Cairoli, ad Lottomatica: "Con Idee Vincenti sosteniamo l'imprenditoria culturale innovativa" | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

L'INTERVISTA

Cairoli, ad Lottomatica: “Con Idee Vincenti sosteniamo l’imprenditoria culturale innovativa”



“Questa iniziativa di open innovation risponde anche alla volontà di interpretare il ruolo di azienda responsabile”, dice Fabio Cairoli, amministratore delegato di Lottomatica, che aggiunge: “Stiamo lavorando ad altri progetti. Il nostro obiettivo è sostenere i giovani e le loro idee imprenditoriali e innovare la cultura”

13 Mag 2019


Fabio Cairoli, amministratore delegato di Lottomatica

Le startup vincitrici di Idee Vincenti, la call for ideas di Lottomatica per favorire tutela e valorizzazione dei beni culturali e del territorio, sono alle ultime fasi del percorso di accelerazione al PoliHub e stanno lavorando anche per far conoscere le loro soluzioni: il 15 maggio sono a Roma per il Forum PA, l’evento dedicato all’innovazione nella pubblica amministrazione, visto che arte e cultura sono ambiti in cui molto può fare la PA, e il 23 maggio parteciperanno a Milano al convegno dell’Osservatorio Innovazione Digitale nei Beni e Attività Culturali.

In questa intervista il presidente e amministratore delegato di Lottomatica Holding Fabio Cairoli illustra a EconomyUp l’importanza dell’innovazione per la cultura e le ragioni per cui l’azienda è impegnata a sostenere i giovani e la nuova imprenditorialità.

Lottomatica e la cultura: quali sono le ragioni e gli obiettivi di questa relazione consolidata?
ll patrimonio culturale e artistico italiano ha bisogno di essere conservato e valorizzato. Noi, come azienda, abbiamo scelto di sostenere numerosi progetti di interesse sociale che rispondano ad esigenze concrete della collettività: dalla formazione professionale per giovani talenti ai progetti di inclusione sociale fino alla valorizzazione artistica e culturale.

Questo impegno, in un momento storico particolare, nel quale ci sono effettivamente difficoltà oggettive a reperire risorse per sostenere il nostro patrimonio, ci ha dato e ci dà la possibilità anche di svolgere un ruolo importante nell’affiancare le Istituzioni nella salvaguardia e nel sostegno dell’arte. In ogni iniziativa cerchiamo sempre un modo per condividere e raccontare i valori che accompagnano la nostra idea di crescita responsabile, e che cerchiamo di mettere al servizio dello sviluppo culturale del nostro paese.

Le attività di responsabilità sociale delle aziende, la CSR, si sta evolvendo: perché e come cambia quella di Lottomatica?
Sono portato a vedere nell’innovazione il motore del progresso umano. La trasformazione digitale è ovviamente un aspetto che, anche come azienda, abbiamo già iniziato a vedere, a progettare e a eseguire anni fa e credo che inesorabilmente continuerà ad essere una delle nostre priorità: una cultura digitale che ci consente, accelerandola, di cogliere opportunità che oggi non cogliamo, di vedere opportunità che prima non vedevamo, di fare meglio cose che già facciamo.

L’innovazione tecnologica è strategica non solo per Lottomatica, ma anche per il futuro del Paese. Ecco perché abbiamo deciso attraverso Idee Vincenti di coinvolgere i migliori talenti per applicare al mondo della cultura soluzioni innovative: il patrimonio culturale e artistico italiano ha bisogno di essere valorizzato.

Il sostegno ai giovani è una forma aziendale di give-back dell’azienda alla società?
I giovani sono il futuro. Abbiamo quindi cercato progetti e strategie che li sostenessero nell’interesse del Paese intero. Da qui sono partiti Generazione Cultura, un progetto che unisce il futuro dei nostri giovani e quello della valorizzazione del nostro patrimonio culturale, realizzato insieme al Mibact, alla LUISS Business School e a 25 importanti istituzioni culturali del nostro Paese, e ancora Vincere da Grandi, un’iniziativa realizzata in collaborazione con il Coni per offrire l’accesso gratuito allo sport ai ragazzi appartenenti a famiglie residenti in aree disagiate e a forte rischio di emarginazione sociale. In questo caso ho voluto impegnare l’azienda proprio perché credo nei nostri giovani e credo che lo sport sia un ottimo modo per sconfiggere l’emarginazione sociale, soprattutto per chi ha difficoltà ad accedervi. E naturalmente Idee Vincenti.

Vogliamo stimolare la nascita di idee che possano sostenere lo sviluppo dei beni culturali non solo attraverso tecnologie innovative, ma attraverso le nuove idee imprenditoriali che spesso, non sempre, sono sostenute da giovani e brillanti talenti italiani. Certamente il nostro impegno verso i giovani è da interpretarsi in un’ottica di give-back nei confronti della collettività intera e delle eccellenze del nostro Paese.

Perché Lottomatica ha deciso di sostenere la nuova imprenditorialità?
È innovatore chi sa pensare fuori dagli schemi, chi sa cogliere ed interpretare il cambiamento, chi non ha paura di mettersi in gioco, di osare e percorrere nuove strade per individuare le soluzioni più efficaci o cogliere nuove opportunità. Non sempre chi ha questo tipo di visione sul futuro ha gli strumenti, economici, formativi e manageriali per realizzare progetti che un domani potrebbero cambiare la nostra vita di tutti i giorni o il nostro modo di fruire di un dipinto di Leonardo Da Vinci. Ed è qui che si inserisce Lottomatica e il nostro sostegno all’imprenditorialità nell’obiettivo, per quanto ci è possibile, di far volare queste idee e sostenere i visionari del futuro.

Che cosa può e deve fare l’innovazione per arte e cultura?
Blockchain, intelligenza artificiale, realtà virtuale sono solo alcune delle tecnologie innovative che possono valorizzare le risorse culturali di interesse locale e nazionale, ma anche tutelare e incentivare la fruizione di servizi che promuovano le città italiane come poli di attrazione culturale. Per esempio, una delle tecnologie che ha ottenuto la maggiore attenzione da parte dei candidati in occasione della prima edizione di idee Vincenti, è stata la realtà aumentata e virtuale applicata a musei e siti espositivi. Questo è senza dubbio un dato che testimonia l’esigenza del mercato di differenziare le modalità di accesso ai beni culturali e creare nuove opportunità esperienziali.

Idee Vincenti, progetto brillante realizzato con il PoliHub di Milano insieme ad altre università italiane ha visto ben 80 candidature provenienti da tutto il territorio nazionale tra studenti, aspiranti imprenditori, startup, enti e no profit. Questa iniziativa di open innovation per la cultura, come altre a cui stiamo lavorando, risponde inoltre alla volontà di interpretare il ruolo di azienda responsabile attraverso il sostengo a vari progetti di interesse sociale che siano di valorizzazione artistica, formazione professionale o inclusione sociale. Con Idee Vincenti abbiamo voluto porre l’attenzione su quella parte di società a cui Lottomatica guarda con attenzione crescente, ossia i Millenial e le loro straordinarie capacità digitali e innovative.