paese veramente democratico si misura proprio dalla scuola, motore di sviluppo della società e insieme garanzia di un futuro migliore per le nuove generazioni. A seguire la Storia, oggi quanto mai terreno di dibattito pubblico, che determina gli orientamenti morali, politici e civili di un popolo: sulla necessità di affrontare la conoscenza del passato senza manipolazioni né acritiche apologie discuteranno Franco Cardini, Michela Marzano e Vittorio Emanuele Parsi. Infine, uno sguardo più stringente su un presente in cui la pandemia, lo smart working e le nuove forme di socialità a distanza costringono a ripensare il rapporto fra la città e i suoi abitanti, tra spazi pubblici e privati: Elena Granata, Camillo Langone, Gianni Biondillo e Italo Rota rifletteranno su come progettare e abitare le città del domani.

Sezione Giovani: ideato da Paola Veneto, un calendario di laboratori dedicati ai più piccoli, con attività che puntano a risvegliarne la curiosità con stimoli dai più diversi ambiti, dalla mindfulness – cui verranno dedicati dei laboratori a cura di Carmen Colibazzi – alla musica, all’arte. Cuore. La cacciata dal Paradiso Terrestre sarà dunque un dialogo per i genitori con Nicola Gelo, mentre a Stefania Gianfrancesco è affidata la cura dei laboratori Nomi, cose, realtà: i linguaggi dell’Arte. Infine, un incontro con lo psichiatra e scrittore Paolo Crepet e una conversazione con Marco Crepaldi di Hikikomori Italia. Accanto a queste, per la prima volta il Vittoriale degli Italiani realizzerà delle speciali visite della Prioria pensate per i più piccoli, per introdurli alla scoperta della figura eclettica di Gabriele d’Annunzio negli stessi spazi da lui abitati, massima espressione della sua arte e della sua vita.

Sezione Spettacolo: organizzate da Viola Costa, due serate esclusive all’Anfiteatro del Vittoriale che offriranno un tributo alle arti del teatro, con lo spettacolo Trascendi e sali Alessandro Bergonzoni, e della musica internazionale, con l’esclusivo concerto di Beck (unica data italiana, già tutta esaurita), che passerà idealmente il testimone di GardaLo! al Festival Tener-a-mente. Nella mattinata di domenica, il programma di GardaLo! si arricchisce di un evento in collaborazione con il Comune di Cremona: un’esibizione al violino Stradivari Golden Bell di Lena Yokoyama.