PoliHub, una call4ideas per portare startup italiane in Cina | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

INTERNAZIONALIZZAZIONE

PoliHub, una call4ideas per portare startup italiane in Cina

16 Set 2017

Scade il 19 settembre il termine per candidarsi al contest sull’innovazione nei semiconduttori di terza generazione lanciato da Pechino. A gestire le selezionare e supportare le candidature italiane saranno l’incubatore e il Politecnico di Milano. Ecco i dettagli del concorso e come partecipare

C’è tempo fino al 19 settembre (scadenza candidature ore 23:59) per partecipare al secondo “International Advanced Seminconductor Innovation Contest”, la call4ideas lanciata dal Ministero della Scienza e Tecnologia cinese, all’interno della sesta edizione del “China Innovation and Entrepreneurship Contest”, che ha l’obiettivo di raccogliere idee e progetti innovativi nel campo dei semiconduttori di terza generazione. Il concorso è rivolto a startup e imprese interessate ad avviare un progetto imprenditoriale nel mercato cinese. Per questo, oltre ad aziende provenienti dalla Cina stessa, il contest è aperto anche a idee di business provenienti da quattro paesi europei: Italia, Olanda, Finlandia e Regno Unito. Startup e aziende che intendono candidarsi, dovranno presentare progetti nei tre campi di applicazione della call: fotoelettronica, elettronica di potenza e microonde RF (qui maggiori dettagli)

A valutare, selezionare e supportare le candidature dall’Italia, sarà un team composto da esperti del Politecnico di Milano e di PoliHub, l’incubatore gestito dalla Fondazione Politecnico di Milano. Il processo di selezione avverrà in diverse fasi: una volta inviate le candidature (entro il 19 settembre, compilando questo form), la giuria dei selezionatori comunicherà (presumibilmente entro il 21 settembre) i migliori progetti selezionati, i quali riceveranno un supporto strategico (dal 22 al 29 settembre) per lo sviluppo e la definizione del business model, in vista dell’invio definitivo alla giuria cinese il 30 settembre.

«Il progetto rientra nella parnership che PoliHub e Politecnico di Milano hanno stretto qualche mese fa con Tus Star Holding – spiega Stefano Mizio, Head of Startup Mentoring di PoliHub – il più grande incubatore al mondo che ha sede a Pechino. Il nostro ruolo è quello di fare scouting e assessment, ovvero selezionare i progetti italiani migliori e supportarli nella realizzazione di un business model adatto a competere con gli altri candidati».

Vi racconto l’accordo del Polihub con il più grande incubatore del mondo

«Il mercato dei semiconduttori di terza generazione – continua Mizio – è in forte crescita, nonostante sia estremamente tecnico, perché rappresenta la base per la realizzazione dei principali prodotti tecnologici che oggi conosciamo. Ecco perché l’industria mondiale sta investendo con convinzione in questo settore. Crediamo che questo concorso sia l’occasione per le nostre aziende per scoprire le possibilità che offre il mercato cinese, anche per quanto riguarda l’accesso ai capitali».

Ai primi tre progetti classificati del“International Advanced Seminconductor Innovation Contest”, sia nella categoria startup che in quella aziende, verrà corrisposto un premio in denaro fino a che va da 10mila Yen (circa 1300 euro), per i terzi classificati, a 100mila Yen (circa 13mila euro) per i primi classificati.

Articoli correlati