Quasi quasi mi compro una startup: come rivedere la puntata | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Le nostre iniziative

Quasi quasi mi compro una startup: come rivedere la puntata

27 Apr 2016

Le aziende fanno open innovation anche acquisendo le quote di maggioranza delle nuove imprese. Se ne è parlato nell’episodio del 26 aprile con Marco Polissi di Sia, che ha da poco rilevato lo spinoff Ubiq. La startup della settimana è Lovli.it, l’ecommerce di design attivo in 60 Paesi del mondo

Marco Polissi, head of digital payments di Sia
Comprare startup è una delle strategie più comuni per le imprese che vogliono fare open innovation. Questo approccio si sta diffondendo anche in Italia, dove sono già decine le aziende – piccole, medie e grandi – che rilevano le quote di maggioranza delle nuove imprese.

È questo il tema della puntata di EconomyUp, andata in onda su Sky 512 Reteconomy martedì 26 aprile intitolata “Quasi quasi mi compro una startup”. Ne parliamo con Marco Polissi, responsabile digital payments di SIA, società specializzata nello sviluppo di soluzioni per i pagamenti elettronici che ha rilevato una startup, Ubiq, per lanciarsi nel mercato dei coupon digitali.

CLICCA QUI PER RIVEDERE LA PUNTATA

Dopo un approfondimento sulle aziende italiane che fanno shopping di startup e un intervento di Solomon Darwin, executive director del Garwood Center for Corporate Innovation della Berkeley University, sui vantaggi che hanno le Pmi italiane nel praticare l’innovazione aperta, si passa alla storia della settimana: Lovli.it, il talent store del design italiano. Con il cofondatore Tiziano Pazzini raccontiamo l’esperienza di questo portale di ecommerce di oggetti di design che è già presente in 60 Paesi del mondo e che cura anche l’identità digitale a 360 gradi di alcuni importanti brand dell’arredamento made in Italy.

Chiude la puntata l’incontro con Massimiliano D’Amico, fondatore di BE-COME, una società che aiuta le nuove imprese a crescere e a trovare investitori.

Se si parla di Digital e Open Innovation non si può  trascurare l’iniziativa di Digital360: una piattaforma che a 360° tocca tutti i temi dell’innovazione aperta


 

Articoli correlati