Travel-Tech, Zani Viaggi lancia il primo contest per startup che innovano il turismo | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

IL CONTEST

Travel-Tech, Zani Viaggi lancia il primo contest per startup che innovano il turismo

02 Ott 2018

C’è tempo fino al 31 ottobre per candidarsi al TRAVEL-TECH INNOVATION CONTEST 2018 lanciato da Zani Viaggi in collaborazione con StartupBusiness. La società cerca progetti legati al suo core business, rivolgendosi a sviluppatori, software house, startup, fornitori. Qui il regolamento e il modulo per iscriversi

Zani Viaggi lancia la prima call dedicata alle startup del travel-tech, l’innovazione tecnologica in ambito turistico: si chiama TRAVEL-TECH INNOVATION CONTEST 2018 ed è concentrata in particolare sul turismo incoming e sulle piattaforme tecnologiche per la gestione dei servizi, per la vendita delle offerte e per l’integrazione tra i partner che concorrono a mettere a punto pacchetti completi.

CHE COSA FA ZANI VIAGGI

Zani Viaggi è una colonna portante del turismo incoming, con un fatturato di 9 milioni di euro e oltre 300.000 clienti l’anno. Ha sede a Milano e il centro d’azione in Lombardia ma opera in tutta Italia. Molti la conoscono per i sightseeing bus che consentono di visitare in modo facile ed efficace le città, altri per la sua capacità di integrare e proporre percorsi che soddisfano gli appassionati di arte, o quelli di cibo e vino, delle località naturalistiche e del divertimento notturno.

CHE COS’È IL TRAVEL-TECH

La trasformazione digitale è entrata prepotentemente anche in questo settore. La Travel Technology è infatti l’applicazione dell’Information Technology (IT) al mondo dei viaggi, del turismo e dell’ospitalità. Inizialmente è stata associata ai sistemi informatici di prenotazione delle linee aeree, ma adesso comprende un’ampia serie di applicazioni. Con la sempre più elevata diffusione di Internet e degli smartphone, l’esperienza è radicalmente cambiata. L’innovazione tecnologica ha portato nella travel industry efficienza, automazione e customer intelligence dei dati. Ma anche maggiori opportunità per personalizzare il servizio al cliente e innovazioni di prodotti e servizi. Il travel-tech è dunque un ambito con grandissime opportunità e in continuo fermento. Prova ne è la recente exit di Musement, il servizio per scoprire e prenotare tour e attrazioni in tutto il mondo e una delle principali aziende digitali italiane. A settembre Musement ha annunciato l’acquisizione da parte del colosso tedesco TUI Group. L’operazione rappresenta la più importante exit nel settore tech travel italiano nell’ultimo decennio e segna una mossa strategica nel mercato globale delle esperienze, che vale oggi 150 miliardi di euro, con un tasso di crescita del 7%.

COME FUNZIONA LA CALL DI ZANI VIAGGI

In collaborazione con Startupbusiness (Gruppo Digital360), Zani Viaggi lancia la sua prima call alla ricerca di progetti e tecnologie legate al suo core business rivolgendosi in particolare a sviluppatori, software house, startup del travel-tech, fornitori di tecnologie. Il mercato dell’incoming per l’Italia è in costante crescita e Zani Viaggi vuole cogliere al meglio l’opportunità di rendere il proprio sistema di booking più completo, interfacciabile con i più diversi sistemi contabili dei diversi Paesi d’origine della domanda e compatibile con l’efficienza richiesta dal real-time che oggi ricerca anche il singolo viaggiatore nel suo viaggio digitale.

QUI IL REGOLAMENTO COMPLETO DELLA CALL

Le candidature possono essere inviate entro il giorno 31 ottobre 2018 utilizzando QUESTO FORM. Verranno raccolte, analizzate e studiate da un comitato composto da persone di Zani Viaggi, di Startupbusiness e da esperti del mondo della tecnologia e del turismo. Alla fine del processo di selezione i progetti più interessanti saranno invitati a un incontro con il top management di Zani Viaggi che individuerà le proposte che meglio rispondono alle sue esigenze operative. Con queste potrà avviare un rapporto di collaborazione ed eventualmente valutare una proposta di investimento.

Articoli correlati