Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

L’era digitale è qui, le aziende che non l’hanno capito falliranno (parola del vicepresident di Amazon)

20 Feb 2017

Serve una strategia per sopravvivere alla digital disruption, scrive il Chief Technology Office del colosso di Seattle che invita le aziende guardare al business con gli occhi del cliente. E porta due buoni esempi italiani: Eataly e Satispay

Werner Vogels, vicepresidente e CTO di Amazon
Le aziende di piccole dimensioni possono godere di enormi benefici dall’era digitale – a condizione però che adottino un’adeguata mentalità. A risultare vincenti saranno infatti le realtà che sapranno guardare al proprio business con gli occhi dei clienti e che faranno tesoro dell’assunto per cui il passo di innovazione rappresenta oggi la vera chiave per la crescita a lungo termine. Con questo approccio, le imprese più piccole possono addirittura stare davanti alle grandi aziende, più lente ad adattarsi alla rapidità di cambiamento dell’era digitale. 

L’ERA DIGITALE È QUI. LE AZIENDE CHE NON L’HANNO ANCORA CAPITO, IN FUTURO FALLIRANNO

In molti settori industriali e mercati come ad esempio quello delle piattaforme di servizi, abbiamo già visto come startup e provider di nicchia abbiano scatenato una rivoluzione. Le aziende tradizionalmente dominanti che per troppo tempo restano, come in uno stato di paralisi, a guardare i cambiamenti che avvengono intorno a loro, rischiano di ritrovarsi rapidamente a combattere una lotta per la sopravvivenza – basta pensare alle industrie musicali e dello spettacolo in cui i servizi di streaming hanno mangiato una fetta significativa della torta dei provider di supporti fisici. Più un’azienda sarà in grado di comprendere le ragioni di questo fenomeno e di come le piccole e medie imprese siano, oggi, in grado di conquistare i mercati globali, più avrà la possibilità di uscirne vincitrice.

La digitalizzazione permette anche alle aziende più piccole di pensare in grande perché mette nelle loro mani tecnologia che in precedenza era di difficile accesso e troppo costosa da acquistare. E se adottare nuove tecnologie non è condizione sufficiente per vincere le sfide del mercato, tuttavia, quando queste sono unite alla passione di mettere al centro di tutte le azioni gli interessi del cliente, possono davvero rappresentare quella spinta decisiva in grado di condurre al successo. E le piccole e medie imprese hanno una fantastica opportunità, a patto che scelgano di digitalizzare il più possibile i loro modelli di business esistenti. Soprattutto nell’industria manifatturiera: introdurre più servizi software sempre più complementari all’hardware può aiutare a eliminare costi fissi e consentire di espandere il business rapidamente e a livello globale. Le aziende che abbracciano questo approccio possono crescere fino a diventare leader, prendendo il posto occupato in precedenza dalle grandi realtà nei loro mercati di riferimento.

LA DIGITALIZZAZIONE HA INIZIO DAL MOMENTO IN CUI SI ABBRACCIA LA GIUSTA MENTALITÀ

Qual è la giusta mentalità? Quella finalizzata a creare esperienze digitali innovative. Una continua sperimentazione che ha sempre messo al centro le esigenze dei clienti è stato il principio guida in Amazon sin dall’inizio, sia nelle nostre attività di e-commerce che in Amazon Web Services. Abbiamo capito che focalizzando i nostri sforzi rivolti all’innovazione sui bisogni dei clienti avremmo potuto fare passi avanti dare una forte spinta al nostro rinnovamento. A partire dal lancio nel 2006, Amazon Web Services ha introdotto più di 2.500 nuovi servizi e funzionalità, il 90% dei quali sono il risultato dei desideri espressi direttamente dai nostri clienti.

Il primo requisito per lo sviluppo di una mentalità votata all’innovazione è quello di imparare ad adattare la propria offerta al mutare dei comportamenti dei clienti. Ad esempio, pensiamo alla crescente tendenza che vede sempre più persone acquistare alimenti online e utilizzare la consegna a domicilio. In Italia, una società che lo ha capito è Eataly, che sta sfruttando questa novità per promuovere la cucina italiana di alta qualità, rendendola disponibile al pubblico su scala globale. La società sta rapidamente espandendo l’attività in diversi mercati e la piattaforma di e-commerce, insieme a una mobile app basate sul cloud e dunque scalabili, efficienti e flessibili, hanno rappresentato la soluzione per rendere disponibili in modo rapido e in tutti i mercati i propri prodotti di qualità. Così, la cucina italiana a casa in pochi click è ora realtà.

Le aziende che vogliono adottare una mentalità innovativa dovrebbero abbandonare la propria cosiddetta comfort zone – anche se al momento non avvertono alcuna necessità di farlo – detto in altre parole, devono imparare ad anticipare le esigenze dei clienti invece che semplicemente assecondarle. 

Una realtà italiana che lo sta facendo molto bene è Satispay, un’azienda che ha sviluppato un’applicazione che permette sia di inviare denaro ad amici così come di pagare nei negozi e online. L’azienda e i suoi fondatori hanno compreso che le nuove generazioni, cresciute con lo smartphone, si sarebbero adattate in modo molto rapido a pagare qualsiasi cosa, dal pane alla benzina presso il distributore, con il telefono. Con questa convinzione in mente, hanno realizzato un’applicazione che permette di trasferire denaro in modo così semplice come lo è inviare un messaggino, che non richiede nessuna informazione sensibile dato che non vengono utilizzate carte di credito e permette pagamenti con zero commissioni né fee mensili. Il cloud è stato il perfetto corredo per questo progetto ambizioso, offrendo una gamma molto ampia e varia di servizi e caratteristiche di livello enterprise ma a costi di installazione e gestione sostenibili per una startup.

La digitalizzazione offre inoltre alle aziende enormi possibilità di creare valore. Adottare una mentalità votata all’innovazione digitale condurrà in automatico un’impresa a riflettere su che tipo di valore intende portare nel mercato in futuro. Un esempio calzante è quello di Decisyon, azienda fondata nel 2005 a Latina e che attualmente vanta oltre 200 clienti a livello mondiale. L’azienda offre un’ampia gamma di soluzioni IoT che consentono di unificare le applicazioni di business e operative, utilizzando AWS per eseguire molte delle sue soluzioni destinate ai big data e all’Internet of Things. Una di queste – Decisyon 360 – è stata utilizzata in Wyoming per realizzare una soluzione di ottimizzazione degli asset di un parco eolico, e ha permesso di prevenire i tempi di inattività, ridurre costi di magazzino e del lavoro, oltre che agevolare l’ottimizzazione di warehousing e logistica permettendo così di vedere i ricavi crescere in modo significativo. E questa è solo una delle molte implementazioni dei loro servizi: altri esempi spaziano da una soluzione per la scelta dei fornitori sviluppata in partnership con Johnson & Johnson a una di social CRM che è stata adottata da clienti come TIM e Intesa San Paolo e che trasforma i dati dei sociali network in un asset per l’azienda. 

Consolidare una mentalità votata all’innovazione digitale in un’azienda non avviene dall’oggi al domani. Tuttavia, come dimostra il crescente numero di imprese che hanno avuto successo con l’adozione di un approccio di questo tipo, ne vale la pena. Si tratta di puntare non semplicemente a sopravvivere a tutti i cambiamenti che avvengono intorno a noi, ma invece di gettare le basi per un futuro luminoso.

Redazione