Open innovation Clerici: il gruppo finanzia Desivero
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

E-COMMERCE

Open innovation, Clerici (arredo bagno) investe 1,5 milioni sulla startup Desivero

17 Lug 2018

Il Gruppo Clerici fa open innovation con la società che fornisce consulenza e supporto nella scelta di prodotti e soluzioni per la casa, consentendo al cliente di acquistare online ma anche di usufruire di tecnici qualificati. L’investimento servirà per la piattaforma tecnologica, la user experience e nuove risorse

Clerici fa open innovation nel settore dell’arredo bagno. Il Gruppo Clerici Spa, azienda bresciana di fornitura di arredo bagno e materiale idrotermosanitario ha investito 1,5 milioni di euro in una realtà imprenditoriale nata solo due anni fa, Desivero.com, piattaforma digitale omnicanale, intuitiva e responsive di servizi per il consumatore proprio nell’ambito della termo-idraulica e dell’arredo bagno. L’investimento da parte del Gruppo, che vanta un fatturato di 250 milioni di euro, è destinato all’ulteriore sviluppo tecnologico della piattaforma e alla sua promozione, alla user experience e all’inserimento di nuove risorse e collaboratori.

Il Gruppo Clerici ha promosso Desivero fin dalla sua nascita. Una strategia di open innovation, il paradigma evidenziato dall’economista americano Henry Chesbrough ormai 15 anni fa, in base al quale un’azienda ricerca innovazione al proprio esterno attraverso vari tipi di collaborazioni con università, centri di ricerca, startup, fornitori, consulenti.

COME È NATA DESIVERO

La piattaforma Desivero è stata ideata da Nino Piredda, ex general manager di multinazionali quali Siemens, GE, GROHE, e promossa da un gruppo di imprenditori privati capitanati dal Gruppo Clerici Spa, con la consulenza di EY nel ruolo di Business Advisor. Partita dal Triveneto nel 2016 per il suo debutto ufficiale sul mercato, dal 2017 è presente con i propri servizi anche nella città di Torino. Desivero ha chiuso il primo semestre 2018 con una crescita oltre le aspettative, +300% rispetto all’anno precedente toccando quasi il milione di euro di fatturato.

Nino Piredda, AD Desivero

COME FUNZIONA DESIVERO

La startup fornisce in rete consulenza e supporto nella scelta di prodotti e soluzioni per la casa, in particolare rinnovo dei bagni o della rubinetteria di casa, installazione di nuovi impianti di riscaldamento o raffrescamento. La piattaforma Desivero.com ha introdotto la digital disruption in tutte le fasi della catena del valore nel settore idrotermosanitario, per superare le barriere che, fino ad oggi, hanno caratterizzato il classico e-commerce nel settore. Oltre all’acquisto online di una vasta gamma di prodotti, Desivero offre infatti anche strumenti digitali di supporto alla progettazione e scelta delle soluzioni. L’utente può acquistare e preventivare online diversi servizi di installazione e manutenzione che vengono erogati da dipendenti qualificati. Desivero si avvale di un network di dipendenti termotecnici e di piastrellisti, muratori, elettricisti certificati e formati dall’azienda stessa per rispondere alle più svariate esigenze nell’ambito idraulico-sanitario e permettere la realizzazione dei progetti più complessi.  La società ha un piano di sviluppo che prevede in 5 anni la presenza di professionisti 4.0 su tutto il territorio nazionale.

OPEN INNOVATION CLERICI: PERCHÉ HA SCELTO DESIVERO

Una delle principali motivazioni per cui un Gruppo come Clerici ha scelto di finanziare una giovane startup sta nel crescente ricorso al commercio elettronico per i tipi di prodotti venduti dall’azienda lombarda. Lo spiega indirettamente l’AD di Desivero, Piredda: “Molti i fattori che hanno contribuito alla nostra crescita. Sicuramente il mercato italiano che, secondo i dati di Angaisa, vale ancora pochi punti (2/3%) in termini di volume d’affari dell’e-commerce nel nostro settore ma cresce in maniera costante: il 10% delle vendite di caldaie e condizionatori è oggi online. Un’opportunità di business tutta da conquistare. Oltre il mercato, la continua evoluzione della piattaforma in termini di user experience e un team affiatato e solido hanno dato una fondamentale impennata al nostro successo”.

DESIVERO: ORA C’È ANCHE IL CONSULENTE VIRTUALE

Tra le ultime innovazioni della piattaforma lo sviluppo del Wizard, un innovativo tool digitale che vuole essere un consulente virtuale per permettere all’utente di configurare in totale autonomia la migliore soluzione impiantistica di raffrescamento e di riscaldamento (disponibile da settembre). Il tool è costituito da un motore di calcolo che recepisce tutte le informazioni di profilazione dell’utente, guidandolo passo dopo passo, attraverso semplici quesiti sulla tipologia di abitazione, l’esposizione, il numero delle stanze, l’altezza dei soffitti e altre informazioni utili allo scopo. Obiettivo: individuare e scegliere il sistema più efficiente e adatto alla propria abitazione, tenendo conto delle esigenze di climatizzazione e dei consumi.

Articoli correlati