Insurtech, lo scoglio delle competenze digitali per il mercato assicurativo | Economyup

TRASFORMAZIONE DIGITALE

Insurtech, lo scoglio delle competenze digitali per il mercato assicurativo



Secondo una survey realizzata da Italian Insurtech Association a fine 2020, il Il 71% degli operanti nel settore insurance ritiene ci sia un gap di competenze tecniche e digitali nel proprio settore. Urge un intervento di sistema

26 Gen 2021


La vera sfida per l’insurance nel 2021? Le competenze digitali.

In un panorama sempre più digitale, customizzato ed interattivo, il settore assicurativo ha ancora molta strada da fare in materia di trasformazione digitale: a fronte di una domanda crescente, l’offerta assicurativa digitale è ancora ferma ad appena l’1,5% del totale.

La tecnologia ha profondamente trasformato l’economia, la società ed i modelli di erogazione dei servizi, ed il consumatore digitale ha aspettative rispetto alle quali il mercato assicurativo è rimasto indietro. La chiave per un’accelerazione dello sviluppo dell’insurtech sono le competenze digitali, che purtroppo risultano essere uno dei principali limiti del settore.

Competenze digitali: che cosa sono e perché servono alle aziende e a chi lavora

Secondo una survey realizzata da Italian Insurtech Association a fine 2020, che viene presentati mercoledì 27 egnnaio nel corso di un webinar organizzato da Italian Insurtech Association, il Il 71% degli operanti nel settore assicurativo ritiene ci sia un gap di competenze tecniche e digitali nel proprio settore, e il 39% che ci sia carenza anche di competenze digitali di base, come il corretto uso dell’email.

L’impatto dell’innovazione sulle assicurazioni: una ricerca e un webinar

Dati che parlano chiaro: esiste una forte esigenza di creazione di nuove competenze all’interno del settore assicurativo, tramite sperimentazione, collaborazione con aziende native digitali, ma soprattutto percorsi di formazione ad hoc, che vanno sistematizzati, strutturati e resi disponibili all’intera filiera.

La risposta, celere e positiva, non può essere richiesta ai singoli attori, ma al sistema Paese, all’interno del quale Compagnie, Intermediari e Fornitori operano: se il sistema non creerà il contesto favorevole, il settore assicurativo Italiano perderà di competitività.

Leggi l’intervento integrale di Simone Ranucci Brandimarte, Presidente Italian Insurtech Association