Fondazione ISI, alla guida lo scienziato Alessandro Vespignani

INNOVAZIONE SOCIALE

Fondazione ISI, alla guida Alessandro Vespignani per affrontare la sfida dei dati “for social good”



Tra i massimi esperti di modelli epidemiologici e Scienza delle previsioni, Vespignani guiderà Fondazione ISI, centro internazionale nel campo dei Sistemi Complessi e dei Dati con sede a Torino. La nuova frontiera: dati e impatto sociale

07 Ott 2022

Alessandro Vespignani, Presidente Fondazione ISI, Direttore del Northeastern Network Science Institute e Distinguished Professor presso la Boston University

C’è un nuovo nome alla guida di Fondazione ISI, il centro di eccellenza internazionale nel campo dei Sistemi Complessi e dei Dati di Torino: il professor Alessandro Vespignani, tra i massimi esperti al mondo di modelli epidemiologici e Scienza delle previsioni. Vespignani è stato nominato all’unanimità da Fondazione CRT e Fondazione Sviluppo e Crescita-CRT, soci fondatori di Fondazione.

Chi è lo scienziato Alessandro Vespignani

Fondatore e direttore del Northeastern Network Science Institute e distinguished professor presso la Boston University, Alessandro Vespignani ha lavorato nei più importanti centri di ricerca e università del mondo, tra cui Yale University, Leiden University, International Center for Theoretical Physics (UNESCO) di Trieste e l’Indiana University. È inoltre membro dell’American Physical Society, dell’Academia Europaea e dell’Institute for Quantitative Social Sciences presso Harvard University.

WEBINAR
13 Dicembre 2022 - 12:00
Un caso virtuoso di Digital Marketing nel Manufacturing: KPI e obiettivi - WEBINAR
Digital Transformation
Manifatturiero/Produzione

Il professor Vespignani concentra attualmente la propria attività di ricerca sullo sviluppo di modelli epidemiologici e per l’analisi della diffusione delle malattie infettive e sullo studio di network biologici, sociali e tecnologici. Ha contribuito alla gestione globale delle epidemie di Ebola, Sars, Zika e Covid, collaborando con l’Organizzazione mondiale della Sanità, la Casa Bianca, i Centers for Disease Control and Prevention negli Stati Uniti e altre istituzioni internazionali.

“Sono estremamente onorato di raccogliere il testimone della presidenza della Fondazione ISI dalle mani degli straordinari scienziati che mi hanno preceduto” ha dichiarato, “La pandemia ci ha insegnato più di ogni altra cosa il valore dei Dati e di come possono essere trasformati in conoscenza, che definisce la nostra capacità di salvare vite e migliorare la società. Sono molto felice di iniziare un cammino con la Fondazione che vada a confrontarsi con le importanti sfide che ci attendono in questo campo”.

Fondazione ISI: scienza e dati al servizio della comunità

Fondazione ISI nasce nel 1983 a Torino sotto la guida di Tullio Regge, e dal 2014 ha istituito assieme a Fondazione Sviluppo e Crescita-CRT la fondazione sorella ISI Global Science Foundation a New York. La sua storia è costellata di importanti passi nel mondo scientifico e nomi di visionari del settore come Carl Kaysen, Thomas Kuhn e Salva Luria, sotto la guida del primo Presidente, Tullio Regge e poi Mario Rasetti.

Avvalendosi di una rete globale di centinaia di istituzioni partner, Fondazione ISI affronta le sfide dello studio dei sistemi complessi secondo un approccio strategico interdisciplinare, e alimenta un prezioso scambio di conoscenze con la più ampia comunità scientifica, le realtà filantropiche e i governi per promuovere la crescita sociale, economica e culturale. Tra le diverse iniziative, è partner scientifico dei laboratori di Artificial Intelligence istituiti a Torino da Intesa Sanpaolo Innovation Center.

“La prestigiosa presidenza del professor Vespignani ci accompagna nel futuro: insieme a lui faremo progredire ancora la proficua collaborazione con Fondazione ISI avviata molti anni fa in maniera visionaria da Fondazione CRT” commenta Massimo Lapucci, Segretario Generale di Fondazione CRT e CEO di OGR Torino. “Accanto ai vari ambiti in cui ISI è leader riconosciuto a livello internazionale, ora è tempo di accelerare anche nell’esplorazione della nuova frontiera dell’impatto sociale dei Dati, che toccano ogni aspetto della nostra quotidianità.”

In questa direzione, la Fondazione ha recentemente instituito alle OGR Torino assieme a Fondazione CRT il primo Centro europeo sulla Scienza dei Dati “for social good”, con il preciso obiettivo di guidare l’utilizzo dei dati a beneficio della società.

Il centro lavora per generare valore pubblico dai dati, dalla scienza dei dati e dall’intelligenza artificiale, attraverso azioni innovative che mirano ad avere un impatto sull’intero ecosistema. Con prospettive locali, europee e globali, punta ad ispirare azioni a beneficio del maggior numero di persone nel modo più ampio