Tripitaly: per fare business il turismo ha bisogno del digitale | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Innovazione

Tripitaly: per fare business il turismo ha bisogno del digitale

20 Mag 2014

È la nuova piattaforma lanciata da Confturismo, Digital Magics e Uvet per favorire il turismo straniero in Italia. “La tecnologia rappresenta lo sviluppo del settore turistico e una fonte di ricavi per le imprese” dice Luca Patanè, presidente di Uvet e di Confturismo

Luca Patanè, presidente di Confturismo e Presidente di Uvet
Investo in startup per essere competitivo”. Luca Patanè, presidente di Confturismo e Presidente di Uvet, polo distributivo del turismo con un giro d’affari di oltre due miliardi di euro, così spiegava a EconomyUp la decisione di mettere un bel chip (mezzo milione di euro) in Digital Magics, l’incubatore di startup innovative fondato da Enrico Gasperini, e poi di investire prima in Plannify, startup che ha creato un motore dedicato agli eventi.

Obiettivo: lanciare un programma di open innovation sui viaggi online e investire in start up che operano nell’ambito dell’online tourism e travel. Con un occhio di riguardo alle idee fresche e alle tecnologie digitali.Uvet, azienda con 60 anni di ha fatto quello che dovrebbero fare molte più aziende italiane: scommettere sull’innovazione disseminata nell’ecosistema startup per cogliere nuove opportunità di business” aveva detto a EconomyUp il numero uno di Confturismo.

A tre mesi di distanza Patanè torna sulla scena per mettere insieme turismo e innovazione, siglando con Digital Magics un accordo per sviluppare il progetto Tripitaly.it, il primo portale “open” per l’incoming del turismo straniero in Italia.

La piattaforma innovativa raggrupperà in un solo hub le informazioni, i servizi e le diverse offerte commerciali per fornire ai turisti che arrivano dall’estero un punto di riferimento unico che consenta in modo semplice e veloce di pianificare e acquistare il proprio pacchetto vacanza personalizzato e su misura. Al sito internet sarà affiancata anche un’applicazione mobile che accompagnerà i turisti stranieri durante il loro soggiorno in Italia.

Tripitaly.it rappresenta per tutte le piccole medie imprese associate a Confturismo (alberghi, pubblichi esercizi, agenzie di viaggio, tour operator, servizi di incentive, campeggi, villaggi e residenze turistico-alberghiere, bed & breakfast, ostelli, stabilimenti balneari e discoteche, porti turistici) una nuova opportunità di sviluppare e sostenere il proprio business grazie al digitale: una piattaforma tecnologica efficace ed efficiente per promuoversi, e per migliorare le relazioni con i propri clienti e il loro grado di soddisfazione.

La piattaforma di Tripitaly.it, inoltre, suggerirà al turista, giorno per giorno e tappa per tappa, le attività culturali e le attrazioni locali che meritano di

essere visitate: per ogni città proporrà automaticamente altri paesi o luoghi vicini da vedere indicandone la distanza, gli itinerari e le escursioni, i migliori ristoranti, i musei da visitare, potendoli prenotare, le specialità enogastronomiche, gli eventi locali, dando la possibilità di acquistare anche biglietti aerei, dei treni o degli autobus – con servizi aggiuntivi come noleggio dell’auto con conducente o della bicicletta per i più sportivi – per fornire un’esperienza unica di vacanza.

Ancora una volta, dunque, è la tecnologia la protagonista della scelta di Patanè. “Credo molto nel supporto della tecnologia per favorire lo sviluppo e l’innovazione nel nostro settore che, più di tutti, può proprio grazie a internet cogliere nuove opportunità di business e di un’offerta di servizi ad alto valore aggiunto alla propria clientela – spiega il presidente di Confturismo e Uvet -. I consumatori hanno dimostrato di apprezzare moltissimo internet anche per la possibilità di organizzare i propri viaggi autonomamente. Il digitale non rappresenta una minaccia per il nostro comparto, bensì un’interessantissima potenziale fonte di nuovi ricavi per tutte le imprese di Confcommercio. Il vantaggio di Tripitaly.it è proprio quello di integrare in un unico punto d’accesso tutta l’offerta turistica italiana, valorizzandola in questo modo sotto ogni aspetto. Tripitaly.it sarà totalmente operativa e funzionante in concomitanza con Expo 2015, che ritengo possa essere la migliore occasione di crescita per Confturismo e i suoi associati”.

E, proprio a proposito di Expo 2015, Enrico Gasperini, fondatore e presidente di Digital Magics, spiega quale possibilità possa rappresentare una piattaforma come Tripitaly: “Siamo convinti che, parlando di digitale, ancora non si sia fatto abbastanza nel settore dell’offerta turistica italiana all’estero. È una questione anche di competitività del nostro Paese rispetto al resto d’Europa, come la Spagna o la Francia che sono molto più avanti quando si parla di internet e di commercio elettronico. La piattaforma di Tripitaly.it si svilupperà tenendo conto del progetto tecnologico denominato E015 nato per dare un forte impulso in termini di innovazione e di apertura a tutti i soggetti interessati a Expo 2015, e che rappresenta un’opportunità irripetibile per tutte le piccole e medie imprese del comparto turistico italiano”.

Concetta Desando
Giornalista

Due menzioni speciali al premio di giornalismo M.G. Cutuli, vincitrice del Premio Giuseppe Sciacca 2009, collaboro con testate nazionali. Per EconomyUp mi occupo di startup, innovazione digitale, social network

  • Alla Dolce Vita

    Come in tanti altri settori, fiumi di parole e pochi fatti.
    Dopo che, chi doveva controllare e vigilare nel mercato turistico, NON lo ha fatto, permettendo a EXPEDIA-Tripadvisor di violentare il il settore, vediamo se qualcuno di questi segnori saprà mettere a frutto il nostro oro nero…

Articoli correlati