Digital Investments, 400mila euro per Farman | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Investimenti

Digital Investments, 400mila euro per Farman



Il fondo di venture capital di cui è advisor dPixel ha sottoscritto l’aumento di capitale della startup di ecommerce specializzata nel settore Health & Beauty: un’operazione che consentirà all’azienda di continuare la propria crescita

di Redazione EconomyUp

19 Nov 2013


Quattrocentomila euro: a tanto ammonta l’aumento di capitale di Farman, startup di commercio elettronico specializzata nel settore Health & Beauty, sottoscritto da Digital Investments, fondo di venture capital di cui è advisor dPixel. L’operazione, spiega una nota dell’azienda, consentirà a Farman di attuare il proprio piano industriale con lo scopo di diventare il player di riferimento nel mercato Health & Beauty e rafforzare il management team con l’ingresso nel Cda di Loris Lanzellotti, Investment Manager di dPixel.

“L’ingresso di Digital Investments – commenta Massimiliano Masi, CEO e co-fondatore di Farman – testimonia che la strada intrapresa è quella giusta, ma soprattutto ci offre importanti prospettive di crescita per i prossimi anni. Abbiamo diverse iniziative in cantiere e il supporto dei nuovi investitori ci consentirà di perseguire i nostri obiettivi incrementando gli investimenti in tecnologia, comunicazione e logistica”. Dopo un 2012 in forte crescita (+112% di fatturato con una base di circa 8mila clienti) il 2013 ha già confermato il trend positivo della società. “Riteniamo – prosegue Lanzellotti – che le vendite online nel settore Health & Beauty siano un segmento ad altissimo potenziale di crescita”.

Lanciata nel 2010 da un’intuizione di Paolo e Francesco Manno, Farman ha fin dalla nascita registrato una crescita costante: nonostante il periodo di recessione per l’economia tradizionale, la crisi non ha avuto forte impatto sul settore ecommerce, che nel 2012, ha raggiunto i 21,1 miliardi di euro di fatturato totale con un valore del segmento Salute e benessere di 63 milioni di euro. E le prospettive sono di una crescita pari a 5 volte il volume attuale nei prossimi 5 anni per il commercio elettronico nel suo complesso.

Farman conta però anche sulla strategia a lungo periodo che prevede lo sviluppo internazionale sui principali mercati europei e l’integrazione tra reti fisiche e virtuali attraverso i Farman Point, corner Farman all’interno di negozi fisici presso i quali i clienti potranno ritirare i loro prodotti con un risparmio consistente sulle spese di spedizione.

Redazione EconomyUp