Una palestra per l’innovazione: così l’Innovation Gym di Acea “allena” i nuovi assunti - Economyup

CORPORATE ENTREPRENEURSHIP

Una palestra per l’innovazione: così l’Innovation Gym di Acea “allena” i nuovi assunti



Promosso dal team di Innovazione del gruppo, il programma si è tenuto dal 27 al 29 settembre 2022 presso il Talent Garden di Roma, dove i neoassunti under 35 si sono incontrati e sfidati per tre giorni su tre grandi temi: l’Intelligenza Artificiale, la Data Intelligence e la Robotica

07 Ott 2022


Il programma Innovation Gym di Acea

L’innovazione è un’attitudine che si coltiva. È nato seguendo questa filosofia il programma Innovation Gym di Acea: una palestra per allenare i giovani talenti e sviluppare il loro potenziale. Promosso dal team di Innovazione del gruppo, il programma si è tenuto dal 27 al 29 settembre 2022 presso il Talent Garden di Roma, dove i neoassunti under 35 si sono incontrati e sfidati per tre giorni su alcuni dei temi più caldi dell’innovazione.

“Il programma Innovation Gym, ideato dalla Unità Innovation di Acea, ha coinvolto i giovani dell’azienda in una maratona di creatività” racconta Silvia Celani, Head of Innovation di Acea. “I ragazzi si sono messi in gioco sfidandosi e acquisendo competenze sulle tematiche di AI, di data intelligence e di robotica, nel segno dell’innovazione pragmatica che ci contraddistingue e ci proietta verso il 2023, anno europeo delle competenze”

Innovation Gym: il programma

Innovation Gym è una serie di appuntamenti, ideati dall’Unità Innovation di Acea allo scopo di favorire la diffusione della cultura dell’innovazione tra i neo assunti under 35 del Gruppo.

L’iniziativa si è svolta in tre giornate, il 27, 28 e 29 settembre, presso la sede di Talent Garden di Roma in via Ostiense, 92. Tre incontri per tre grandi temi:  l’Intelligenza Artificiale, la Data Intelligence e la Robotica, con la partecipazione di un massimo di 20 partecipanti suddivisi in team.

Il format della “palestra” è pensato per creare ingaggio e competizione positiva nei partecipanti, in un contesto studiato per essere accattivante, divertente e stimolante con speech ispirazionali, presentazioni tecnologiche, sfide di gruppo e premiazioni dei risultati più meritevoli.

In particolare, ogni sessione si è così svolta:

  • un momento ispirazionale di un esperto del tema della giornata (Jacopo Piana, fondatore di Quick Algorithm, il 27 e 28 Settembre, e Stefano Capezzone, presidente del CNA di Roma, assieme a Cora Gasparotti, digital performer, il 29 Settembre).
  • una fase di Idea Generation per la creazione di un’idea innovativa da presentare insieme al team in un breve video pitch
  • presentazione dei video pitch, votazione delle idee e proclamazione del team vincitore della sessione
  • un aperitivo di networking

Il pomeriggio del 29 settembre ha visto la conclusione dell’evento con la sessione finale, durante la quale i tre team vincitori si sono sfidati per la vittoria finale del programma di fronte a Ivan Vigolo, CIIO del Gruppo Acea.

Una sfida non solo “per la gloria”: in palio per il vincitore c’era un premio a scelta tra un Master Part Time organizzato dalla Talent Garden Innovation School e un’esperienza al FabLab di Roma in via Ostiense.

Acea Innovation Gym

I pilastri dell’innovazione di Acea: Corporate Entrepreneurship e Open Innovation

Il programma di corporate entrepreneurship di Innovation Gym, destinato in particolare alle nuove leve del Gruppo, si inserisce nel quadro più ampio delle diverse iniziative di Acea per favorire la cultura dell’innovazione. Il coinvolgimento dei dipendenti è infatti uno dei pilastri dell’innovazione del gruppo, basato su un paradigma di innovazione aperta.

Strumento principe di questa strategia, come racconta Silvia Celani in questa videointervista, è sul fronte interno l’Innovation Garage, il programma dedicato all’imprenditorialità delle persone di Acea che mette a disposizione spazi, tempo e risorse per raccogliere e valorizzare idee e sostenere lo spirito imprenditoriale.

L’open innovation di Acea attinge idee e progetti anche dall’esterno, grazie specialmente al network di università, centri di ricerca, startup e programmi di accelerazione che alimentano il funnel per l’innovazione del gruppo. Senza dimenticare iniziative di condivisione con l’ecosistema quali l’Innovation Day, che  quest’anno si è sviluppato in un Innovation Tour di più giorni sul territorio, e l’adesione a importanti eventi, come la recente partecipazione alla Maker Faire 2022.

Maura Valentini

Laureata in lingue orientali, sono un'amante di Giappone e innovazione. Parte del gruppo Digital360 dal 2020, scrivo per le testate EconomyUp, InsuranceUp e Proptech360.