CES 2018, le immagini delle startup italiane alla fiera hi-tech di Las Vegas | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

IL DIARIO

CES 2018, le immagini delle startup italiane alla fiera hi-tech di Las Vegas

12 Gen 2018

Ecco, giorno per giorno, il racconto fotografico della partecipazione italiana al più grande appuntamento mondiale dedicato alla tecnologia. Gli italiani presenti non sono molti ma la delegazione di nuove imprese promossa da Italia Startup è particolarmente agguerrita e attiva

L’innovazione made in Italy è in bella mostra nella vetrina mondiale della tecnologia. È un drappello di 44 startup italiane quello che sta presenziando alla cinquantunesima edizione del Ces di Las Vegasla fiera dell’hi-tech che, iniziata il 9 gennaio, si chiude venerdì 12.

Startup, quali sono e che cosa fanno le 45 italiane che partecipano al CES 2018

Il numero degli italiani presenti non è altissimo, specialmente se messo a confronto con le delegazioni di altri Paesi europei. Ma il gruppo è agguerrito e pronto a portare alla ribalta internazionale i frutti del Made in Italy declinato in chiave tecnologica e innovativa.

CES 2018, ecco che cosa portano le startup italiane a Las Vegas

Grazie al contributo di Gloria Martignoni di Italia Startup, ecco una cronaca per immagini da Las Vegas, giorno per giorno, con focus ovviamente sulla presenza italiana.

IL PRIMO GIORNO

IL PADIGLIONE ITALIA

Il Padiglione Italia è composto da uno stand “Made in Italy the art of Technology”, uno Stand Regione Sardegna e uno Stand ITA.

Lo stand “Made in Italy the art of Technology” è promosso da AREA Science Park/Innovation Factory, APSTI, e-Novia, Industrio, Italia Startup, Unicredit Start Lab, Teorema-TILT e World Trade Center di Trieste.

L’area incontri dello stand italiano che permette alle startup italiane di ospitare mini-meeting con potenziali investitori, business angels o futuri partner, e il banner con i loghi delle startup presenti.

All’interno dello stand italiano “Made in Italy the art of Technology” vi sono gli stand delle singole startup.

Lo stand di Emoj e quello di Bluebrake, quest’ultima accelerata da e-Novia.

Sono numerose le startup italiane che puntano a farsi notare tra la folla di innovatori, come si può vedere anche dai social.

Qui altre immagini dello stand della Sardegna e dello stand ITA.

E qui le foto dei padiglioni di Israele, Francia e UK.

IL SECONDO GIORNO

A Las Vegas finalmente ha smesso di piovere e la manifestazione è entrata nel vivo. L’ingresso di Eureka Park e tutti i corridoi dell’intera area espositiva sono invasi dai visitatori.

Nello stand italiano si respira un’atmosfera ancora più effervescente rispetto al primo giorno ed è gradualmente cresciuta la curiosità nei confronti delle startup italiane: alle 10 del mattino gli stand erano già colmi di persone, e i discorsi e le presentazioni si sono fatte serrate. Anche le ultime startup, bloccate in vari aeroporti degli Stati Uniti, hanno preso posto ai loro boots e finalmente il Padiglione Italia è risultato al completo.

Alla reception hanno continuato ad affacciarsi diversi giornalisti, convinti di poter  trovare contenuti di valore da comunicare ai propri lettori.

Nel pomeriggio il padiglione Italia ha accolto anche la visita della delegazione italiana, composta da imprenditori di aziende consolidate, guidata dal professor Marco Astuti (Università LIUC Castellanza), che sono in visita al CES per poi proseguire alla volta di Seattle.

La giornata delle startup italiane è poi culminata con l’investor night promossa dal comitato organizzatore e realizzata da Landmark Venture presso il Venetian. a location, familiare per la delegazione, ha ospitato investitori e giornalisti che hanno avuto l’occasione di fare networking di valore.

 

IL TERZO GIORNO

Per le startup italiane la terza giornata del CES si è aperta con l’invito a partecipare a “Join us for the Breakfast at CES”, un’occasione di scambio di idee e di networking organizzata da World Trade Center.

La giornata al padiglione Italia è stata poi caratterizzata dalla visita pomeridiana del Presidente di ITA Michele Scannavini e del Direttore Generale Piergiorgio Borgogelli in rappresentanza delle istituzione italiane

Accantonando solo momentaneamente il nostro focus sulla missione italiana condividiamo alcune foto del padiglione Tech East, LVCC, il più importante dell’intera manifestazione che vede protagonisti i colossi dell’innovazione mondiale.

  • 111 Share

Articoli correlati