Vendita multicanale per il retail: come semplificarla per l'e-commerce

TECNOLOGIE

Omnicanalità: come aiutare gli ecommerce a gestire le vendite su canali fisici e digitali



Per gestire bene le vendite multicanale Cascinanet ha sviluppato un ERP in cloud, Bman, che aiuta le attività commerciali a monitorare in modo centralizzato gli stock che alimentano i canali fisici e online. Parla Sascia Morelli, amministratore della software house

di Domenico Aliperto

01 Giu 2021


L’emergenza pandemica ha accelerato vistosamente il fenomeno dell’e-commerce, consolidando e allargando anche in Italia una serie di abitudini e di esperienze d’uso a cui i consumatori non rinunceranno nemmeno nel momento in cui si tornerà alla piena normalità. Basti pensare che nei primi tre mesi del 2021 il commercio digitale nel nostro Paese ha registrato un’ulteriore crescita rispetto al boom del primo lockdown, facendo segnare un incremento anno su anno del 78%. A dirlo è l’ultima edizione dello Shopping Index, report trimestrale realizzato da Salesforce, che ha analizzato le transazioni di oltre un miliardo di consumatori sparsi in tutto il mondo. A livello globale, secondo lo studio, la performance italiana è la quarta, dopo quelle di Canada, Olanda e Regno Unito.

Ciò significa che se da una parte si è evoluta la domanda, dall’altra si è adattata l’offerta, con merchant sempre più propensi a fare il grande salto per andare incontro alle nuove esigenze dei propri clienti. Il vero elemento di novità è che parliamo soltanto di società specializzate del settore retail, e quindi strutturate sia sul piano fisico che sul piano digitale da diversi anni, ma soprattutto di commercianti tradizionali. Attori che sono stati letteralmente costretti ad attivare nuovi canali di vendita online per far fronte alle chiusure, ma che ora stanno toccando con mano i benefici della digital transformation.

Complice l’approccio improvvisato, dettato dalla rapidità con cui la crisi sanitaria ha travolto il retail, molte delle soluzioni adottate non hanno però tenuto conto di una serie di integrazioni indispensabili per gestire correttamente la vendita multicanale. Ecco perché non sono pochi i merchant che riscontrano parecchie difficoltà nell’allineare le disponibilità del magazzino fisico con quelle dichiarate sulle vetrine virtuali. E la situazione potrà solo peggiorare man mano che si moltiplicheranno i touch point. Servono strumenti in grado di orchestrare in modo centralizzato e in real time tutto ciò che ruota intorno ai singoli articoli – a prescindere da dove si trovino – offrendo una serie di funzionalità che semplifichino le riconciliazioni in chiave multi-store.

La risposta di Cascinanet: il gestionale Bman

Per rispondere a questa specifica necessità Cascinanet, gruppo specializzato nello sviluppo di piattaforme ERP in cloud, ha dato vita a Bman. Si tratta di un software verticale per la contabilità commerciale e la gestione integrata multimagazzino, studiato appositamente per riconciliare in moto automatico i cataloghi online con gli stock effettivi, agevolando le attività di vendita multicanale.

“Data la sua versatilità, si fa prima a dire cosa Bman non è e non è in grado di fare”, spiega Sascia Morelli, amministratore di Cascinanet. “Il gestionale non prende prenotazioni per i tavoli, e quindi non è rivolto alla ristorazione, e non si occupa della gestione della distinta base, dunque non è pensato per chi fa produzione. Il software semplifica e velocizza ciascuno degli step che intercorrono tra la creazione del preventivo e la fornitura del prodotto, predisponendo passaggi rapidi e coordinati che abilitano le successive fasi di approvvigionamento e di fatturazione. Gli ordini vengono gestiti in modo da tracciare e mantenere lo storico nel tempo, e all’interno dell’ordine è integrata l’anagrafica dei prodotti, la gestione delle giacenze e i sottoscorta”.

In pratica, Bman si occupa dell’intero processo di acquisto, dalla registrazione delle fatture elettroniche passive fino alla fornitura del prodotto. “Una peculiarità del software”, aggiunge Morelli, “è la sua capacità di gestire in modo sincronizzato diverse strutture. Questo vantaggio è fondamentale quando si ha a che fare con più magazzini, store di proprietà o punti vendita, ed è il vero plus nel momento in cui si deve affrontare il tema della logistica legata alle vendite online”.

Bman sfrutta tre connettori per collegarsi ad altrettante piattaforme di e-commerce di riferimento: Shopify, PrestaShop e Woocommerce. Non è necessario adottare plug-in di terze parti, dato che Cascinanet lavora direttamente sulle API dei tre sistemi, e non occorre eseguire installazioni, visto che la soluzione è erogata via cloud. Una volta creata la comunicazione, il gestionale allinea quasi in tempo reale il negozio fisico con quello virtuale. La sincronizzazione tra le due istanze è continua, e avviene con una frequenza minima di cinque minuti.

Una piattaforma modulare e in continua evoluzione

“Tutto il software è modulare”, precisa Morelli. “La soluzione, proposta con un modello di costo per postazione, è declinata in due versioni, Pro ed Enterprise. che riflettono una serie di funzionalità strutturali pensate rispettivamente per chi ha un unico negozio e per chi invece gestisce un’attività multimagazzino. A ciascuna delle due versioni si possono agganciare moduli integrati all’interno di pacchetti pronti all’uso, che grazie a 25 campi compilabili consentono ai nostri clienti di personalizzare il software in base alle loro esigenze specifiche e alla tipologia di utenti che vi accedono”.

Tra i tool che Bman mette a disposizione dei merchant ci sono strumenti di reportistica che permettono di distinguere i flussi di sell out evidenziando l’ingresso e l’uscita delle merci, oltre alla frequenza con cui vengono vendute determinate referenze. Il sistema, inoltre, fornisce statistiche istantanee sulle vendite in modalità multimagazzino, raggruppando i record per marca e tipologia di prodotto. “Ma la suite”, rimarca Morelli, “ è in continua evoluzione. Ogni mese rilasciamo implementazioni e novità secondo una roadmap programmata per i prossimi due anni. Al momento stiamo mettendo a punto un modulo che aiuterà gli agenti commerciali a gestire ordini e provvigioni, e che dovrebbe essere disponibile nei prossimi giorni. A stretto giro puntiamo a integrare direttamente nella piattaforma i marketplace di eBay e Amazon, che al momento comunicano con Bman tramite un partner esterno, Bindcommerce. Entro la fine dell’anno saremo poi in grado di fornire la soluzione con ridondanza in Azure per garantire un accesso ancora più sicuro”.

Domenico Aliperto

Domenico Aliperto vive a Milano, dove si è laureato in Relazioni Pubbliche all’università IULM e dove segue da giornalista i temi dell’economia digitale e dell’innovazione tecnologica. Viaggia, scrive e all'occorrenza…