Polizze online, Prudential acquista la startup insurtech Assurance IQ per 2,35 miliardi di dollari | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

OPEN INNOVATION

Polizze online, Prudential acquista la startup insurtech Assurance IQ per 2,35 miliardi di dollari



La più grande compagnia per assicurazioni sulla vita USA mette sul piatto 2,35 miliardi di dollari per Assurance, piattaforma di vendita di polizze assicurative online con sede a Washington. Obiettivo: puntare su clienti digitali e sulla classe media

10 Set 2019


Prudential Financial, società di assicurazione e servizi finanziari inserita nella Fortune 500, ha annunciato di aver siglato un accordo per l’acquisizione della startup Assurance IQ, piattaforma di vendita di polizze assicurative online: l’intesa prevede un corrispettivo anticipato di 2,35 miliardi di dollari oltre a un premio aggiuntivo di 1,15 miliardi (in liquidità e azioni) subordinato al raggiungimento degli obiettivi di crescita pluriennali stabiliti per Assurance.

Che cosa fa Assurance, la startup insurtech acquisita da Prudential per 2,35 miliardi di dollari

Basata a Bellevue, Washington, Assurance fornisce una piattaforma che, utilizzando una combinazione di algoritmi, software e competenza umana, abbina gli acquirenti a soluzioni personalizzate relative a diversi tipi di offerte assicurative (vita, salute, auto). Anche l’acquisto è offerto, in base alle caratteristiche e alle esigenze del singolo cliente, interamente online oppure con l’intervento di un consulente, con un miglioramento del coinvolgimento e un maggiore tasso di conversione.

Perché Prudential punta sull’insurtech Assurance IQ

Prudential è considerata la più grande compagnia per assicurazioni sulla vita negli Stati Uniti e, con questa operazione di open innovation: ha un obiettivo ben chiaro: attirare il pubblico digitale e ritagliarsi una fetta di clienti ritenuti difficili da avvicinare, cioè la classe media

Assurance IQ, sottolinea una nota di Prudential Financial, “eliminando le inefficienze dei modelli convenzionali riduce grazie al servizio tecnologico on-demand i costi di acquisizione dei clienti, consentendo una più profonda penetrazione nel mercato mantenendo al tempo stesso un alto livello di servizio e selezione dei prodotti. Il suo modello in rapida crescita offre avvincenti vantaggi economici con bassi costi fissi e bassi requisiti di capitale che producono margini elevati e un alto grado di scalabilità”.

E secondo Charles Lowrey, Presidente e CEO di Prudential, “Assurance accelera la strategia e il potenziale di crescita delle attività finanziarie di Prudential, avvicinandoci a un maggior numero di persone nell’intero spettro socio-economico per rispondere meglio alle loro esigenze. Non vediamo l’ora di lavorare con il team di Assurance per far crescere il business negli Stati Uniti e, nel tempo, estendere il suo approccio unico ai clienti di tutto il mondo“.

Da parte sua Michael Rowell, co-fondatore e CEO di Assurance che manterrà il proprio ruolo anche dopo l’acquisizione, ha spiegato che “Assurance è stata fondata per proteggere e migliorare la salute personale e finanziaria di ogni individuo. La visione condivisa di Prudential, unita alla forza della sua offerta e capacità, la rendono il partner ideale con cui iniziare il nostro prossimo capitolo. Siamo entusiasti di creare un ecosistema che raggiunga più persone e nuovi mercati con una suite di prodotti più ampia che guidi la crescita comune”.