Big Data, solo pochi leader finanziari ne sfruttano i vantaggi | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Il report

Big Data, solo pochi leader finanziari ne sfruttano i vantaggi

13 Mar 2014

La maggior parte dei CFO non usa le potenzialità delle tecnologie esistenti e il 66% di loro basa ancora il proprio lavoro su fogli di calcolo e intuizione. Molti riconoscono il valore che i Big Data possono portare, ma solo il 24% pensa che la propria squadra sia all’altezza del compito. È quanto emerge dall’ultimo CFO Study di IBM. Ecco il report in versione integrale

Pigrizia o incapacità? L’ultimo CFO Study di IBM, basato su più di 500 interviste, pone i leader finanziari a metà strada.
La maggior parte dei CFO non sfrutta tutta la potenza delle tecnologie esistenti, e il 66% basa ancora il suo lavoro su fogli di calcolo e intuizione. Nonostante questa sia la realtà, l’82% riconosce il valore che i Big Data possono portare al proprio lavoro, ma solo il 24% pensa che la propria “squadra” sia all’altezza del compito.

Ecco alcuni risultati:

– L’utilizzo dei Big Data differenzia il CFO di maggior successo: il 44% dei CFO con migliori performance combina dati interni ed esterni per monitorare, fare previsioni sulla supply-chain, sui dati finanziari, sulla pianificazione e sulla conduzione di analisi di settore. Questi stessi CFO utilizzano gli insight disponibili per promuovere una crescita redditizia, avere più tempo da dedicare alla creazione di un’infrastruttura sui Big Data, per gestire acquisizioni e cessioni e sviluppare nuovi modelli di business.

– Il CFO è ancora “seduto accanto” al proprio CEO. E’ da notare che i CxO di oggi dichiarano di lavorare più a stretto contatto con il proprio CFO rispetto a qualsiasi altro collega. E anche i CEO confidano di più sul CFO rispetto al resto del Consiglio di Amministrazione soprattutto in fase di formulazione della strategia aziendale, rafforzandone così lo status.

– I top CFO interagiscono con i clienti e comprendono il digitale: essi hanno anche una migliore comprensione del dominio digitale che ormai ricopre quasi la metà della strategia aziendale. Inoltre, la maggioranza (70%) comprende e collabora con i clienti in modo più esteso rispetto agli altri CFO.

Ecco il report in versione integrale
 

Concetta Desando
Giornalista

Due menzioni speciali al premio di giornalismo M.G. Cutuli, vincitrice del Premio Giuseppe Sciacca 2009, collaboro con testate nazionali. Per EconomyUp mi occupo di startup, innovazione digitale, social network

Articoli correlati