Arriva Makerland, il concept store dell'artigianato 2.0 | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Innovazione

Arriva Makerland, il concept store dell’artigianato 2.0

29 Lug 2015

Nasce a Monza un punto vendita dedicato alla realtà del maker, dove si possono acquistare kit, schede elettroniche, stampanti 3D e prodotti di aziende con alto contenuto “do it yourself”. Lo spazio è anche un luogo di consulenza e di formazione. Il progetto è nato dalla collaborazione di Auchan e GCI con Talent Garden, Sharazad, Opendot e Gummy Industries

Arriva Makerland, il primo retail store dedicato al mondo del nuovo artigianato e alle sue tecnologie. Il progetto, presentato presso il centro commerciale Auchan di Monza, è nato dalla collaborazione di Auchan e Gallerie Commerciali Italia (GCI) con Talent Garden, Sharazad, Opendot e Gummy Industries. L’obiettivo è di creare un nuovo punto d’incontro per i maker e per i curiosi che vogliono avvicinarsi al mondo dell’innovazione e dell’artigianato 2.0.

Makerland è uno spazio dove scoprire la realtà del making e utilizzare le sue nuove tecnologie, oltre a poter acquistare kit, schede elettroniche, stampanti 3D, oggetti da personalizzare e prodotti di aziende con alto contenuto DIY (“do it yourself”), tutti strumenti che abilitano all’invenzione e alla creazione.

È anche un luogo d’incontro e confronto: lo spazio offre servizi di consulenza per le lavorazioni con le stampanti 3D e i macchinari lasercut. Da Makerland, inoltre, saranno organizzati eventi dedicati al grande pubblico per diffondere la cultura maker sia tra gli adulti che tra i bambini.

Progettato dallo studio dotdotdot, lo spazio è flessibile, versatile e modulare per adattarsi alle diverse esigenze di vendita, consulenza, incontro. Il progetto nasce dal bisogno di far conoscere le potenzialità delle nuove tecnologie, come la stampa 3D e il laser, e di come queste stiano cambiando il mondo del design e dell’artigianato, settori in cui l’Italia è sempre stata all’avanguardia.

In occasione dell’inaugurazione, esponenti delle istituzioni e delle attività produttive attente all’innovazione hanno analizzato come artigiani tradizionali e artigiani 2.0 possano collaborare per reinventare il mondo del commercio grazie alla tecnologia. A conclusione del dibattito, Edoardo Favro amministratore delegato di GCI e Davide Dattoli ceo di Talent Garden hanno inaugurato ufficialmente lo store consegnando al sindaco di Monza Roberto Scanagatti le simboliche chiavi del negozio stampate in 3D.

«Abbiamo sviluppato questo nuovo progetto per rispondere al bisogno emergente di far atterrare il mondo 2.0, con tutte le sue potenzialità e opportunità, in un luogo fisico accessibile a diverse tipologie di persone, esperti e neofiti. È un’opportunità per i nostri centri commerciali, soprattutto a Monza, per rafforzare il servizio ai clienti anche attraverso l’innovazione e, nel contempo, per valorizzare il territorio circostante particolarmente sensibile all’artigianato 2.0», ha dichiarato Edoardo Favro amministratore delegato di GCI.

«Makerland nasce dalla voglia di creare un punto di aggregazione per i maker, ma anche per i curiosi che vogliono scoprire le potenzialità della stampa 3D e dell’artigianato digitale. È uno dei primi passi fatti da TAG in linea con il percorso di supporto del digital Made in Italy, iniziato in partnership con Digital Magics e Tamburi Investment Partners e che continua a coinvolgere player importanti come Auchan. Makerland sarà il luogo di riferimento per la diffusione della cultura tecnologica nell’ambito dell’artigianato», ha dichiarato Davide Dattoli, amministratore delegato e cofondatore di Talent Garden.

Articoli correlati