Le 6 idee di impresa che entrano nella fabbrica Enlabs | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Acceleratori

Le 6 idee di impresa che entrano nella fabbrica Enlabs

17 Lug 2014

Al via il quinto programma di accelerazione dell’incubatore targato Luiss e LVenture Group. Tra i progetti selezionati ci sono soprattutto app per dispositivi mobili. Dall’applicazione per lanciare le sfide agli amici al sistema per tenere sotto controllo persone e oggetti fino alla piattaforma per fare ripetizioni di gruppo

È partito il nuovo programma di accelerazione di Luiss Enlabs. Sono sei le nuove startup selezionate dal team di analisti dell’acceleratore e dagli advisor tra gli oltre 130 progetti pervenuti da tutto il mondo e tra le startup in uscita da InnovActionLab, percorso formativo finalizzato alla creazione di imprenditoria giovanile.

Il programma di accelerazione dura cinque mesi, durante i quali le startup selezionate lavorano all’interno dell’acceleratore all’interno della Stazione Termini di Roma. Il percorso prevede anche corsi di formazione, l’affiancamento da parte di advisor, vari servizi e il contatto con la rete di networking di Enlabs.

Per le new entry è previsto un investimento di 60 mila euro (30 mila in servizi e 30 mila in contanti, a fronte di quote di capitale) attualmente in fase di valutazione da parte di LVenture Group, holding di venture capital quotata sull’MTA gestito da Borsa Italiana. Il percorso termina con l’investor day, evento in cui tutte le imprese che partecipano al programma si presentano a un’ampia platea di investitori per illustrare il loro progetto e attrarre finanziamenti.

Dalla fine del 2010, quando ha aperto i battenti, Luiss Enlabs ha ricevuto più di 1000 progetti di startup alla selezione per i programmi di accelerazione, ha ammesso 18 startup ai programmi di accelerazione. Le nuove imprese ospitate dall’acceleratore hanno creato più di 200 posti di lavoro. LVenture Group, il venture capital di riferimento, ha investito 2,8 milioni di euro in un portafoglio di 22 startup e i capitali provenienti da co-investitori esterni hanno raggiunto quota 6,6 milioni di euro. L’obiettivo – dice Luigi Capello, fondatore di Luiss Enlabs e di LVenture Group – è “arrivare a un portafoglio di 59 startup entro il 2017”.

Ecco quali sono le sei startup selezionate.

Tiassisto24 

È un “car concierge” a portata di app, a cui affidare tutte le incombenze dell’auto. Tramite una piattaforma web/mobile abbatte i costi di gestione dell’auto e fornisce assistenza agli incidenti stradali, tramite un network di professionisti. Dallo smartphone o tramite l’assistance corner, è possibile chiamare o prenotare le officine del network geolocalizzate, ottenendo sconti e benefit riservati. Inoltre è garantita assistenza completa in tempo reale in caso di incidente, anche sui temi legali.

Filo 

È un piccolo dispositivo bluetooth che aiuta a tenere sotto controllo la posizione delle persone e degli oggetti, dai bimbi al cane. Suona in caso di necessità per permettere di ritrovare più velocemente quello che si cerca. Inoltre, è possibile definire una comfort zone per ognuno degli oggetti e ricevere una immediata notifica nel caso uno di loro esca dal normale raggio d’azione.

Tutored

È una piattaforma che permette di fare ripetizioni di gruppo e contattare tutor che hanno frequentato la stessa scuola o facoltà. I tutor che fanno parte della piattaforma possono inviare i certificati che attestano le loro competenze ricevendo maggiore visibilità. Le sessioni di tutoring si possono seguire sia di persona che online,  con tante funzionalità aggiuntive, sia per le materie tradizionali che tecniche specializzate.

Instature

È un’app con cui si può inviare una richiesta per ottenere una foto in tempo reale di un luogo specifico del mondo. Quando la richiesta viene lanciata, Instature invia immediatamente una notifica a tutti gli utenti che vengono geo-localizzati nel luogo richiesto. Inoltre l’app genera un puntatore sulla mappa globale di Instature, uno spazio condiviso tra tutti gli utenti dell’app. A questo punto, chiunque riceve la notifica o visualizza il puntatore può rispondere catturando la foto richiesta. La foto viene inviata al richiedente originale e resa pubblica sulla mappa globale.

Makeit Land

La startup offre corsi online di patchwork, quilting, cucito creativo e crochet, girati da un team di professionisti, per fornire un’esperienza di apprendimento di alto livello. È possibile acquistare i materiali necessari per realizzare i progetti direttamente sulla piattaforma da fornitori selezionati con cura, per garantire prodotti di alta qualità. La piattaforma regala un’esperienza interattiva: si possono raccontare i progressi, interagire con gli insegnanti e partecipare ai workshop con gli altri appassionati della creatività.

Slapped 

È un’applicazione per dispositivi mobili che permette di lanciare ai propri amici delle sfide (“slap”) tramite un semplice video o una foto. La mission è quella di rendere social ogni tipo di sfida.

 

Maurizio Di Lucchio

Articoli correlati