29 libri consigliati da 10 manager dell’innovazione - Economyup

TRASFORMAZIONE DIGITALE

29 libri consigliati da 10 manager dell’innovazione



Libri per capire l’innovazione: 10 manager partecipanti alla serie di video talk “Digital Transformation Tools” di EconomyUp hanno segnalato ognuno il testo preferito su digital transformation e tecnologie innovative. Ecco i titoli: classici, new entries e qualche sorpresa

22 Ago 2022


29 libri per capire l'innovazione

Ci sono titoli prevedibili e altri meno. Autori assai noti e altri di nicchia. E c’è anche un allenatore di calcio. Ai 10 manager dell’innovazione che hanno partecipato alla nostra serie di video talk Digital Transformation Tools abbiamo chiesto le loro fonti di ispirazione. Sono soprattutto libri, anche se non manca qualche film o podcast.

Ecco i libri consigliati dai 10 manager, nella versione da loro segnalata: 29 titoli per capire che cos’è l’innovazione e come può essere gestita nelle aziende alle prese con la trasformazione digitale.

1.William H. McRaven, Fatti il letto. Piccole cose che cambiano la tua vita… e forse il mondo
“Se la mattina vi fate il letto, avrete portato a termine il primo compito della giornata. Questo vi darà una sensazione di orgoglio e vi incoraggerà a concluderne un altro, e poi un altro ancora. Farsi il letto, inoltre, rimarca la consapevolezza che nella vita le piccole cose contano. Se non sapete fare bene le piccole cose, non ne farete mai di grandi”. Il discorso tenuto ai laureandi dell’università del Texas alla cerimonia di consegna dei diplomi dall’ammiraglio della Marina Americana William McRaven è diventato un best seller: dieci principi, appresi durante l’addestramento da Navy seal, che tornano utili a chiunque si trovi in situazioni difficili, deve prendere decisioni complicate o affrontare compiti apparentemente insormontabili.

2. Ken Auletta, Effetto Google – La fine del mondo come lo conosciamo, 2010
Non solo le ragioni dell’ascesa di uno dei leader digitali globali, ma anche il funzionamento dei meccanismi interni. Anche se Google ha sempre cercato di mantenere i suoi segreti, Auletta ha potuto contare sulla massima cooperazione mai fornita a un giornalista, compreso l’accesso a riunioni riservate, oltre che interviste ai fondatori Larry Page e Sergey Brin, al CEO Eric Schmidt e a circa 150 dipendenti ed ex dipendenti. Effetto Google non si limita però a spiegare le ragioni del successo. Evidenzia anche le difficoltà che potrebbe incontrare l’azienda, come è accaduto a colossi quali Xerox e General Motors. Mette in luce i conflitti che la attraversano. Oltre alle informazioni di prima mano, ha raccolto molti aneddoti chiarificatori, e le intuizioni e i giudizi di alcuni protagonisti del settore dei new media e di manager dei media tradizionali.

3. Alessandro Baricco, The Game, 2018 – Tutto iniziò con un videogioco: di qui il nome The Game per definire il nuovo mondo dominato dal web e algoritmi. Prima scena: calciobalilla, flipper, videogioco. Prendetevi mezz’ora e passate dall’uno all’altro, in quest’ordine. Pensavate di giocare, invece avete attraversato lo spazio che separa una civiltà, quella analogica, da un’altra, quella digitale. Siete migrati in un mondo nuovo: leggero, veloce, immateriale. Seconda scena: prendete l’icona che per secoli ha racchiuso in sé il senso della nostra civiltà: uomo-spada-cavallo. Confrontatela con questa: uomo-tastiera-schermo. E avrete di fronte agli occhi la mutazione in atto. Un sisma che ha ridisegnato la postura di noi umani in modo spettacolare.

4. Stefan Zweig, Momenti fatali, 2012 – Il racconto di alcuni passaggi decisivi nella vicenda dell’uomo: dalla caduta di Bisanzio, fra urla di turchi e di cristiani, al vagone piombato in cui Lenin attraversa la Germania con destinazione Pietrogrado e la rivoluzione bolscevica; da quell’unico uomo che a Waterloo provoca la disfatta napoleonica (e non è l’Imperatore) alla scoperta del Pacifico; dalle prime parole che corrono lungo un cavo transoceanico nel 1858 al sogno di pace formulato nei quattordici punti del presidente Wilson all’indomani della Grande Guerra

5. Clayton Christensen, The Innovator’s Dilemma, When New Technologies Cause Great Firms to Fail, 2013 – Un classico sulla disruptive innovation. Christensen mostra come anche le aziende migliori possano perdere la leadership di mercato, pur facendo bene il loro lavoro. Perché non riesco a cambiare i loro processi e le loro prqtiche commerciali. The Innovator’s Dilemma ti offre una serie di regole per capire e applicare la distruptive innovation.

6. Claudio Feser, Serial Innovators, How Individuals Create and Deliver Breakthrough Innovations in Mature Firms, 2012 – Chi è l’innovatore in azienda? Gli autori ne hanno intervistati 50 per arrivare all’identikit del dipendente che riesce a trovare soluzioni innovative ai problemi dei clienti, creando valore per la società. L’innovazione come attività diffusa, con gli inisght su come comprendere, emulare, abilitare, sostenere e gestire meglio gli innovatori seriali in azienda, il cui lavoro sfugge alle logiche dell’innovazione incrementale.

7. Martin Ford, Rise of the Robots, 2016 – Il futuro con i robot è già, in parte, presente. Dalla salute e dall’istruzione alla finanza e alla tecnologia, l’esperto Marftin Ford qui lancia un avvertimento forte e chiaro: è probabile che tutti i lavori che hanno a un certo livello di routine alla fine saranno automatizzati, con la conseguente scomparsa di numerose figure professionali e di una classe media. I robot saranno sempre di più fra di noi e arrivando e dobbiamo decidere – ora – se il futuro porterà prosperità o catastrofe.

8. Peter Thiel, Zero to One, Notes on Start Ups, or How to Build the Future, 2015
Fare quello che sappiamo già fare porta il mondo da 1 a n, un cambiamento incrementale che aggiunge un po’ di qualcosa che ci è familiare. Per costruire il futuro occorre invece un cambiamento verticale, trasformativo: bisogna andare da 0 a 1. L’atto della creazione è unico, così come il momento in cui essa avviene, e il risultato è qualcosa di originale e inusuale, che va perseguito a tutti i costi, perché chi non lo farà è destinato a scomparire. Da zero a uno tratta di come costruire imprese che creano cose nuove e si basa su tutto ciò che Peter Thiel, imprenditore seriale e pensatore controcorrente, ha imparato in prima persona come cofondatore di PayPal e Palantir, e poi investitore in centinaia di startup, comprese Facebook e SpaceX

9. Ben Horowitz, The Hard Thinks About Hard Things, Building a Business When There Are No Easy Answers, 2014 – I consigli di un guru della Silicon Valley su come gestire un’impresa che voglia fare innovazione. Horowitz analizza i problemi da affrontare quotidianamente, condividendo le intuizioni che ha acquisito sviluppando, gestendo, vendendo, acquistando, investendo e supervisionando aziende tecnologiche. Da sempre appassionato di rap, arricchisce le lezioni di business con i testi delle sue canzoni preferite, raccontando direttamente di tutto, dal licenziamento degli amici all’eliminazione dei concorrenti, dai metodi per coltivare una mentalità da CEO al momento momento giusto per battere cassa.

10. Joost Minnaar e  Pim De Morree, Corporate Rebels, Make work more fun, 2020 – Il blog di due giovani olandesi, diventato un best seller internazionale che raccoglie i risultati di di 150 incontri in tutto il mondo con imprenditori, manager e studiosi, pionieri di un nuovo modo di concepire business e lavoro. Una lettura per andare oltre lo smart working:  dal profitto al proposito, dalla piramide gerarchica alla rete di team, dall’autorità centralizzata alla leadership distribuita, dal comando e controllo all’autonomia e alla fiducia, dalla pianificazione strategica alla sperimentazione adattiva, dalla segretezza alla trasparenza radicale…

11. David Kirkpatrick, The Facebook Effect, The Real Inside Story of Mark Zuckerberg and the World’s Fastest Growing Company, 2010 – La storia di una delle aziende con la più rapida crescita di tutti I tempi. Che rivela alcuni tratti utili per comprendere la potenza dell’innovazione: Zuckerberg ha rifiutato fermamente di compromettere la sua visione, si è concentrato sulla crescita più che sui profitti, con l’obiettivo di dominare la comunicazione su Internet. E ci è riuscito, condizionando la vita sociale, politica ed economica degli Stati Uniti e non solo. Questo è l’effetto Facebook.

12. Douglas B. Laney, How to Monetize, Manage, and Measure Information as an Asset for Competitive Advantage, 2017 – Un libro di culto per i Chief Data Officer, e non solo. Capire il valore delle informazioni e dei dati per creare valore in azienda. Come monetizzare, gestire e misurare le informazioni che possono creare opportunità di business altrimenti “invisibili”.

13. Jake Knapp, Sprint: How To Solve Big Problems and Test New Ideas in Just Five Days, 2016 – Su che cosa concentrare i propri sforzi? Come sarà la tua idea una volta arrivata sul mercato? Quante riunioni e discussioni sono necessarie prima di poter essere sicuri di avere la soluzione giusta? Knapp, il designer che ha inventato il five days method di Google, propone la sua formula per passare dall’idea al prototipo in cinque giorni appunto.

14. Eric Ries, The Lean Startup, How Constant Innovation Creates Radically Successful Businesses, 2011 – Un classico che è anche un best seller internazionale, che ha cambiato tutto, come ha scritto l’Harvard Business Rewiev. La bibbia per chiunque abbia fatto e faccia startup o innovazione in azienda, ispirata alla lean production di Toyota. Dalla prototipazione rapida al constante feedback dei clienti, qui ci sono i principi di tante imprese di successo.

15. Reed Hastings ed Erin Meyer, L’unica regola è che non ci sono regole. Netflix e la cultura della reinvenzione, 2020 – Un libro per capire il successo, e i limiti, di Netflix ma anche la cultura della reinvenzione. Quando Reed Hastings ha avviato la sua attività, che nel 1997 consisteva nel vendere e noleggiare dvd per corrispondenza, ha infatti sviluppato principi radicalmente nuovi e controintuitivi: a Netflix, gli stipendi sono sempre più alti dei concorrenti. A Netflix, il punto non è lavorare tanto. A Netflix, i dipendenti non cercano di accontentare il capo. Questa originale cultura della libertà e della responsabilità ha permesso di crescere costantemente e di innovare fino a creare il colosso di oggi.

16. Madhavan Ramanujam e Georg Tacke , Monetizing Innovation: How Smart Companies Design the Product Around the Price, 2016Il 72% delle innovazioni non riesce a raggiungere gli obiettivi economici o fallisce del tutto. Ormai è un costo accettato per fare innovazione. Questo libro propone un diverso paradigma contro lo spray e pray (fare un po’ di tutto e sperare che qualcosa funzioni…), per risparmiare tanti investimenti inutili in innovazione e fare solo quelli che possono avere un ritorno.

17. Kent Beck, Cynthia Andres, Erich Gamma, Extreme Programming Explained: Embrace Change, 2004, seconda edizione. – Un classico per developer con alcuni principi utili anche per gli innovators: affidabilità, trasparenza, responsabilità. Il principio fondamentale: ogni team può evolvere.

18. Martí Perarnau, Pep Guardiola, The Evolution, 2016 – Lo stile manageriale di un allenatore catalano, Guardiola, alla guida di una squadra tedesca, il Bayern Monaco, raccontato da un giornalista che per tre stagioni ha avuto libero accesso al super club. Uno stile che si è sempre evoluto, all’insegna dell’innovazione. Il calcio, e non solo, come rivoluzione senza fine.

19. Christoph Biermann, Football Hackers: The Science and Art of a Data Revolution, 2019 – Ancora calcio ma visto dal lato della rivoluzione dei dati. Una disruption che sta cambiando il panorama di uno degli sport più seguiti al mondo, con le squadre divise fra quelle che riescono a tenere il passo con l’innovazione e quelle destinate a restare ai margini. Istruttivo.

20. Alex Osterwalder, Yves Pigneur, Business model generation: a handbook for visionaries, game changers, and challengers, 2010 – Un manuale per visionari e game changer, nato dall’analisi di 470 business model canvas da 45 Paesi. Uno strumento di lavoro per innovatori in azienda.

21. Alexander Osterwalder, Yves Pigneur, Frederic Etiemble, Alan Smith, The Invincible Company: How to Constantly Reinvent Your Organization with Inspiration, 2020

Il business model canvas ha cambiato il modo di fare business. Come sono stati creati i business model di aziende come Amazon, Logitech, Ikea, Airbnb? Tools, metodi e casi per la business transformation.

22. Daniel Kahneman, Thinking, Fast and Slow, 2012 – Un best seller sull’arte di prendere le decisioni. Un viaggio negli inganni e nei pregiudizi della mente umana che fanno sentire i loro effetti anche in azienda e portano a decisioni apparentemente razionali ma decisamente sbagliate.

23. Richard H.Thaler, Cass R.Sunstein, Nudge: Improving decisions about health, wealth, and happiness, 2009 – Un premio Nobel per l’economia analizza le vie delle decisioni umane e mette in evidenza i bias che le condizionano. E ci porta alla miglior modo di prendere le decisioni e coinvolgere gli altri: the nudge, che in italiano è stato tradotto con “la spinta gentile”.

24. Satya Nadella, Hit Refresh, 2018 – Le memorie del CEO di Microsoft, dall’infanzia in India alla guida di un tech giant, per comprendere il senso della trasformazione continua. La ricetta dell’uomo che siede sulla poltrona che fu di Bill Gates per la trasformazione personale, di un’impresa e della società all’insegna del “refresh” e alla ricerca di nuove energie e nuove idee.

25. Jim Whitehurst, The Open Organization, 2015 – Il CEO di Red Hat, il più grande provider di software open source al mondo, racconta la sua sua visione di organizzazione aperta. Obiettivo: imparare a tenere le redini sotto gli occhi di tutti.

26. Sunil Gupta, Driving Digital Strategy, A Guide to Reimagining Your Business, 2018 – 
Che cosa funziona e che cosa non funziona nei progetti di digital transformation secondo l’analisi di un docente dell’Harvard Business School. Prima regola: la trasformazione digitale deve partire dal core business dell’azienda.

27. Pat Bodin, Get in the boat: a journey to relevance, 2018 – Le tecnologie digitali sono centrali nella trasformazione del business e dei mercati ma i tecnologi nelle aziende non sono tenuti nella giusta considerazione, non siedono ai tavoli che contano. E così le imprese più grandi soffrono. Una guida per tornare tutti nella stessa barca.

28. Vijay Govindarajan, The three-box solution, A Strategy for Leading Innovation, 2016 – L’innovazione richiede attività, metodi, competenze, metriche e mindset diversi. E anche un leadership strabica: come far funzionare il business as usual e allo stesso tempo reinventarlo? Qui si presenta il metodo delle tre scatole in cui infilare energie e risorse: il presente (core business), il passato (tutto ciò che frena l’innovazione) e il futuro (il business con idee dirompenti)

29. Darrell Rigby, Doing Agile Right, Transformation without caos, 2020 – Il metodo Agile come soluzione per gestire gradualmente la trasformazione di aziende ancora segnate dalla logica dei silos e dalla burocrazia dei processi. Ambienti in cui non si può fare la rivoluzione ma si possono ogni compiere piccoli passi all’insegna di una parola chiave: equilibrio. Diventare Agile non è l’obiettivo ma il modo più efficace per gestire le sfide dell’innovazione in organizzazioni complesse.