Donne e imprenditoria, ecco le 4 startup vincitrici di MIA - Miss in Action | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

OPEN INNOVATION

Donne e imprenditoria, ecco le 4 startup vincitrici di MIA – Miss in Action



Bestest, InTribe, Transactionale, WorkWideWomen sono i progetti selezionati dal primo acceleratore in Italia per startup e pmi innovative al femminile promosso da DigitalMagics con BNP Paribas. Vincono un periodo di formazione e la possibilità di realizzare un prototipo. Ecco che cosa fanno.

22 Feb 2019


Donne, mamme, imprenditrici. Negli ultimi anni l’attenzione alle quote rosa dell’ecosistema si è moltiplicata. Non è un caso che alla guida di molte startup di rilievo ci siano donne. Paola Marzario, founder e oggi presidente della scaleup Brandon, ne è un esempio. Proprio lei, sul suo profilo Facebok ha scritto poco tempo fa: “Le mamme lavoratrici sono le eroine di oggi. Sono eroine perché non hanno nemmeno il tempo di fermarsi e rendersi conto di quanto siano speciali e coraggiose. Sono speciali e se lo devono ricordare”.

Tra le startup italiane emergono nuove realtà imprenditoriali al femminile. BESTEST, InTribe, Transactionale e Work Wide Women sono le vincitrici dell’acceleratore MIA – Miss In Action, il primo acceleratore in Italia per startup e pmi innovative al femminile. Vediamo chi sono e che cosa hanno in mente le nuove promesse dell’imprenditoria tecnologica in rosa.

Le 4 vincitrici di MIA – Miss In Action

BESTEST

Da sinistra: Alessandra Nicolosi, Co-founder della startup M2TEST, premiata da Isabella Fumagalli, CEO BNP Paribas Cardif e Coordinatore BNP Paribas IFS per l’Italia

Sviluppato dalla startup M2TEST, è il nuovo metodo diagnostico per l’analisi della struttura ossea umana a scopi medico-scientifici. Il test BEST (Bone Elastic Structure Test) è in grado di migliorare l’accuratezza della diagnosi di osteoporosi e di rischio di frattura delle ossa nei pazienti, grazie alla simulazione dell’applicazione di forze su una “biopsia virtuale dell’architettura ossea”, ottenuta da immagini radiografiche. 

InTribe

Da sinistra: Mirna Pacchetti e Marzia Di Meo, Co-founder della startup InTribe, premiate da Marco Gay, Amministratore Delegato Digital Magics.

Realizza progetti di customer insight data intelligence per produrre analisi evolute su esigenze, stili di vita, abitudini ed evoluzioni dei consumatori. Attraverso attività di gamification (giochi e contest) con tecnologie di Intelligenza Artificiale e machine learning, InTribe rende la partecipazione alle indagini di mercato interattiva e coinvolgente.

Transactionale

Da sinistra: Marianna Chillau, CEO & Co-founder della startup Transactionale, premiata da Francesco Benvenuti, Chairman and Country Coordinator BNP Paribas Real Estate Italy

Sviluppata dalla startup Flyer Tech, è la piattaforma che offre ai siti e-Commerce un nuovo strumento per raggiungere nuovi clienti e fidelizzare quelli esistenti, premiandoli e monetizzando grazie alle tecnologie dei Big Data e di machine learning. Il sistema si basa sulla creazione di campagne di co-marketing tra e-Shop affini e non concorrenti, come collegare all’e-mail di conferma d’acquisto un’offerta promozionale di un altro partner.

Work Wide Women

Da sinistra: Linda Serra, CEO e Co-Founder della startup Work Wide Women, premiata da Mauro Bombacigno, Head of Engagement BNP Paribas Italia.

Un progetto di innovazione sociale focalizzato sull’inclusione femminile nel settore ICT. La prima piattaforma di social learning dedicata alla formazione femminile su skill digitali, nuove tecnologie e professionalità del futuro, lavorando insieme alle donne e alle aziende per creare reciproche opportunità di occupazione e accrescimento.

Che cosa faranno le vincitrici di MIA – Miss In Action 

Le 4 startup selezionate inizieranno fra pochi giorni il programma di accelerazione che supporta il talento digitale delle donne, contribuendo a far crescere la compagine femminile nell’ecosistema dell’innovazione italiano. Le 4 promesse dell’imprenditoria tecnologica al femminile avranno accesso a 3 mesi di formazione dedicata e sviluppo di prodotti e servizi, 2 mesi per la realizzazione di un prototipo pronto per il lancio sul mercato e all’evento finale per presentare i risultati agli investitori.

I numeri di MIA – Miss in Action

MIA – Miss In Action è un’iniziativa nata da un’idea di Digital Magics incubatore di startup digitali “Made in Italy” attivo su tutto il territorio italiano, sviluppata in partnership con BNP Paribas International Financial Services, BNP Paribas Cardif, Findomestic, Arval Italia e BNL Gruppo BNP Paribas.

163 team di neo-imprenditrici si sono candidati per partecipare alla call. I principali settori dei progetti presentati sono stati: turismo, marketing e comunicazione, cultura ed entertainment, salute, fashion, food, education e infanzia. Le prime 5 Regioni per area di provenienza sono state: Lombardia, Lazio, Emilia Romagna, Campania e Toscana.

10 finaliste hanno presentato i loro progetti innovativi ieri sera durante l’Innovation Day di MIA – Miss In Action, all’interno dello spazio creativo e culturale della Fabbrica del Vapore, raccontando con creatività e passione le loro idee, storie e modelli di business di fronte alla giuria di esperti, che ha scelto le vincitrici dell’acceleratore.

La giuria di MIA – Miss In Action era formata da Digital Magics, le Società del Gruppo BNP Paribas e 7 donne top manager, imprenditrici, business angel, rappresentanti delle istituzioni: Anna Amati, Vice Presidente META Group e socia IAG; Frieda Brioschi, imprenditrice e Professoressa IED; Roberta Cocco, Assessore alla Trasformazione Digitale e ai Servizi Civici, Comune di Milano; Alessandra Gritti, Amministratore Delegato Tamburi Investment Partners; Sandra Mori, Presidente Valore D e Data Privacy Officer Coca-Cola Europe; Valentina Parenti, Co-Founder e General Manager Gamma Donna e Fausta Pavesio, Business Angel e Investor Board Member Smartup Capital.

Per approfondimenti leggi questo articolo su InsuranceUp