Open innovation: 8 startup che innovano il legno-arredo all'iniziativa di UniCredit Start Lab in Veneto | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

INNOVAZIONE TERRITORIALE

Open innovation: 8 startup che innovano il legno-arredo all’iniziativa di UniCredit Start Lab in Veneto



UniCredit e Assindustria Venetocentro hanno organizzato a Mogliano Veneto un Open Innovation Day per presentare realtà innovative nell’ambito di UniCredit Start Lab, programma di accelerazione la cui call scadrà il 16 aprile. Stessa scadenza per Launch Pad, un altro programma per l’innovazione locale. Si parte dal Nord Est

26 Mar 2019


Innovare un settore tradizionale come quello del legno-arredo si può grazie alle startup innovative, che sono in grado di portare nuove idee e soluzioni tecnologiche all’avanguardia alle imprese attraverso un processo di open innovation. Lo ha dimostrato l’Open Innovation Day organizzato il 21 marzo a Mogliano Veneto, in provincia di Treviso, da UniCredit e Assindustria Venetocentro. La banca e l’associazione degli industriali hanno messo in collegamento e fatto dialogare tra loro le aziende del settore con le realtà selezionate nell’ambito di UniCredit Start Lab, programma di accelerazione dell’istituto bancario. È tuttora in corso la call per candidarsi al programma che scadrà il prossimo 16 aprile . Durante l’Open Innovation Day le startup hanno potuto presentare i propri progetti alle imprese della filiera locale del legno-arredo, arredo inox e lavorazioni meccaniche. Progetti tra i più vari: dai nuovi processi di lavorazione dei materiali agli occhiali a realtà aumentata, dalle piastrelle con i sensori all’Internet of Things per la sicurezza dei lavoratori. Obiettivo: far breccia nel mondo delle aziende per portarvi, appunto, il vento dell’open innovation.

Open innovation: quando le imprese cercano innovazione all’esterno

L’open innovation, termine coniato nel 2003 dall’economista e autore californiano Henry Chesbrough, è un approccio strategico e culturale in base al quale le aziende, per creare più valore e riuscire a competere sul mercato, scelgono di ricorrere non più e non soltanto a idee e risorse interne, ma anche a idee, soluzioni, strumenti e competenze tecnologiche che arrivano dall’esterno, in particolare da startup, università, istituti di ricerca, fornitori, inventori, programmatori e consulenti.

Perché il settore del legno-arredo ha bisogno di open innovation

Da una parte il legno-arredo, un comparto che nell’immaginario collettivo è fortemente legato alla tradizione, dall’altro le startup che utilizzano tecnologie di vario tipo per offrire soluzioni e prodotti innovativi: sembrerebbero due mondi molto distanti tra loro. Invece gli imprenditori del settore stanno cominciando a credere nella necessità di implementare gli investimenti in innovazione. Lo dimostrano i 40 milioni di euro di investimenti annui in R&S (lo 0,8% del fatturato complessivo della filiera) effettuati dal 37% delle imprese (Dati 2017 – Fonte: Centro studi FederlegnoArredo). D’altra parte l’ecosistema delle startup italiane è in espansione: sono circa 10 mila le imprese innovative registrate in tutta Italia (di cui 870 nel solo Veneto) impegnate nella ricerca di nuove soluzioni, di processo e di prodotto, che permettano di sfruttare appieno le potenzialità delle nuove tecnologie.

Perché UniCredit promuove l’open innovation

“L’innovazione non rappresenta più per le imprese nostrane un’opzione ma un fattore imprescindibile per mantenere alti livelli di competitività sui mercati globali” ha dichiarato Renzo Chervatin, Responsabile Sviluppo Territori Nord Est di UniCredit. “Con iniziative come quella organizzata oggi con Assindustria Venetocentro vogliamo far incontrare i primari promotori di innovazione, gli startupper, con le aziende del vivace tessuto imprenditoriale del Nord-Est”.

“Open Innovation è un modello win win, particolarmente adeguato al sistema imprenditoriale italiano composto da imprese medio-piccole per le quali sviluppare innovazione al proprio interno può essere complesso per ragioni dimensionali, di investimenti e competenze professionali richieste” ha affermato Enrico Del Sole, Vicepresidente di Assindustria Venetocentro, delegato a Ricerca, Innovazione, Università. “È un passaggio necessario – ha proseguito – per la nostra competitività e occorre pertanto favorire la positiva ‘contaminazione’ tra industria e startup come avviene in questo incontro promosso con UniCredit”.

Open Innovation Day: una giornata di dibattiti e pitch

Il programma della giornata ha visto, dopo i saluti introduttivi di Paolo Gelosi (Area Manager Corporate Padova Nord UniCredit) e di Enrico Del Sole (Vice Presidente Assindustria Venetocentro – Imprenditori Padova Treviso), una tavola rotonda dal titolo “Opportunità e sfide dell’Open Innovation”. Vi hanno preso parte Mauro Mantovan (Direttore Generale HiRef SpA), Daniele Bonato (ICT Manager Gruppo Piazzetta SpA) ed Emiliano Fabris (Direttore Generale Galileo Visionary District).

Al termine le otto startup selezionate da UniCredit Start Lab si sono presentate alle oltre 40 aziende del settore presenti.

Che cosa fanno le 8 startup presentate all’Open Innovation Day

Dagli occhiali a realtà aumentata per aiutare chi lavora a nuove soluzioni nei processi chimici, dai processi innovativi per la lavorazione dei materiali alla piattaforma per garantire più sicurezza agli operatori, dalla tecnologia per proporre al cliente una comunicazione immersiva alle piastrelle dotate di sensori fino ai software per gestire meglio l’energia: sono le idee presentate dalle startup scelte da UniCredit all’Open Innovation Day a Mogliano Veneto. Vediamole una per una.

GLASSUP – Produce F4, un occhiale a realtà aumentata che offre un ausilio agli operatori in ambito professionale ed industriale durante il processo produttivo. F4 è una maschera di protezione che permette di fruire di contenuti (video, immagini, manuali di istruzioni, etc.) a supporto dei processi in ambito lavorativo.

SYMERA – Symera fornisce soluzioni innovative nella chimica applicata ai processi industriali, con un focus su stampa inkjet e rivestimenti funzionali. Symera è il partner per l’innovazione basata sulle tecnologie chimiche e sui materiali avanzati, ed offre soluzioni integrate innovative e sostenibili ai propri clienti, con lo scopo di incrementarne il vantaggio competitivo

WOOD-SKIN – Con il proprio processo produttivo, Wood-skin trasforma lastre di materiali rigidi in materiali compositi “programmabili”, ovvero già predisposti ad assumere una determinata forma, grazie alle fresature che rendono i pannelli in grado di piegarsi lungo le “cerniere digitali”, esattamente come un origami. Dalla forma piana i materiali evolvono in quella tridimensionale e, una volta messo in atto, il processo è sempre reversibile

SMART TRACK – Ha sviluppato una piattaforma IoT “connected worker” per la safety dei lavoratori, basata su dispositivi indossabili ed algoritmi innovativi, in grado di verificare il corretto utilizzo dei dispositivi di protezione individuale di un operatore, rilevarne la caduta accidentale a terra e di gestire, in automatico, i piani di evacuazione aziendale”

DRAWLIGHT – Sviluppa installazioni e prodotti tecnologici audio/video immersivi e sensoriali per esposizioni permanenti ed eventi temporanei da dieci anni. Nato dalla sinergia tra know-how differenti nell’ambito dei media immersivi, delle nuove tecnologie, del design e della progettazione architettonica, si propone di innovare il modo di comunicare di aziende di tutti i settori con particolare attenzione per l’ambito museale, del retail, del wellness e della ristorazione e con un particolare focus sul tema del wellbeing. Draw Light è un collettivo di artisti che mira a stimolare nelle persone una maggiore consapevolezza del sé attraverso arte, tecnologia, creatività e scienza

CROSSING – Produce su scala industriale un’innovativa classe di composti o Attivatori di “Cross-Linking” (ACL) che permette di ottenere materiali con prestazioni innovative, da utilizzare per un’ampia gamma di settori industriali: cuoio atossico, imballaggi, conservanti, vernici antivegetative, tessuti innovativi, materiali per edilizia sanificanti senza effetti allergici, coloranti, ed altri prodotti chimici di nuova generazione

GRAFFITI FOR SMART CITY – Produce mosaici e piastrelle in bioresina, un prodotto concepito per cambiare l’approccio decorativo delle superfici in un design moderno per la decorazione di interni ed esterni che può essere reso “smart” per la presenza di un Hotspot Wi-Fi e di sensori intelligenti in grado di interagire con i devices degli utenti in prossimità.

THE ENERGY AUDIT – Realizza piattaforme software e servizi per l’Energy Data Science. I software sono in grado di organizzare i dati raccolti in modelli predittivi capaci di prevedere quale sarà il comportamento energetico di una città, di un ospedale o di un asset industriale

Che cos’è UniCredit Start Lab

UniCredit Start Lab è il programma di accelerazione di startup e pmi innovative di UniCredit giunto quest’anno alla sua sesta edizione. C’è tempo fino al 16 aprile 2019 per iscriversi alla call. I destinatari della chiamata sono realtà ad alto contenuto tecnologico e innovativo attive nei settori del Life Science (biotecnologie e farmaceutica, medical device, digital health care e tecnologie assistive), del Clean Tech (efficienza energetica, le energie rinnovabili, la mobilità sostenibile e il trattamento dei rifiuti), del Digital (sistemi cloud, hardware, app mobile, internet of things, servizi e piattaforme B2B e fintech) e dell’Innovative Made in Italy (agrifood, moda, design,  nanotecnologie, robotica, meccanica e turismo).

Il percorso comprenderà la ricerca di controparti commerciali e strategiche grazie a business meeting con società del network UniCredit e soggetti istituzionali, attività di mentoring, training manageriale, servizi bancari ad hoc e assegnazione di premi in denaro. L’accesso al Programma UniCredit Start Lab 2019 avviene a giudizio insindacabile di UniCredit e di un panel di imprenditori e investitori, come stabilito dal regolamento (link a regolamento).

Nel 2018 UniCredit Start lab ha raccolto la candidatura di oltre 630 startup, di cui il 17% provenienti dal Nord Est.

QUI È POSSIBILE ISCRIVERSI ALLA CALL DI UNICREDIT START LAB e rimanere aggiornati sulle tappe del roadshow che sono in corso in diverse città italiane.

Roadshow

Prossime tappe:

26 marzo, Bologna

Nel corso dell’evento – che si terrà presso la sede UniCredit, Sala Carracci, Via Zamboni 20 –  si parlerà di innovazione e di come partecipare al programma di accelerazione di UniCredit Start Lab. Sarà inoltre possibile assistere all’approfondimento “Tips utili: come far crescere una startup” di Danilo Mazzara, Principal Director Accenture Strategy, e alla testimonianza di Wenda, startup finalista di una precedente edizione di UniCredit Start Lab. Per partecipare all’evento è necessario registrarsi cliccando qui

1 aprile, Pisa

L’UniCredit Start Lab Roadshow si terrà a Pisa presso la sede di Talent Garden, Via Umberto Forti, 6. Nel corso dell’evento si parlerà di innovazione e di come partecipare al programma di accelerazione di UniCredit Start Lab. Sarà inoltre possibile assistere alla testimonianza di Agricolus, startup finalista dell’edizione 2017. La partecipazione è aperta al pubblico.

UNICREDIT START LAB LAUNCH PAD: UN’INIZIATIVA PER IL NORD EST

A UniCredit Start Lab 2019 si affianca un altro programma “Launch Pad 2019”, nato con l’obiettivo di supportare gli operatori dell’innovazione territoriale e sostenere la crescita a livello locale di nuove realtà innovative già avviate ad alto potenziale. L’iniziativa partirà come pilota con l’edizione 2019 per le startup e pmi innovative dell’area Nord Est (che include Friuli Venezia Giulia – Trentino Alto Adige – Veneto).

CHE COSA PROPONE LAUNCH PAD 2019

L’edizione 2019 del Programma Launch Pad 2019 prevede:

  1. La possibilità di partecipare alla Startup Academy annuale di UniCredit, il programma di training manageriale rivolto alle migliori startup e pmi innovative. La Startup Academy verrà realizzata entro 12 mesi dalla comunicazione di ammissione al Programma Launch Pad 2019. Esperti di UniCredit, insieme a professionisti esterni e a testimonial, proporranno approfondimenti specifici per potenziare le competenze economico-manageriali di startup e pmi innovative. Tra i partner della Startup Academy: Accenture Strategy, PwC, Egon Zehnder, Legance e altri.
  2. La facilitazione nella ricerca di controparti attraverso giornate dedicate di Open Innovation locale.
  3. La possibilità di entrare in contatto con potenziali investitori locali (business angels, venture capital, fondi early stage etc.) appositamente selezionati da UniCredit.
  4. L’utilizzo degli spazi del Business Center UniCredit di Padova come Working Area.
  5. L’assegnazione di un Relationship Manager locale di UniCredit per seguire le imprese nelle esigenze bancarie e offrire supporto su prodotti/servizi di UniCredit.

 CHI PUÒ PARTECIPARE A LAUNCH PAD 2019

La partecipazione al Programma Launch Pad 2019 è gratuita. L’invio della candidatura esclude la partecipazione al Programma di Accelerazione “UniCredit Start Lab 2019”. La partecipazione è consentita ai soggetti che rispondono ai seguenti requisiti: a) essere già costituiti in una delle Regioni dell’area Nord Est in forma di startup o pmi innovativa b) essere segnalati da un “Partner” c) avere un fatturato relativo all’anno 2017 superiore a euro 250.000 e/o equity raccolto fino al 30 settembre 2018 da business angels/fondi di Venture Capital/aziende superiore a euro 250.000.

CHI SONO I PARTNER

I Partner accreditati sono:

1.Industrio Ventures
2. Innovation Factory – AREA Science Park, TS
3.NOI Techpark Südtirol / Alto Adige, BZ
4. Polo Tecnologico di Pordenone
5.t2i-trasferimento tecnologico e innovazione  http://www.t2i.it
6.Trentino Sviluppo, Rovereto (TN)
7. Università degli Studi di Padova – Trasferimento Tecnologico
8. Università degli Studi di Verona

COME ISCRIVERSI A LAUNCH PAD 2019: SCADENZA 16 APRILE

Ogni Partner locale accreditato avrà la facoltà di segnalare fino a un massimo di 3 startup o pmi innovative del suo network mandandone comunicazione scritta entro le ore 19 del 16 aprile 2019. La commissione esaminatrice locale composta da almeno tre membri, di cui uno espressione di UniCredit, valuterà le imprese sulla base dell’innovatività del progetto imprenditoriale, sulla qualità del team e sulle potenzialità di business del mercato di riferimento. Per ciascun Partner locale verrà individuata una startup/pmi innovativa che accederà al programma.

QUI IL REGOLAMENTO COMPLETO DI LAUNCH PAD 2019 (sezione B, pagina 8)