Biotech Italia, primo investimento di Sofinnova su una startup anti-diabete di BiovelocITA | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

VENTURE CAPITAL

Biotech Italia, primo investimento di Sofinnova su una startup anti-diabete di BiovelocITA

25 Lug 2018

La società francese di venture capital guida un round di 4 milioni, con un fondo USA e con BiovelocITA, a favore di uno spin-off accelerato dalla stessa BiovelocITA, l’acceleratore biotech fondato da Silvano Spinelli. È la coda lunga della dotazione ricevuta da Fondo Italiano Investimenti, solo in parte investita in Italia.

Sofinnova Partners, una delle principali società europee di venture capital specializzata nel settore delle scienze della vita, ha guidato il finanziamento seed da 4 milioni di euro di Enthera, startup innovativa italiana dedicata allo sviluppo di nuovi approcci terapeutici per il diabete di tipo 1 e le malattie gastrointestinali. Creata nel 2016, Enthera è il primo spin-off che emerge dal programma di accelerazione di BiovelocITA S.r.l, il primo acceleratore biotech italiano. Hanno partecipato al finanziamento JDRF T1Fund, il fondo di venture capital di JDRF, fondazione statunitense dedicata alla promozione della ricerca sul diabete di tipo 1, insieme a BiovelocITA e ai suoi azionisti.

CHE COS’È SOFINNOVA PARTNERS

Sofinnova Partners è una delle principali società di venture capital europee, specializzata in Scienze della Vita. Con sede a Parigi, la società riunisce un team di professionisti provenienti da tutta Europa, Stati Uniti e Cina. Sofinnova è stata al centro di una lunga polemica, con interventi politici, per il  caso ITATech, la  piattaforma di investimento nata grazie a Cassa depositi  e prestiti  (Cdp)  e Fondo Europeo per gli investimenti (FEI) del Gruppo BEI. A Sofinnova è stato deciso di assegnare 40 milioni di ITAtech, ai quali si sono aggiunti 10 milioni  del Fondo Europeo degli Investimenti. La scelta era arrivata dopo altri due finanziamenti del Fondo Italiano Investimenti su Sofinnova, accusata di aver usato capitali italiani per investire in Francia. In diverse occasioni il Fondo si è difeso sostenendo che in Italia mancano le opportunità di investimento in ambito biotech e proprio per questo ha creato, con Silvano Spinelli, un acceleratore dedicato alle startup biotech, BiovelocITA, su cui ha investito 6 milioni. I soldi investiti adesso su Enthera dovrebbero essere ancora una parte della dotazione di FII ricevuta da Sofinnova tra il 2016 e il 2017.

Itatech, perché Cdp e Fei investono 200 milioni nelle startup hi-tech

BIOTECH ITALIA, CHE COSA FA ENTHERA

Enthera  ha un approccio terapeutico innovativo basato sulla medicina rigenerativa, che si fonda sul lavoro del professor Paolo Fiorina, co-fondatore e Chief Scientific Officer. Fiorina ha iniziato a sviluppare questo approccio quando lavorava presso l’Ospedale San Raffaele: all’epoca scoprì che uno specifico ormone prodotto dal fegato ricopre un ruolo chiave nelle fasi iniziali dell’enteropatia diabetica, un disordine intestinale che colpisce circa l’80% dei malati di diabete mellito.  Attualmente è professore associato di endocrinologia all’Università Statale di Milano e assistente ricercatore presso il Boston Children’s Hospital della Harvard Medical School. La tecnologia di Enthera può anche essere sviluppata per trovare ulteriori applicazioni terapeutiche. La startup userà i fondi per stabilire la proof of concept pre-clinica del prodotto di punta ‘ENT-001’ e per continuare a sviluppare il suo metodo terapeutico.

CHE COS’È BIOVELOCITA

BiovelocITA, fondata da Silvano Spinelli, Gabriella Camboni e Sofinnova Partners è il primo acceleratore italiano specializzato nel biotech e supporta la creazione e lo sviluppo di società biotech innovative in Italia. BiovelocITA ha co-fondato Enthera, in collaborazione con gli ideatori, il professor Paolo Fiorina e la dottoressa Francesca D’Addio, all’inizio del 2016. “Grazie all’expertise industriale di BiovelocITA, negli ultimi due anni Enthera è passata da un’iniziativa puramente accademica ad un progetto industriale teso a sviluppare farmaci innovativi che potrebbero cambiare la vita di milioni di pazienti affetti da diabete e malattie intestinali” ha commentato il Professor Paolo Fiorina. “Dopo due anni di accelerazione, Enthera entra a pieno titolo nella fase di sviluppo di nuovi farmaci. Siamo orgogliosi che la qualità del lavoro sviluppato con il Professor Fiorina venga confermata non solo dall’investimento di Sofinnova Partners, la cui comprovata esperienza in creazione d’impresa, ci aiuterà a portare il nostro prodotto di punta ‘ENT-001’ alla proof of concept, ma anche dalla partecipazione di JDRF T1D, che attesta il valore della ricerca scientifica di Enthera” ha detto Silvano Spinelli, cofondatore di BiovelocITA e Presidente di Enthera.

PER SOFINNOVA IL PRIMO INVESTIMENTO IN UNA STARTUP DI BIOVELOCITA

“Enthera è il primo investimento di Sofinnova Partners in un’azienda che proviene dal programma di accelerazione di BiovelocITA. Siamo veramente orgogliosi di fornire supporto a Enthera, non soltanto perché svolge una ricerca dal potenziale terapeutico rivoluzionario, ma anche perché il grado di sviluppo raggiunto dalla società a partire dalla sua fondazione conferma la validità della nostra strategia, volte a supportare il mercato italiano del biotech attraverso il lancio di un acceleratore dedicato” ha dichiarato Graziano Seghezzi, Managing Partner di Sofinnova Partners.

Articoli correlati