La nostra prima volta al CES di Las Vegas: uno startupper racconta | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

IL DIARIO

La nostra prima volta al CES di Las Vegas: uno startupper racconta

di Gianluca Maruzzella

16 Gen 2018

“Il vero cambiamento al CES lo si trova nelle startup” scrive il co-founder di Indigo AI, società che sviluppa chatbot. “L’ecosistema tecnologico sta cambiando e lo sta facendo molto in fretta. I big player come Google e Amazon stupiscono, ma nelle aziende più piccole c’è il prototipo del futuro”

Indigo AI è una delle startup italiane che hanno partecipato al CES di Las Vegas. Ha sviluppato una piattaforma di intelligenza artificiale che utilizza chatbot e machine learning per automatizzare la comunicazione con gli utenti. Gianluca Maruzzella, cofondatore di Indigo AI, ha scritto per EconomyUp questo resoconto della sua esperienza a Las Vegas. 

Abbiamo dato un’occhiata al futuro ed è incredibile. Anche se questa è stata la nostra prima volta al CES di Las Vegas, è stato subito chiaro che l’ecosistema tecnologico sta cambiando, e lo sta facendo molto in fretta. Anche se i padiglioni dei Big Player come Google e Amazon attirano e stupiscono migliaia di persone, l’effetto WOAH (il claim usato dal tutte quelle aziende minori) lo si trova anche nei vicoli stretti e nascosti dei padiglioni.

Gianluca Maruzzella, founder di Indigo AI

Il progresso tecnologico è un processo organico, e anche se tutti aspettano il prossimo Google Home o il nuovo Amazon Echo, il vero cambiamento, il prototipo del futuro, lo si trova nelle startup e in tutte quelle aziende minori che popolano il CES. L’esempio lampante di questo cambiamento organico l’abbiamo visto con Google: l’azienda di Mountain View ha investito tantissimo nel portare il suo assistente, Google Home, nelle case di tutti. Per farlo, ha iniziato una collaborazione con vari (tanti) partner produttori di elettrodomestici, IoT e Smart home. Google sta scommettendo tutto sul futuro delle interfacce conversazionali e si è resa conto che non può riuscirci da sola (è solo seconda rispetto ad Amazon con il suo Echo), per questo ha bisogno del supporto di migliaia di altre aziende.

Ogni gennaio, a Las Vegas, si gettano le basi e i trend tecnologici che verranno seguiti per il resto dell’anno: Intelligenza artificiale, IoT, VR/AR e Biotech. Alcuni potrebbero chiamarle buzzword, ma solo perché non sono stati al CES. Le tech industries hanno imparato la lezione degli ultimi anni e quest’anno al CES hanno portato innovazione vera. Tecnologia che risolve problemi reali, tecnologia studiata e progettata per l’uomo.

Gianluca Maruzzella

Cofondatore Indigo AI

Articoli correlati