Europcar investe in Wanderio, startup italiana del travel booking | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Open innovation

Europcar investe in Wanderio, startup italiana del travel booking

20 Lug 2016

Il colosso europeo di noleggio auto ha effettuato un round A di investimento nella piattaforma italiana nata nel 2013 che permette di organizzare viaggi confrontando vari mezzi di trasporto. La somma, non ancora svelata, servirà per espandere la sua presenza in Europa

Matteo Colò, Ceo di Wanderio
Una grande azienda europea di noleggio auto investe in una startup italiana di travel booking. Il Gruppo Europcar, leader europeo nei servizi di noleggio veicoli e tra i principali player nei mercati della mobilità, ha annunciato oggi un investimento di minoranza, attraverso il suo Lab (realtà interamente dedicata all’innovazione), in Wanderio, la piattaforma che permette di organizzare viaggi confrontando diversi mezzi di trasporto. Non è stato specificato l’ammontare dell’investimento.

È un nuovo passo, si legge in un comunicato diffuso in queste ore dall’azienda, nello sviluppo della strategia sulla mobilità di Europcar, che punta ad offrire soluzioni multi-modulari per il futuro, spaziando appunto dal noleggio auto allo Europcar Lab. L’investimento in Wanderio si inquadra in questa strategia, che è anche di open innovation, approccio all’innovazione in base al quale le imprese possono scegliere di fare affidamento su idee, risorse e competenze tecnologiche che arrivano dall’esterno, in particolare da startup, università, enti di ricerca, fornitori e consulenti.

Wanderio è una startup italiana nata nel 2013 che propone un’esperienza di viaggio inedita door-to-door, cioè dalla porta di casa alla destinazione finale. Grazie al confronto tra i prezzi di voli, treni, traghetti e servizi di collegamento quali taxi, bus e navette, l’utente ha la possibilità di creare il suo itinerario su misura e prenotarlo completamente online. Si può scegliere il tragitto preferito in base al prezzo, alla durata del viaggio e persino alle emissioni di CO2.

Con oltre un milioni di viaggi programmati sulla piattaforma fino ad oggi, Wanderio veicola i collegamenti ad oltre 700 aeroporti e a più di 4000 linee ferroviarie e stazioni degli autobus. L’investimento di Europecar, si legge sempre nel comunicato, fornirà un valido supporto per consolidare ulteriormente la copertura e la presenza di Wanderio in tutta Europa.

Nel 2013 Wanderio era stata accelerata presso la sede romana di Working Capital, oggi TIM WCap, acceleratore di startup di Telecom Italia. In quello stesso periodo aveva anche lanciato una campagna di crowdfunding su SiamoSoci che aveva riscosso grande successo. 

Turismo, 25 startup per andare in vacanza

“Siamo molto felici di entrare nel capitale di Wanderio attraverso un round A di investimento” ha detto

Fabrizio Ruggiero, capo della Mobility e membro del Management Board. “È la prima volta che il Lab investe in questa società: vediamo un grande potenziale nel loro business model e nel loro approccio, decisamente unico, nel confrontare diversi mezzi di trasporto”.

“Siamo entusiasti di accogliere  il Gruppo Europcar come nuovo partner strategico” ha aggiunto Matteo Colò, Ceo di Wanderio. “Questo investimento è un importante endorsement della nostra visione e ci renderà in grado di accelerare la crescita di Wanderio in tutta Europa, espandendoci verso nuovi mercati e sviluppando valide sinergie”. (L.M.)

Luciana Maci
Giornalista

Ho partecipato al primo esperimento di giornalismo collaborativo online in Italia (Misna). Sono dal 2013 in Digital360 Group, prima in CorCom, poi in EconomyUp. Scrivo di innovazione ed economia digitale

Articoli correlati