Dal petrolio alle energie rinnovabili: così l'innovazione ha aiutato ERG nella trasformazione del business - Economyup

STARTUP INTELLIGENCE

Dal petrolio alle energie rinnovabili: così l’innovazione ha aiutato ERG nella trasformazione del business



Tra i principali attori del mercato Oil fino al 2008, ERG ha modificato radicalmente il portafoglio di business anticipando gli scenari energetici di lungo termine. Da qui la cessione degli asset oil in favore di investimenti in solare ed eolico. Con l’innovazione che ha svolto un ruolo sinergico nell’intero processo

di Alessandra Luksch, Matteo Bascapé

23 Set 2022


ERG è un primario operatore indipendente di energia pulita da fonti rinnovabili, presente in nove paesi a livello europeo. Primo operatore eolico in Italia, tra i primi dieci in Europa, il Gruppo è inoltre attivo nella produzione di energia da fonte solare, tra i primi cinque in Italia. Tra i principali player del mercato Oil fino al 2008, ERG ha modificato radicalmente il proprio portafoglio di business anticipando gli scenari energetici di lungo termine attraverso una trasformazione aziendale di successo verso un modello di sviluppo sostenibile.

L’azienda si compone di circa 800 persone con un ricavo annuo nel 2021 attorno agli 1,2 miliardi di euro. ERG conta su una capacità rinnovabile totale installata di circa 2.5 GW, composta per più dell’80% da eolico.

L’innovazione in ERG è presente in maniera diffusa, sia nelle aree di supporto che più strettamente di business. Da circa un anno, è stata attivata una Funzione dedicata all’innovazione, con l’obiettivo principale di coordinare le attività del Gruppo, monitorare le nuove tecnologie e implementare nuovi modelli di business.

A livello organizzativo, tale funzione afferisce all’area di Generation & Market con un ruolo di coordinamento strategico dell’innovazione. In particolare, si occupa di organizzare in maniera strutturata le richieste che provengono dall’esterno e di smistarle verso le opportune aree di competenza interne. L’innovazione in ERG è quindi una attività sinergica, in cui la Funzione di Innovation Project funge da centro di coordinamento, controllo e indirizzo. Le attività sono strutturate secondo cinque filoni principali: eolico offshore, energy storage (sia a livello tecnologico che di modello di business), end of life asset dismantling, idrogeno verde e digitalizzazione.

L’introduzione della Funzione di Innovation Project è, quindi, parte di un più ampio processo strategico di business transformation – che ha visto la cessione degli asset oil a favore di investimenti in solare ed eolico – e contestualmente, il succedersi di un nuovo management team, in prevalenza cresciuto internamente, parte di una nuova macrostruttura organizzativa profondamente rinnovata, per adattare l’azienda al nuovo assetto strategico. In quest’ottica, la recente spinta verso l’innovazione rappresenta un tassello fondamentale all’interno del processo di trasformazione, che parte dal core business e si estende progressivamente a tutta l’organizzazione. Fondamentale è anche l’impegno di ERG per diffondere all’interno della popolazione aziendale una cultura incentrata sull’innovazione e il digitale.

Il processo di trasformazione aziendale si sta gradualmente estendendo anche nell’area relativa all’innovazione digitale, come testimoniato dalla partecipazione di ERG alla nona edizione dell’Osservatorio Startup Intelligence della School of Management del Politecnico di Milano, una piattaforma volano di cultura dell’innovazione nel Gruppo. L’obiettivo ultimo è affermarsi sempre di più in qualità di protagonista nel processo di transizione energetica e innovazione in atto a livello nazionale e globale,

 

Alessandra Luksch

Direttore dell'Osservatorio Startup Intelligence degli Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano

Matteo Bascapé

Analista, Osservatorio Startup Intelligence