Italia Startup, in un anno triplicati gli associati | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Ecosistema

Italia Startup, in un anno triplicati gli associati

01 Giu 2016

L’associazione no profit tocca quota 1638 soci con 11 nuovi iscritti. Deliveroo e SoundReef fanno il loro ingresso come startup consolidate. Sei gli incubatori di Nord e Centro Italia in ambito digitale, food e manifatturiero. Entra anche l’investitore Italeaf e due aziende: Agos e LineTech

Marco Bicocchi Pichi
Il Consiglio Direttivo di Italia Startup, riunitosi venerdì a Milano, annuncia l’ingresso di 11 nuovi associati nel suo ecosistema: si tratta di due startup consolidate, sei incubatori, un investitore e due aziende. I Consiglieri hanno anche l’approvato l’adesione di moltissime persone fisiche e di tante startup “seed” – cioè giovani imprese innovative che non hanno raggiunto 1 milione di € di fatturato e/o che hanno ottenuto un investimento in equity sotto la stessa soglia, le quali, secondo le regole associative, fanno parte dell’Associazione a titolo gratuito – per un totale complessivo di 1638 soci, contro i 681 di giugno 2015. 

Deliveroo e SoundReef sono le due realtà che entrano come startup consolidate.

Sei gli acceleratori che hanno fatto il loro ingresso in Associazione: Future Food Accelerator di Bologna, Mipu di Salò (BS), Hub Innovazione Trentino (TN) StartUp&Go (Lucca), The Hive (Ancona) e TH2 (Milano).

L’investitore neo associato è il company builder Italeaf, mentre le aziende sono Agos e LineTech.

“In meno di un anno, dall’Assemblea di fine giugno 2015 a oggi, gli associati sono quasi triplicati – afferma Marco Bicocchi Pichi, Presidente di Italia Startup – a testimonianza dell’operato produttivo e concreto dell’Associazione, che si consolida nel suo essere di riferimento per il sistema italiano connesso all’intraprendere e all’innovazione. Ci avviciniamo all’Assemblea del 2016, primo anno di mandato dell’attuale Consiglio Direttivo, con la consapevolezza di rappresentare una parte molto rilevante del nostro ecosistema e di essere dei facilitatori nel contatto tra le startup innovative e il mondo industriale italiano, oltre che le imprese, gli investitori e gli stakeholders internazionali. Anche il dialogo e il confronto con le istituzioni, nazionali e locali, si consolida. Con l’obiettivo di far crescere in modo significativo gli investimenti in startup innovative nel nostro Paese”.

Luciana Maci
Giornalista

Ho partecipato al primo esperimento di giornalismo collaborativo online in Italia (Misna). Sono dal 2013 in Digital360 Group, prima in CorCom, poi in EconomyUp. Scrivo di innovazione ed economia digitale

Articoli correlati