Exit, il fondo di Angelo Moratti continua a puntare sulla startup La Passione | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

FASHION

Exit, il fondo di Angelo Moratti continua a puntare sulla startup La Passione



Una quota de La Passione, primo brand di abbigliamento sportivo ciclistico italiano a essere venduto solo online, è stata ceduta dall’acceleratore Fashion Technology Accelerator al fondo Milano Investment Partners (di cui Moratti è anchor investor), che già a maggio aveva guidato un round da 3 milioni a favore della startup

09 Set 2019


Il fondo MIP Milano Investment Partners, il cui anchor investor è Angelo Moratti, ha rilevato una quota de La Passione, startup specializzata in abbigliamento ciclistico sportivo di alta qualità ad un prezzo accessibile sulla quale MIP aveva già investito a maggio scorso. La quota è stata ceduta da Fashion Technology Accelerator (FTA), hub di innovazione ed acceleratore di startup dedicato al mondo del fashion, che al momento, dunque, non possiede più quote della società che ha aiutato a crescere. Per FTA è la prima startup exit.

Che cosa fa La Passione

La Passione nasce ufficialmente nel maggio 2015 da un’idea di Giuliano Ragazzi e Yurika Marchetti. È il primo brand di abbigliamento sportivo ciclistico italiano a essere venduto solo online e ad avere un approccio verticalmente integrato: dal design alla vendita, passando per la produzione che viene realizzata interamente in Italia. La Passione, al suo terzo anno di attività, ha un fatturato atteso nel 2019 superiore a 5 milioni di euro e vende i propri prodotti in tutti e 5 i continenti e 40 nazioni nel mondo, con una preminenza dei mercati di Stati Uniti, Regno Unito, Australia, Giappone, Sud Corea e Nord Europa.

Chi è stato il primo investitore in La Passione

Il primo a credere nel potenziale innovativo de La Passione è stato Fashion Technology Accelerator (FTA), hub di innovazione ed acceleratore di startup basato a Milano dedicato al mondo del fashion. Nato nel 2013, ad oggi conta 23 startup nel proprio portafoglio provenienti da diversi Paesi principalmente europei. L’hub è molto attivo anche sull’attività di sviluppo business di ecosistemi imprenditoriali per il settore moda in paesi asiatici. Tra le aziende innovative nel suo portafoglio troviamo Vintag, app per la rivendita e l’acquisto di capi pre-owned e vintage, che a inizio anno ha ricevuto un investimento da parte di Piquadro Spa, e ha recentemente chiuso un aumento di capitale attraverso la piattaforma Doorway. I mercati esteri su cui FTA rimane più attiva oggi sono quello asiatico e medio-orientale. Oltre alla partnership strategica con il fondo Hatcher+ di Singapore, con cui l’azienda basata a Milano fa un co-investimento diretto sulle startup selezionate per l’ingresso in portafoglio, l’acceleratore cura anche diversi progetti di formazione e accompagnamento al business. In particolare, risultato di rilievo sono le partnership con QBIC e KOCCA, enti governativi rispettivamente di Qatar e Corea del Sud, con cui FTA cura dei programmi specifici per startup fashion e fashion tech.

Maggio 2019: round da 3 milioni per La Passione guidato dal fondo MIP

A maggio 2019, MIP Milano Investment Partners, fondo italiano specializzato in venture growth, il cui investment team è composto da Stefano Guidotti, Igor Pezzilli e Paolo Gualdani, ed ha come anchor investor Angelo Moratti, ha guidato un Series A round in La Passione, al fine di rafforzare il percorso di internazionalizzazione e crescita del brand attraverso un potenziamento dell’organico e del reparto R&D. Il round è stato complessivamente di 3 milioni di euro. MIP ha infatti investito 2,1 milioni di euro ne La Passione, nel contesto di una operazione complessiva da 3 milioni di euro che vede MIP in qualità di lead investor e, per i restanti 900 mila euro, i precedenti soci che hanno partecipato all’aumento di capitale rinnovando la fiducia nel progetto.

Ora MIP ha rilevato un’ulteriore quota, ceduta dall’acceleratore FTA che quindi, al momento, non possiede più quote in La Passione.

Che cosa fa MIP

Milano Investment Partners (MIP) Sgr è una società di gestione di fondi specializzata in investimenti in Venture Growth. Autorizzata a dicembre 2017, la Società ha lanciato il primo fondo MIP I con un obiettivo di raccolta di 100 milioni di euro. Anchor investor e sponsor di MIP Sgr è Angelo Moratti, vicepresidente della società petrolifera di famiglia Saras e investitore nel settore del venture capital da oltre 20 anni attraverso la propria holding Angel Capital Management. Banco BPM è il principale investitore istituzionale del nuovo fondo, affiancato da diversi family offices italiani.

“In un percorso di crescita come quello di La Passione è naturale l’avvicendamento di investitori di early stage a favore di fondi di scaleup. Per questo l’operazione tra MIP e FTA è stata vista favorevolmente da parte nostra – dichiara Giuliano Ragazzi, CEO&Founder di La Passione. “FTA è stata tra i primi a credere al nostro progetto, sostenendoci fin dalla presentazione dell’idea di business e fornendo un utile aiuto in questi 4 anni insieme.”

“In questi anni, abbiamo visto un team imprenditoriale determinato e dedicato con energia e passione alla crescita dell’azienda. – dichiara Giusy Cannone, CEO di FTA. Siamo contenti che oggi un fondo importante come MIP sia entrato a dare un contributo considerevole per proseguire questo importante percorso di crescita”.