Enel X entra entra nel digital banking con la svedese Tink: ecco che cosa farà | Economyup

OPEN BANKING

Enel X entra entra nel digital banking con la svedese Tink: ecco che cosa farà



Dopo Poste Italiane e BNL, la piattaforma Tink sigla una partnership con Enel X. “Porteremo le opportunità del digital banking nell’ecosistema Enel, dall’energia all’e-mobility” spiega Giulio Carone, CEO di Enel X Financial Services. “Saremo in grado di supportare i nostri clienti nella gestione delle loro finanze”

24 Set 2020


Giulio Carone, Enel X

Enel X, la business line del Gruppo Enel, ha scelto la piattaforma Tink come proprio fornitore di tecnologia di open banking. Grazie alla partnership, la tecnologia di personal finance management di Tink consentirà alla società di Enel specializzata in soluzioni di pagamento, Enel X Financial Services, di sviluppare soluzioni finanziarie digitali rivolte ai propri clienti in Italia e in Europa.

Il digital banking di Tink per Enel X Financial Services

Lanciata nel 2017, Enel X è la business line globale di Enel dedicata allo sviluppo di prodotti innovativi e soluzioni digitali nei settori in cui l’energia sta evidenziando il maggior potenziale di trasformazione: città, abitazioni, industria e mobilità elettrica. La sua controllata Enel X Financial Services è un istituto di moneta elettronica autorizzato dalla Banca d’Italia che fornisce soluzioni di pagamento a consumatori e imprese.

Dopo l’investimento di Poste Italiane e la partnership con BNL, Enel X è la terza grade azienda italiana ad affidarsi alla scaleup svedese dall’inizio del 2020.

La partnership con Tink rappresenta una scelta strategica per venire incontro alle crescenti aspettative dei clienti Enel X sui servizi digitali smart. Consentirà all’azienda di sfruttare l’accesso alle soluzioni di Tink per il digital banking e la gestione delle finanze personali, disponibili attraverso la piattaforma di open banking di Tink.

“Questo accordo è un importante passo del nostro impegno per diventare uno dei principali player nel settore del digital banking, abilitato dalle opportunità generate dall’open banking, integrandolo nell’ecosistema Enel che include servizi quali l’energia e l’e-mobility” ha dichiarato Giulio Carone, CEO di Enel X Financial Services, “Attraverso la partnership con Tink saremo in grado di supportare i nostri clienti nella gestione quotidiana delle proprie finanze offrendo una soluzione innovativa che sarà in grado di fornire consigli personalizzati attraverso l’utilizzo dell’intelligenza artificiale e all’analisi dei dati.”

Le soluzioni finanziarie digitali di Tink implementate da Enel X Financial Services saranno lanciate tra settembre e ottobre 2020.

Tink, il leader europeo dell’Open Banking

Tink è una piattaforma di open banking nata in Svezia nel 2012, che consente a banche, fintech e startup di sviluppare servizi finanziari basati sui dati. Dal suo lancio, Tink ha operato per consentire a banche, fintech e startup di creare servizi finanziari intelligenti basati sui dati. Tramite un’API, Tink consente ai clienti di gestire i propri conti da un’unica app, effettuare pagamenti, trasformare i dati grezzi in informazioni tangibili e controllare meglio la propria vita finanziaria.

A settembre 2020, Tink ha oltre 270 dipendenti ed è la principale piattaforma di open banking in Europa, dando l’opportunità ai propri clienti di connettersi ad oltre 2.500 banche che raggiungono più di 250 milioni di clienti bancari.

Daniel Kjellén, co-founder e CEO di Tink, ha commentato sulla partnership con Enel X: “Siamo estremamente orgogliosi di collaborare con la società di servizi finanziari di una delle più grandi aziende  di utenze del mondo e diventare loro partner tecnologico di open banking. Collaborando con Enel X Financial Services, insieme e nel tempo renderemo disponibile la tecnologia di open banking di Tink a milioni di clienti Enel in tutto il mondo.”

Daniel Kjellén, CEO e founder di Tink

New call-to-action