StockX: la startup per comprare e vendere sneakers come in Borsa vale un investimento da 110milioni di dollari | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

NUOVI MODELLI: IL RESELLING

StockX: la startup per comprare e vendere sneakers come in Borsa vale un investimento da 110milioni di dollari



La startup fondata nel 2016 a Detroit consente di vendere e acquistare scarpe da ginnastica, ma anche capi streetwear e accessori, con gli stessi metodi del mercato azionario: anonimato, prezzi di mercato in tempo reale e trasparenza. Grazie al mega-finanziamento StockX si espanderà e aprirà anche negozi fisici

09 Lug 2019


Il reselling attira capitali: StockX, la piattaforma dove vendere e acquistare sneaker, accessori di marca e capi di streetwear con gli stessi metodi del mercato azionario, ha chiuso un round di finanziamento di Serie C da 110 milioni di dollari da parte delle società di investimento DST Global, General Atlantic e GGV Capital. La società ha inoltre annunciato oggi la nomina di Scott Cutler come nuovo CEO. Cutler subentra al co-fondatore Josh Luber, che continuerà a guidare la startup nel gruppo dirigente e nel consiglio di amministrazione.

Questa raccolta, alla quale hanno partecipato anche gli attuali investitori GV e Battery Ventures, stima il valore di StockX a oltre 1 miliardo di dollari. L’azienda, che in meno di tre anni ha raggiunto e superato un miliardo di dollari l’anno di gmv (gross merchandise volume), prevede di sfruttare il nuovo investimento per espandere ulteriormente la propria crescita internazionale con un focus specifico sull’Europa e sui mercati asiatici.

Che cosa fa StockX, nuovo player del retail

StockX è il primo mercato azionario al mondo dedicato ai beni di consumo più richiesti. Co-fondata nel febbraio 2016 a Detroit da Josh Luber, Greg Schwartz (COO) e Dan Gilbert (fondatore e presidente di Quicken Loans e presidente dei Cleveland Cavaliers), è oggi tra le piattaforme di reselling più importanti al mondo in cui vendere e acquistare sneaker, ma anche capi streetwear e accessori a tiratura limitata. StockX mette in contatto acquirenti e venditori con gli stessi metodi del mercato azionario, utilizzando l’anonimato e la standardizzazione per fornire prezzi di mercato in tempo reale e completa trasparenza. Tutti i prodotti sono fisicamente controllati e autenticati dagli authenticator di StockX. La piattaforma StockX fornisce inoltre approfondite analisi di mercato, monitoraggio individuale del portafoglio, cronologie delle vendite e metriche sul volume di mercato. StockX conta milioni di utenti attivi in quasi 200 paesi. La società effettua transazioni di milioni di dollari ogni giorno e gestisce migliaia di prodotti attraverso i suoi quattro centri di autenticazione negli Stati Uniti e in Europa, che presto ospiteranno un quinto distaccamento europeo a pochi chilometri da Amsterdam. Il team, che è partito dai soli quattro co-fondatori, comprende ora oltre 800 dipendenti a tempo pieno e part-time.

Che cosa farà StockX con il finanziamento da 110 milioni

Il finanziamento consentirà al marchio di diversificare le proprie categorie di prodotti e di estendere il raggio di azione anche nel retail “brick-and-mortar” nei principali mercati internazionali. Il primo mercato online che permette di fare offerte con transazioni “bid and ask” in tempo reale si focalizzerà ulteriormente sullo sviluppo del prodotto e continuerà a collaborare con alcuni dei marchi più importanti a livello globale per la vendita di prodotti in esclusiva sulla piattaforma StockX attraverso le cosiddette IPO (initial product offerings).

Un nuovo player dell’e-commerce che cambia il modo di acquistare

GGV Capital vede un grande potenziale di investimento nei nuovi player dell’e-commerce e StockX non fa eccezione. È molto più di un marketplace e il modello unico della piattaforma sta davvero cambiando il modo in cui i consumatori entrano nel processo di acquisto e ha un potenziale di crescita globale”, ha affermato Hans Tung, Managing Partner di GGV Capital, che con la transazione entra a far parte del consiglio di amministrazione di StockX. “StockX ha già vissuto una crescita incredibile a livello internazionale, ma ciò che ci entusiasma di più è l’opportunità di continuare a far crescere l’azienda a livello globale e fornire un accesso senza precedenti ai beni di consumo per gli utenti di tutto il mondo”.

Chi è il nuovo CEO Scott Cutler

Scott Cutler, che assume immediatamente il nuovo ruolo di CEO, entra a far parte di StockX da eBay Inc. dove ha recentemente ricoperto il ruolo di Senior Vice President Americas. Dal 2015 al 2017, è stato presidente di StubHub, il più grande grande sito di compravendita di biglietti online al mondo. Qui ha  supervisionato una crescita significativa del business attraverso l’espansione globale e lo sviluppo di partnership strategiche con eventi sportivi, squadre e artisti professionisti. Prima di StubHub, Cutler è stato Executive Vice President presso la Borsa di New York, dove ha supervisionato oltre 1 trilione di dollari di capitalizzazione del mercato guidando alcune delle più grandi IPO tecnologiche, tra cui LinkedIn, Twitter e Alibaba. Cutler siederà anche nel consiglio di amministrazione di StockX insieme a Hans Tung di GGV.

“Scott e io ci siamo incontrati due giorni dopo la nascita e la messa online di StockX”, ha dichiarato Josh Luber, co-fondatore di StockX ed ex CEO. “Il suo straordinario background rispecchia la modalità di business unica che abbiamo creato in StockX. Ha compreso subito il potenziale dell’avere ideato un ‘mercato azionario dei beni di consumo’ ed è diventato in breve tempo un vero amico oltre che un consulente fidato. Negli ultimi tre anni, con la rapida crescita del business della piattaforma, Greg Schwartz, co-fondatore di StockX e COO, ed io abbiamo avuto entrambi l’idea che Scott potesse un giorno diventare il CEO perfetto in grado di portarci al livello successivo. Con il tempo le stelle si sono allineate: StockX ha continuato a crescere, abbiamo aggiunto tre investitori di livello mondiale al nostro team e abbiamo avuto anche la disponibilità di Scott. Non stavamo cercando un nuovo CEO, ma la soluzione è apparsa subito ovvia”.

“Ho conosciuto la società e il team di gestione sin dall’inizio dell’attività e sono rimasto sbalordito dalla crescita impressionante del business e dal suo modello di mercato che rappresenta un qualcosa di unico nel panorama dell’e-commerce. StockX sta letteralente rivoluzionando l’e-commerce”, ha dichiarato Scott Cutler, CEO di StockX. “È per questo che è una delle società tecnologiche a più rapida crescita al mondo con una base di utenti globali in rapida espansione composta da appassionati di sneaker ma non solo. Ciò che contraddistingue StockX è anche il motivo per il quale accolgo con piacere l’opportunità di guidare il team con l’obiettivo di aumentare il campo d’azione della piattaforma e ampliare la sua offerta per fornire a più utenti l’accesso a un mercato autentico, trasparente e anonimo”.

StockX, tra gli azionisti il rapper Eminem

A settembre 2018 StockX ha chiuso un round di finanziamento di Serie B co-guidato da GV (in precedenza Google Ventures) e Battery Ventures. L’investimento, dal valore di 44 milioni di dollari, ha permesso a StockX di espandersi in Europa e aumentare significativamente l’accesso alla piattaforma degli utenti a livello mondiale. L’investimento ha visto inoltre la partecipazione dei primi investitori originali di StockX: Detroit Venture Partners (DVP) e Courtside Ventures. La piattaforma ha attirato l’attenzione e le simpatie di molte star mondiali e tra i suoi investitori annovera anche personaggi di spicco come il rapper Eminem, il DJ Steve Aoki, la modella Karlie Kloss, l’attore Mark Wahlberg, il CEO di Salesforce Marc Benioff, l’imprenditore Scooter Braun, il chitarrista dei Rancid Tim Armstrong e il magnate americano Ted Leonsis.