Insurtech 2021, il meglio dell’innovazione di startup e compagnie di assicurazione - Economyup

BILANCI

Insurtech 2021, il meglio dell’innovazione di startup e compagnie di assicurazione



Gli Italian Insurtech Awards, promossi da Italian Insurtech Association, segnalano i risultati più ragguardevoli raggiunti dagli attori del settore: startup, aziende, soluzioni, prodotti, progetti. Tutti all’insegna dell’innovazione e dell’open innovation. E rappresentano una selezione del meglio dell’Insurtech 2021

02 Nov 2021


Insurtech 2021: è stato un anno di grande crescita, anche in Italia dove di crescita c’è davvero bisogno. Certo la strada è ancora lunga per colmare il gap con lo scenario insurtech globale, ma l’ecosistema italiano è finalmente in movimento.

Anche quest’anno, gli Italian Insurtech Awards promossi da Italian Insurtech Association hanno premiato i risultati più notevoli raggiunti dagli attori del settore: 16 premi per 16 diverse categorie tra le startup insurtech più incisive, i progetti che meglio hanno saputo gestire l’innovazione e usare le nuove tecnologie, le performance di maggiore successo. Ecco chi sono i protagonisti dell’Insurtech 2021.

1. Insurtech 2021, il Premio Innovazione

Ad aggiudicarsi il Premio Innovazione a maggior carica simbolica è stato Generali Welion con Welionapp, progetto di health tech che permettere di accedere facilmente tramite app a centri affiliati per visite specialistiche e test diagnostici. L’app consente la prenotazione diretta con scelta del medico di preferenza, il tutto a prezzi di favore, e fornisce una teleconsultazione medica via telefono o chat sempre disponibile.

Welionapp simboleggia la direzione in cui vanno tutte le attività dell’associazione, con un focus speciale sull’health tech che costituisce l’attrazione maggiore per gli investimenti.

2. La startup insurtech 2021

Tra le startup, si è distinta la milanese i-Arena con il progetto quellochevoglio.io: un progetto coraggioso e determinato, caratterizzato dalla voglia di crescere e cambiare paradigmi.

La soluzione consiste in un marketplace che connette in modo semplice i clienti con tutti gli assicuratori digitali e analogici, offrendo ai clienti una gestione semplificata, integrata e conveniente di polizze assicurative, e agli intermediari più leads e una facile erogazione di preventivi. In poche parole, una piattaforma che abilita l’ecosistema insurtech.

3. La compagnia più innovativa

È invece Wakam a distinguersi tra le compagnie assicurative già consolidate, elemento centrale dell’ecosistema Insurtech. Wakam ha sviluppato un’offerta di soluzioni di embedded insurance pensate per specialisti del settore e distributori interessati ad includere coperture assicurative nei loro servizi, con una piattaforma Plug&Play con prodotti e servizi completamente digitali.

Wakam coniuga la storia centenaria, l’effort incredibile di trasformazione e la funzione sociale di una compagnia solida con intraprendenza e coraggio nell’internazionalizzazione delle operation, ponendosi come modello di new normal del settore insurance.

4. Il broker più innovativo

Il riconoscimento di broker più innovativo va a Yolo Group, grazie al suo ruolo di abilitatore di terzi per l’utilizzo della tecnologia al servizio di intermediari e nuovi distributori.

Oggi il 95% della distribuzione assicurativa nazionale è veicolata quotidianamente da agenti e broker sul territorio: tramite la sua piattaforma Yolo abilita la vendita di assicurazioni digitali, accelerando il cammino per arrivare al Bionic Agent.

5. La migliore iniziativa pro ecosistema Insurtech 2021

Ottiene il premio come abilitatore di ecosistema expert.ai con il progetto SCUDO: una piattaforma di intelligenza artificiale per legal analytics che aiuta ad abbattere le barriere per i nuovi player del settore.

Se prima l’ecosistema insurance consisteva nell’insieme degli stakeholder assicurativi, oggi deve acquisire un’accezione più ampia che includa nuovi attori come poli industriali, poli di ricerca ed accademici, attori economici con costumer base rilevanti, e ovviamente l’intero mercato assicurativo.

SCUDO (Semantic Clauses Understanding and Detection), piattaforma di intelligenza artificiale a servizio di imprese e cittadini per la legal analytics, si inserisce in questo scenario con l’obiettivo di abilitare la comprensione profonda del linguaggio legale, analizzando e categorizzando le clausole legali in modo accurato, veloce e facilmente scalabile – una skill estremamente preziosa nel comparto assicurativo.

6. Il progetto insurtech di sistema più coraggioso

È Homix Smart Protection, nato dall’alleanza di Net Insurance e Neosurance, a ricevere il riconoscimento di progetto di sistema più coraggioso.

Homix è un prodotto assicurativo pay-per-use a tutela del rischio furto attivabile all’interno dell’app Homix di Enel X. Neosurance, Net Insurance ed Enel hanno unito con questo progetto sperimentale tecnologie come domotica, protezione, pay per use, e-payment per offrire un prodotto insurance integrato con la massima semplicità di attivazione per il cliente.

7. La migliore collaborazione Compagnia-Startup

Il premio per la migliore operazione di open innovation va a viteSicure (marchio di Bridge Insurance Services srl) per la sua collaborazione con la startup Squarelife: un esempio di come diminuire efficacemente il divario tra compagnie e startup tramite una sinergia dei rispettivi punti di forza.

viteSicure ha sviluppato, tramite l’integrazione di processo con Squarelife, la prima piattaforma open insurance B2C e B2B2C per prodotti di polizza vita. Un ecosistema digitale unico, che tramite API abilita il processo completamente digitale, data transformation e piena integrazione, per una Customers Experience differente e innovativa in linea con i nuovi comportamenti d’acquisto

8. Il miglior progetto di internazionalizzazione

Il miglior progetto di internazionalizzazione è “Turn data into unique costumer experiences” di Zelros, startup francese sbarcata in Italia a fine 2020. Zelros ha saputo entrata nella community italiana con professionalità, simpatia e qualità del servizio.

Col la sua piattaforma basata su intelligenza artificiale per supportare l’attività di compagnie assicurative, operatori della bancassicurazione e broker, ha saputo scalare rapidamente in molti paesi, e ha dimostrato un intrinseco valore internazionale, nonché di competizione e coopetizione.

9. La migliore performance per attrarre investimenti

È ancora Yolo Group ad aggiudicarsi la migliore performance per attrarre investimenti: quest’anno ha chiuso un round da 2,5 milioni con l’ingresso di Generali, che si unisce ad altri azionisti quali intesa, Net, Crif, Be e Banca Popolare di Piacenza e Primo Miglio.

In un settore in forte crescita dove gli investimenti, internazionali e locali, sono un tema centrale, Yolo è l’unica azienda italiana ad essersi conquistata il supporto di player di questo calibro.

10. Il progetto di Open Insurance di maggiore successo

Yolo chiude la sua tripletta con il premio per il progetto di Open Insurance di maggiore successo, realizzato insieme a Intesa Sanpaolo Assicura, con “L’insurance on demand nel contesto della Bancassicurazione: la sperimentazione di INTESA SANPAOLO con YOLO”.

L’open insurance è una nuova dimensione del mercato, imprescindibile ormai, che va nell’ottica della collaborazione. Il prodotto MiFido, nato nell’ambito del progetto e dedicato al crescente trend della pet insurance, ha avuto risultati di penetrazione notevolissimi nella target audience, con il 50% dei clienti con un’età inferiore ai 40 anni su una customer base di oltre 10 milioni di clienti.

11. Il progetto di blockchain di maggiore successo

Nella categoria blockchain, vince B-Zero srl con la notarizzazione su blockchain grazie a Notarify (notarify.io).

Tra le tecnologie abilitanti per l’insurance, la blockchain ha un potenziale devastante. La piattaforma Notarify la utilizza per consentire ad aziende, bancassicurazioni, professionisti e pubblica amministrazione la conservazione sicura dei file in clound con notarizzazione, marca temporale automatica e firma videobiometrica.

12. Il progetto AI di maggiore successo

Si distingue per il successo nell’utilizzo dell’intelligenza artificiale la startup innovativa xPro Srl con il prodotto xGuru | Profilatore psicometrico robotico Mifid e IDD compliant.

xGuru è un modello integrato end-to-end in grado di gestire in maniera autonoma ed aggregata la customer journey. Partendo dalla profilazione del cliente e delle sue reali esigenze basandosi sulla neuroscienza applicata, gestisce strategie e metriche, matching, e supervisione intelligente di tutto il processo di advisory fino all’offerta finale.

Con un sistema pienamente in linea con le normative MIFID e IDD, la sua soluzione crea un punto di convergenza tra finanza e assicurazioni.

13. Il miglior prodotto Digital Corporate

Ad aggiudicarsi il premio Miglior Prodotto Digital Corporate è CRIF per il progetto Digital Risk Assessment.

Le aziende, colonna portante dell’economia italiana, oggi hanno un processo di acquisto e un processo di profilazione del rischio che sta vivendo un momento di profondo cambiamento verso il digitale. L’offerta di soluzioni B2B e l’uso dei dati sono il centro di questa trasformazione.

Con questo progetto, CRIF si rivolge alle PMI per supportare il loro sviluppo sostenibile attraverso un servizio full digital e data driven che offre loro coperture assicurative personalizzate sulla base delle reali esigenze e dei rischi che affrontano.

14. Il miglior prodotto Digital Retail

Per il Digital Retail, il vincitore è Assicurazioni Generali S.p.A. con il progetto Highway Parametric Insurance in collaborazione con Telepass

Con la crescita consumatore digitale, lo sforzo dell’adeguamento dell’offerta è un tema centrale. Il progetto Generali + Telepass è un prodotto che unisce in sé tutta l’essenza dell’insurtech: offre un modello di assicurazione parametrica completamente integrata nel servizio di mobilità, utilizzando un sistema di pagamento ex ante e rimborso 100% automatico, con vantaggi per clienti e attori assicurativi.

15. I web services più efficaci

Per quanto riguarda i web services, conquista il premio Quixa con il progetto Quixa Chatbot.

Quixa ha lanciato progetti di chatbot – da anni una sfida molto importante e delicata a volte sottovalutata -per arricchire l’assistenza clienti nei processi di vendita e post vendita, basandosi sullo studio dei dati. Dopo essersi dedicata nel 2020 a funzioni legate alla gestione di polizze e credenziali, nel 2021 è passato alla gestione automatizzata di marketing & tech, per arrivare all’estensione del chatbot a tutti gli intent e a tutti i brand.

16. La migliore innovazione in gestione sinistri

Infine, nell’Insurtech 2021, si distingue per la migliore gestione dei sinistri con strumenti innovativi DAT Italian con il progetto FastTrackAI, powered by Prometeia.

FastTrackAI è un prodotto software cloud per compagnie di assicurazioni, driver, periti e carrozzerie che permette di creare una perizia o un preventivo del danno in real-time, basandosi sulle foto dell’autovettura danneggiata.

Per il suo sviluppo, il machine learning di DAT in collaborazione con Prometeia è stato applicato a un patrimonio di dati costituito da 52.000 modelli di veicolo e 114 milioni di ricambi in diversi paesi. FastTrackAI crea così, basandosi su immagini acquisite da smartphone analizzate con tecniche di Computer Vision, una perizia o stima del danno oggettiva, completa e trasparente adattandosi in maniera immediata ad ogni paese di riferimento.