Ecco dove Unicredit coltiverà l'innovazione | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

ACCELERATORI

Ecco dove Unicredit coltiverà l’innovazione

04 Apr 2014

EconomyUp ha visitato il FinTech Accelerator di Unicredit a Milano dedicato alle startup attive nel settore finanziario-bancario. L’incubatore prevede servizi di mentoring, networking e grant di 10 mila euro. A giugno è previsto l’annuncio delle neoimprese selezionate.

Uno spazio in cui far crescere le startup più promettenti in ambito financial technology. Sarà questo il FinTech Accelerator di Unicredit che ha aperto a Milano in Corso Sempione, a due passi dagli studi della Rai e dalla movida dell’Arco della Pace. EconomyUp lo ha visitato in anteprima durante FinTech Connect, un open doors riservato a startupper, investitori, venture capitalist e protagonisti dell’ecosistema italiano. Tra gli altri era presente anche Vincenzo di Nicola, uno dei co-founder di GoPago, il sistema di pagamento cloud-based ceduto ad Amazon che consente agli utenti di ordinare e pagare prima di arrivare nel punto vendita.

Il programma di accelerazione FinTech targato Unicredit si svolgerà in un’area avveniristica di 350 metri quadri e offrirà alle startup che saranno selezionate postazioni di co-working gratuite, servizi di mentoring tenuti da manager ed esperti di innovazione Unicredit, opportunità di networking  con altre nuove realtà attive nel settore finanziario-bancario e un grant di 10 mila euro per crescere.

Per le startup scelte (non early stage ai primissimi passi ma neoimprese che siano già in possesso di un prototipo funzionante e con business model chiari) ci saranno a disposizione anche alcuni dei servizi del programma Unicredit Start Lab, tra cui la partecipazione al progetto di formazione per neoimprenditori Startup Academy e la possibilità di contattare potenziali investitori o accedere a forme di cofinanziamento.

Ogni programma di accelerazione durerà 12 mesi. La prima fase, di 4 mesi, è la Fast acceleration in cui sono previste numerose sessioni di mentoring per aiutare la startup a definire la fattibilità economico-finanziaria del suo piano di business e verificare lo stato di avanzamento delle attività. La seconda, di 8 mesi, è il Consolidamento, in cui il mentoring è dedicato a supportare l’impresa in tema di comunicazione, marketing e sviluppo tecnico.

 Il FinTech Accelerator sta ricevendo le candidature. È previsto che entro maggio arrivino tutte le application e che l’“infornata” 2014 (definita “batch” in puro gergo da Silicon Vallery) si chiuda a giugno, quando saranno selezionate le startup (fino a cinque per l’anno in corso) che prenderanno parte al programma (m.d.l.)
 

Articoli correlati