Mr Branson finanzia gli startupper inglesi | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Mr Branson finanzia gli startupper inglesi

06 Dic 2013

Nasce Virgin StartUp: concederà prestiti ad aspiranti imprenditori di 18-30 anni. Previste attività di formazione e mentoring. L’imprenditore: “A 16 anni fondai la prima azienda con 300 sterline di mia madre, anche oggi ai ragazzi serve un aiuto iniziale”. Qualche italiano seguirà il suo esempio?

Nell’impero Virgin nasce uno spazio dedicato alle start up. Richard Branson, fondatore del Virgin Group, magnate e investitore, ha lanciato un’organizzazione no profit, Virgin StartUp, per aiutare i giovani imprenditori inglesi tra i 18 e i 30 anni, garantendo loro fondi, risorse e consigli per trasformare in realtà la loro idea di business.

“Ho avviato la mia prima iniziativa imprenditoriale a 16 anni con una manciata di monete raccolte davanti a scuola – ha detto durante il lancio del progetto il businessman nato a Londra e fondatore di circa 400 aziende in tutto il mondo – ma sono state le 300 sterline che mi dette mia madre a consentire il decollo del nostro Student magazine e a mettere la prima pietra dell’avventura della Virgin 40 anni fa. Oggi – ha proseguito – i giovani hanno bisogno di questo stesso aiuto e Virgin StartUp glielo darà. Contiamo di contribuire al lancio di migliaia di nuove aziende in Uk nei prossimi anni”.

I prestiti che verranno concessi da Virgin StartUp possono essere richiesti da aspiranti imprenditori cittadini del Regno Unito o con residenza legale nel Paese, intenzionati ad avviare o perfezionare un’impresa che non abbia ancora superato il primo anno di età.

La creatura di Branson aiuterà gli aspiranti startupper a sviluppare un business plan e a apprendere le modalità per la richiesta di finanziamenti. Business advisors affiancheranno i giovani nell’elaborazione di piani di marketing e proiezioni finanziarie.

Quelli che si aggiudicheranno i prestiti, potranno continuare a contare su Virgin StartUp anche per avere supporto nel training, per accedere a workshop, master classes, peer-to-peer networking e one-to-one mentoring.

L’organizzazione ha infatti sviluppato una piattaforma di mentoring per mettere in collegamento i neo-imprenditori con i mentor, sia nel breve che nel lungo periodo.

di Luciana Maci

Articoli correlati