Martha's Cottage: la startup dei matrimoni supera un milione di fatturato e apre una nuova sede | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

RETAIL

Martha’s Cottage: la startup dei matrimoni supera un milione di fatturato e apre una nuova sede

15 Nov 2017

Prosegue il trend positivo per la società siracusana che ha lanciato un e-commerce dedicato alle nozze: a trainare la crescita le vendite in Francia, Germania e Spagna, il 15% dei ricavi. “E grazie all’online i margini sono ancora ampissimi” dice il founder Cobuzio. Inaugurato un nuovo spazio di 2.000 metri mq

Martha’s Cottage, la startup siracusana che ha lanciato un e-commerce dedicato al settore dei matrimoni, continua la sua crescita lungo il percorso che dovrebbe portarla a diventare scaleup, le sorelle maggiori dell startup. Ad agosto ha infatti superato, in anticipo rispetto alle previsioni di budget, un milione di euro di fatturato. La giovane società innovativa che ha già ottenuto una serie di riconoscimenti – ultimo in ordine di tempo, lo scorso giugno, il terzo posto dell’Ecommerce Entrepreneurial Award al Global Ecommerce Summit di Barcellona – sta consolidando l’espansione in Europa, con le vendite in Francia, Germania e Spagna che raggiungono il 15% dei ricavi.

Ecommerce, Martha’s Cottage sul podio dello shopping online europeo

Come si legge in un comunicato, i tassi di crescita superiori alle attese hanno dato lo slancio per inaugurare la nuova sede: 2.000 mq vista mare, sempre a Siracusa, di cui 1.000 dedicati al cuore dell’e-commerce, un magazzino completamente automatizzato

CHE COS’È E COME È NATA MARTHA’S COTTAGE

È uno dei più grandi e-commerce del matrimonio in Europa. Fondata da Salvatore Cobuzio, è una delle poche startup innovative ad aver superato il break-even ed essere andata in utile già dopo i primitre anni di attività. “Cosi come Amazon quando ha iniziato a vendere libri online o Zalando a vendere scarpe – ha dichiarato il founder, che lavora in team con la moglie – Martha’s Cottage ha colto la grande opportunità che si è presentata quando i millennial hanno iniziato a usare il web per organizzare il proprio matrimonio”.

Martha’s Cottage, la startup dei matrimoni ora punta alla crescita in Europa

Dall’inizio dell’anno sono oltre 18mila gli sposi, in Italia e in Europa, che hanno scelto gli accessori e l’oggettistica per il matrimonio di Martha’s Cottage, vale a dire +170% rispetto allo stesso periodo del 2016. Giugno si conferma il mese più intenso, con più di 3.100 sposalizi firmati Martha’s Cottage.

La startup siracusana consolida dunque il trend d’inizio anno, partito con un aumento del fatturato di oltre il 130% nel primo trimestre rispetto ai primi tre mesi dell’esercizio precedente. E con un incremento della redditività, aspetto assai raro per una start up italiana, sopratutto nel settore dell’e-commerce.

A trainare la crescita hanno contribuito anche le vendite all’estero: Francia, Germania e Spagna oggi valgono il 15% del fatturato, un dato che posiziona Martha’s Cottage quale leader nel mercato del wedding in Europa.

UNA STORIA ITALIANA DI SUCCESSO

“Questo primo milione di fatturato è un risultato che ci incoraggia e ci spinge a premere l’acceleratore della crescita” – dichiara Salvatore Cobuzio, founder & CEO di Martha’S Cottage “Siamo l’azienda che contribuisce ad organizzare più matrimoni in Europa, un risultato figlio di un’intuizione: presidiare un mercato ancora inesplorato. Siamo l’unica società dell’e-commerce in un mercato, la vendita di oggettistica per matrimoni, che vale, a livello globale, 17 miliardi di euro. I margini per continuare a crescere sono quindi ampissimi, anche perché attraverso il canale online potenzialmente possiamo raggiungere tutti i Paesi dell’Occidente” – conclude Salvatore Cobuzio – “Oggi Martha’S Cottage ha l’opportunità di essere una storia di successo italiana nell’ e-commerce. Uno dei pochi player in grado di diventare leader mondiale di un intero settore”.

Digital sales, come una startup può riorganizzare le nozze (e andare in utile)

LA NUOVA SEDE

I tassi di crescita superiori alle attese e il forte orientamento al mercato hanno dato lo slancio per inaugurare una nuova sede, sempre a Siracusa: oltre 2.000 metri quadrati, di cui 1.000 dedicati a un magazzino completamente automatizzato. “È il nostro quarto trasloco in 3 anni. In Silicon Valley si dice che se un’azienda arriva al quarto trasloco ce la farà” commenta con orgoglio e un po’ di scaramanzia Salvatore Cobuzio. “Vogliamo che la nuova struttura diventi anche un luogo di aggregazione, di condivisione, di confronto e di sviluppo di nuove idee per tutti gli startupper del Sud”.

La “casa” di Martha’s Cottage sposa un modello di smart working orientato alla flessibilità, alla collaborazione e alla creatività. Nessun orario di lavoro fisso, una vasta area ricreativa e uno spazio ludico per i figli dei dipendenti, il tutto a 200 metri dal mare. L’obiettivo della società è anche quello di attrarre i giovani talenti siciliani e del Sud Italia, che sono spesso costretti ad andare a cercare lavoro “al nord”: oggi Martha’s Cottage occupa 23 persone e la società prevede di assumere almeno 10 risorse entro il 2018.

“La nostra nuova sede è, al contempo, una scelta ambiziosa e ottimista. In una terra come la Sicilia, in cui non è semplice fare impresa, abbiamo voluto uno spazio che rappresenti uno stimolo e un incoraggiamento per chi lavora con noi e per gli altri imprenditori startupper. La nostra visione per il futuro è di creare anche un laboratorio di idee, in cui incontrarsi per momenti di formazione, meeting con investitori e incubatori provenienti da tutta Italia ed altro ancora” – conclude Cobuzio.

  • 188 Share

Articoli correlati