Girls in Tech cerca aspiranti imprenditrici | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Opportunità

Girls in Tech cerca aspiranti imprenditrici

10 Feb 2014

Altri argomenti

Le tech entrepreneurs sono ancora poche ma ad aiutarle ci pensa un social network enterprise che lancia la nuova call “Avanti le prossime!” dedicata alle donne italiane fondatrici di startup. Le interessate possono autocandidarsi sul sito

Nuova opportunità per le donne protagoniste della nuova imprenditoria. Le Girls in Tech Italy lanciano una nuova call per le donne italiane fondatrici di startup. Dopo il grande successo riscosso lo scorso anno dalla prima Official Female Founders in Tech – Italy List che ha dato un volto e un nome a ben 60 giovani imprenditrici della tech industry italiana, le Girls lanciano sul web una nuova sfida: “avanti le prossime!” .

Le interessate possono autocandidarsi attraverso il form reperibile su questa pagina.

Girls in Tech, GiT, è un social network enterprise globale nato negli USA nel 2007, con 37 capitoli attivi in tutto il mondo e più di 17.000 membri. Dal 2012 in Italia, il gruppo è focalizzato sull’empowerment, l’impegno e la formazione delle donne nel settore della tecnologia e nel mondo startup.

The Official Female Founders in Tech – Italy List intende dare visibilità a giovani donne che hanno fondato o cofondato una startup tecnologica in diversi ambiti: mobile, biotech, design, gaming, moda, ecc.

Lo scorso anno il documento di presentazione della lista contenente una breve bio delle protagoniste e il profilo della loro startup, ha ottenuto oltre 31 mila visualizzazioni. Molte di queste giovani donne hanno studiato all’estero e sono ritornate in Italia per realizzare la propria idea, tra di loro ci sono manager, creative, sviluppatrici, ingegneri.

Il supporto di Girls in Tech Italy all’iniziativa imprenditoriale femminile si è espressa nel corso del 2013 attraverso una sei workshop gratuiti che hanno avuto ad oggetto i temi fondamentali per la nascita di startup tecnologiche come lo sviluppo del modello di business, gli aspetti legali, come affrontare un investitore, come realizzare una presentazione impeccabile.

Notevole successo ha riscosso anche l’iniziativa di formazione sul campo (e gratuita)

Rails Girls, legato all’omonima iniziativa a livello mondiale, indirizzata a insegnare le nozioni fondamentali per sviluppare un’applicazione web o mobile attraverso il linguaggio di programmazione Ruby on rails: oltre 70 entusiaste ragazze hanno preso parte alla due giorni!

Il desiderio di raccontare storie al femminile si è successivamente arricchita sul sito attraverso la rubrica  “Le avventure delle Girls in Tech che offre esempi di professioniste e imprenditrici italiane che si fanno strada all’estero.

Sensibile all’esigenza di “fare network”, Girls in Tech ha partecipato a tanti eventi e collabora con diverse organizzazioni italiane e al femminile. Si inserisce in questo ambito il prossimo aperitivo insieme agli iscritti di MilanIN NEXT, che si terrà il 12 febbraio e permetterà ai membri delle rispettive organizzazioni di conoscersi meglio.

L’evento è aperto al pubblico e gratuito, qui le iscrizioni.

 

Altri argomenti

Concetta Desando
Giornalista

Due menzioni speciali al premio di giornalismo M.G. Cutuli, vincitrice del Premio Giuseppe Sciacca 2009, collaboro con testate nazionali. Per EconomyUp mi occupo di startup, innovazione digitale, social network