Forum PA 2016, che cosa accadrà dal 24 al 26 maggio a Roma | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Appuntamenti

Forum PA 2016, che cosa accadrà dal 24 al 26 maggio a Roma

19 Mag 2016

150 eventi, 3 convegni, incontri e tavoli di lavoro: è la nuova edizione della kermesse dedicata alla pubblica amministrazione. Apre l’economista Rifkin, intervengono i ministri Padoan e Delrio. Spazio alle startup con la premiazione delle migliori che offrono soluzioni per enti pubblici. E quest’anno c’è anche un’app per orientarsi nel programma

Carlo Mochi Sismondi, presidente di FPA
“Nessun cambiamento nelle organizzazioni è possibile senza la fattiva e convinta partecipazione di tutti. È su questa base che FORUM PA2016 si presenta non solo come un grande appuntamento di confronto, d’informazione e di formazione, ma anche e forse soprattutto come un momento di lavoro collaborativo”: così Carlo Mochi Sismondi, presidente di FPA, lancia la grande manifestazione che si terrà a Roma dal 24 al 26 maggio prossimi al Palazzo dei Congressi. Una manifestazione con oltre 150 eventi, 3 grandi convegni di scenario, incontri con i protagonisti del governo, delle amministrazioni, del mondo economico, della ricerca e della cittadinanza organizzata, e ancora workshop, focus, momenti formativi gratuiti per i dipendenti pubblici e per i giornalisti. Ad aprire la kermesse sarà la lectio magistralis di Jeremy Rifkin, economista, attivista, scrittore e teorico della terza rivoluzione industriale. 

Quest’anno più che mai la 27ma edizione di FORUM PA sollecita un confronto sull’innovazione per una Pubblica Amministrazione che si trova al bivio di un cambiamento epocale, generato da una crisi sempre più strutturale e soprattutto da un’accelerazione tecnologica che fa emergere nuovi bisogni e porta nuove soluzioni. Una Pubblica Amministrazione che, alle soglie di un vero e proprio salto di paradigma, è costretta a cambiare radicalmente e ad adeguarsi velocemente alle rivoluzioni che attraversano la società, e che è chiamata nella tre giorni romana a immaginare scenari futuri, disegnare soluzioni di innovazione istituzionale, organizzativa e tecnologica. “Decine di comunità di pratica, che forse hanno lavorato assieme solo in rete – sottolinea Carlo Mochi Sismondi – si trovano fisicamente nelle nostre sale, attorno ai tavolo delle nostre “creativity room” per scambiare idee ed opinioni, ma anche per trovarne di nuove”. Ecco i temi, i protagonisti e i tavoli di lavoro dell’evento.

L’AGENDA DEGLI INTERVENTI

Le macroaree – Riforma, Sviluppo e Tecnologia sono le tre le grandi macroaree su cui si articoleranno tutti gli interventi: dai “nuovi modelli amministrativi per una società che cambia”, che tocca i temi della riforma dello Stato, dell’open government e della sharing economy, allo “Stato Innovatore” che opera per una nuova politica economica ed industriale puntando su ricerca, innovazione, digital economy e nuovo welfare, fino al tema del “Digital first” e della cittadinanza digitale che investe tutti gli ambiti, dalla scuola alla sanità alla giustizia alla cybersecurity.

Lectio magistralis – Ad aprire la manifestazione la lectio magistralis (martedì 24 maggio, h. 9.30) di uno degli economisti più visionari del nostro tempo, Jeremy Rifkin, uno dei massimi profeti del nuovo ordine economico che va sotto il nome di sharing economy. A partire dal suo ultimo libro, “La società a costo marginale zero”, Rifkin rifletterà sui temi della condivisione, della rete, della trasparenza e della collaborazione, e su quanto essi siano capaci di sovvertire l’approccio ancora prevalente di natura burocratica e verticale della Pubblica Amministrazione.

AgID e la cittadinanza digitale – La giornata di mercoledì 25 maggio (ore 9.30) vedrà protagonista il direttore di AgID Antonio Samaritani per il secondo grande convegno di scenario sul tema della cittadinanza digitale, durante il quale verranno presentate in anteprima le linee guida del Piano Triennale dell’AgID per la PA Digitale. 

Il ministro Padoan e lo Stato innovatore Giovedì 26 infine (ore 11.30) il terzo grande evento di scenario, “Lo Stato innovatore: verso una PA 4.0 in un’economia 4.0”, le cui conclusioni saranno affidate al Ministro dell’Economia e delle Finanze Pier Carlo Padoan.

Il ministro Delrio e le infrastrutture – Al tema centrale delle infrastrutture e delle reti (fisiche e telematiche) e dei finanziamenti pubblici atti a sostenere le opere realmente utili alla crescita del Paese sarà dedicato il convegno “Connettere l’Italia”, in programma mercoledì 25 maggio alle ore 9.30-11.30, presieduto dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio. Il Censimento permanente delle istituzioni pubbliche e una migliore conoscenza del settore pubblico saranno i temi al centro dell’incontro di martedì 24 maggio (ore 14.30) con Giorgio Alleva, Presidente Istat. Si parlerà ovviamente di Smart City e Sharing City e delle politiche per ripartire dal territorio e dalle persone: martedì 24 maggio (ore 15-18) il Secondo incontro nazionale degli Assessori alla Smart City presieduto da Paolo Testa, Presidente dell’Osservatorio Nazionale Smart City Anci, mentre mercoledì 25 sempre dalle 15 alle 18 un convegno dedicato alle più interessanti esperienze di economia collaborativa sul territorio, dalle TagesMutter, le “mamme di giorno” del Trentino, alla Banca del Tempo di Sarre alla “energia di comunità” della Comunità cooperativa di Melpignano.

Semplificazione ed empowerment – Il Sottosegretario di Stato per la Semplificazione e Pubblica Amministrazione, Angelo Rughetti, coordinerà il 25 maggio un convegno su uno dei temi più scottanti della Riforma Madia: la riduzione drastica del numero delle società partecipate. L’empowerment dei cittadini, l’Open Government e i nuovi modelli di democrazia partecipata saranno affrontati nel convegno del 24 maggio (ore 9.30-11.30) con Flavia Marzano, Presidente Stati Generali dell’Innovazione e Fondatrice di Wister – Women for Intelligent and Smart TERritories.

Finestra sull’Europa – Non mancherà naturalmente la finestra sull’Europa, alla vigilia dei sessant’anni del Trattato di Roma: se ne parlerà in “Un’ora con…Sandro Gozi”, Sottosegretario agli Affari Europei (mercoledì 25 maggio, ore 12-13). Lo stato della programmazione europea 2014-2020 e delle politiche di coesione sarà presentato il 24 maggio (15:00-18:00) dai suoi maggiori protagonisti: Maria Ludovica Agrò, Direttore Generale dell’Agenzia per la Coesione Territoriale, Claudio De Vincenti, Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio e Antonello Giacomelli, Sottosegretario Mise con delega alle Comunicazioni. Parteciperà all’incontro Charlina Vitcheva, Direttore Generale Crescita intelligente e sostenibile e Europa meridionale per la Commissione Europea.

Welfare e futuro del lavoro – Questi temi saranno discussi con il Sottosegretario al Lavoro e alle Politiche Sociali Luigi Bobba (martedì 24 maggio, ore 15-16), mentre dalle 15 alle 18 il convegno “Le nuove politiche attive del lavoro: il progetto e le istituzioni” vedrà confrontarsi il Presidente della nuova Agenzia per le Politiche Attive del Lavoro (ANPAL) Maurizio Del Conte, insieme a Paolo Pennesi, Direttore Generale dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro.

Le “Competenze digitali per la PA” – Sia quelle di base per tutto il personale che l’e-leadership verranno analizzate il 24 maggio assieme a Giuseppe Iacono, Vicepresidente Stati Generali dell’Innovazione. Innovazioni che per realizzarsi compiutamente devono essere supportate dalla garanzia di reali pari opportunità e dall’adeguata presenza delle donne nella Pubblica Amministrazione: se ne discuterà il 25 maggio (ore 15-18) nel convegno “I Comitati Unici di Garanzia: da adempimento a investimento” che sarà aperto dalla Vicepresidente del Senato Valeria Fedeli.

L’APPLICAZIONE

Quest’anno è stata prevista una nuova app dedicata a FORUM PA 2016 che serve per facilitare l’orientamento nel ricco programma della manifestazione. Tutti gli eventi organizzati da FORUM PA srl sono ora a portata di smartphone grazie alla APP FPAnet. Download da iTunes Download da GooglePlay. Una versione aggiornata che amplifica e rende più semplice l’esperienza principale per cui si partecipa a manifestazioni di questo tipo: incontrarsi, relazionarsi con persone che hanno interessi comuni, ampliare la propria rete di contatti e acquisire competenze e strumenti grazie alla formazione gratuita previste nel corso della Manifestazione. Con la nuova APP FPAnet, è possibile accreditarsi alla manifestazione e iscriversi agli eventi, pianificare e gestire la propria agenda, essere aggiornato in tempo reale sul programma dei tre giorni, accedere alle schede dei relatori e dei partner, condividere contenuti e impressioni sui social, acquisire nuovi contatti, scambiare biglietti da visita e aumentare il network, verificare chi fra i propri contatti in rubrica è presente in manifestazionerestituire un feedback sui contenuti con l’istant polling e scaricare gli atti in tempo reale.

SPAZIO ALLE STARTUP

Le startup per innovare la PA – Nel corso dell’evento i progetti selezionati dalla giuria della “FORUM PA Call4ideas 2016: Le startup per innovare la PA” si presenteranno con la formula dell’elevator pitch (cinque minuti di tempo per raccontare in maniera rapida ed efficace la propria soluzione innovativa). Si parte da qui approfondire il rapporto tra mondo delle startup e Pubblica Amministrazione. A partire dalle ore 9.30 del 26 maggio.

GLI ARGOMENTI 

Ecco alcuni dei principali temi che saranno trattati durante l’evento:

Un FOIA per l’Italia: prime reazioni e commenti – Il Consiglio dei Ministri del 16 maggio ha varato il decreto trasparenza e ora anche l’Italia ha il suo FOIA, il Freedom of Information Act. Si tratta ora di capirne potenzialità e criticità ma, soprattutto, le modalità per farlo diventare un importante strumento per la creazione di un nuovo rapporto tra stato e cittadini. Se ne parla a FORUM PAdalle ore 15 alle 18 del 26 maggio.

Il piano per la “salute digitale” a sostegno dell’integrazione sociosanitaria – Di fronte all’aumento dell’età media e della cronicità, l’ospedalizzazione non può essere più l’unica risposta, bisogna puntare su percorsi integrati che coinvolgano ospedali, strutture territoriali del SSN e responsabili delle politiche sociali. Quale apporto può venire dall’ICT a queste nuove esigenze di assistenza e cura? Ne parleremo il 26 maggio a partire dalle ore 11.45.

Il piano Nazionale Scuola Digitale (PSND): prime esperienze operative – Il piano per la Scuola Digitale, presentato dal Ministero alla fine di ottobre 2015, prevede una quarantina di azioni, di cui la metà sono già partite. Obiettivo del convegno è dar conto delle esperienze già realizzate e immaginare percorsi tecnologici ed organizzativi in grado di sostenere ed accelerare questo processo. Il convegno è in programma alle ore 9.30.

I TAVOLI

Oltre agli interventi di politici, dirigenti e responsabili della cosa pubblica si susseguiranno “collane” di appuntamenti che prevedono un lavoro di gruppo. Sono tavoli a invito, quindi per partecipare è richiesto l’ingresso agli indirizzi rintracciabili in ciascun link.

Call4solutionFPA e Microsoft, in occasione del 27° FORUM PA, propongono un momento di esplorazione, ideazione e creazione in cui rappresentanti della Pubblica Amministrazione Centrale e Locale e alcuni operatori potranno confrontarsi e lavorare – in un ambiente collaborativo e con un format fortemente innovativo e “inusuale” – su alcuni dei temi più rilevanti per la Crescita Digitale del Paese. Non un convegno, dunque, ma un processo di progettazione condiviso, interattivo e incentrato sulla persona (cittadino, utente, dipendente, ecc…) e sui suoi bisogni. I partecipanti, coordinati da facilitatori esperti e partendo da problemi e criticità reali, si focalizzeranno quindi sull’execution dei processi e porteranno alla luce soluzioni e idee nuove e pragmatiche, immediatamente azionabili. Per saperne di più e iscriversi ecco la pagina dedicata

I Cantieri della PA digitale – È la prova del nove per i dieci “laboratori” del progetto I Cantieri della PA digitale, che in occasione di #forumpa2016 presenteranno a una community allargata di referenti pubblici le prime considerazioni e indicazioni operative per una PA digitale. Nel corso di questi mesi, infatti, i più autorevoli operatori pubblici e privati si sono incontrati con lo scopo di disegnare i percorsi di attuazione nelle aree verticali e trasversali della digitalizzazione pubblica, individuate dal progetto targato FPA. Nella sala creativity del Palazzo dei Congressi, i tavoli di lavoro tematici si “moltiplicheranno” per diventare un’esperienza allargata di confronto e scambio. Ecco i cantieri attivati:

mercoledì, 25 maggio mattina 
• Cantiere Sicurezza Digitale: tecnologie, modelli e infrastrutture per la cyber security dei sistemi informatici e dei dati pubblici[tl.06]
mercoledì, 25 maggio pomeriggio 
Cantiere Sanità Digitale: servizi, tecnologie e modelli per la salute e il benessere del cittadino[tl.01]
giovedì, 26 maggio mattina
Cantiere Cittadinanza Digitale: strumenti, servizi e modelli per un nuovo rapporto tra cittadini, imprese e amministrazioni[tl.05]
giovedì, 26 maggio pomeriggio
Cantiere Procurement dell’innovazione: Strumenti innovativi per l’acquisto di beni e servizi tecnologici daparte del settore pubblico[tl.10]
Cantiere Scuola Digitale: strumenti, piattaforme e competenze per una Scuola sempre più digitale[tl.03]

Due appuntamenti sulla sharing economy e la partecipazione
Martedì 24 maggio pomeriggio

L’intelligenza della città partecipata: competenze, risorse e regole per l’innovazione urbana.
Mercoledì 25 maggio pomeriggio 
Sharing City, dalla visione alle realtà. Esperienze e soggetti dell’economia collaborativa a confronto sulla proposta di legge.

L’hashtag della manifestazione è #forumpa2016

keyboard_arrow_right
keyboard_arrow_left
 

 

Luciana Maci
Giornalista

Ho partecipato al primo esperimento di giornalismo collaborativo online in Italia (Misna). Sono dal 2013 in Digital360 Group, prima in CorCom, poi in EconomyUp. Scrivo di innovazione ed economia digitale

Articoli correlati