DIGITAL INSIGHT

Digital Twin: il crescente impatto per banche, finanza e assicurazioni

Creare una replica digitale di un oggetto o di un sistema può offrire molti vantaggi alle aziende che operano in vari settori. Ecco come il BFSI (Banking, Financial Services and Insurance) utilizza i Digital Twin per testare soluzioni e prodotti

Pubblicato il 25 Set 2023

Digital twin

Il concetto di Digital Twin, o Gemello Digitale, sta guadagnando terreno in molti settori dell’economia e dell’industria. Tra questi spiccano quello unificato “bancario, finanziario e assicurativo”, indicato anche come BFSI, acronimo che sta per Banking, Financial Services and Insurance. In cosa consiste la tecnologia Digital Twin? In pratica, crea una replica digitale di un oggetto o sistema fisico, permettendo di simulare, analizzare e ottimizzare le operazioni in un ambiente virtuale. Secondo una indagine di Altair, società che opera nel settore della scienza computazionale e dell’intelligenza artificiale, il settore bancario, dei servizi finanziari e assicurativi (BFSI) è tra i principali fruitori dei Digital Twin e utilizza la tecnologia per affrontare sfide come la sicurezza, il rilevamento delle frodi, la previsione comportamentale e altro ancora. Esaminiamo come il Digital Twin sta trasformando questi settori e quali sono le prospettive future.

Digital Twin nel settore bancario

Il settore bancario è stato uno dei primi ad aver adottato la tecnologia Digital Twin, grazie alla quale le banche possono creare modelli virtuali dei loro processi, prodotti e servizi, per poi testarli e ottimizzarli prima del lancio effettivo. Ad esempio, un Digital Twin può simulare l’impatto di un nuovo prodotto bancario sul mercato, permettendo alla banca di prevedere e gestire eventuali rischi. Inoltre, il Digital Twin può aiutare a comprendere meglio il comportamento dei clienti, migliorando così l’esperienza utente e aumentando la fidelizzazione.

La sua adozione nel settore bancario sta portando a un cambiamento di paradigma nella gestione delle operazioni e nella strategia di business. Questa tecnologia, infatti, permette di sperimentare e testare nuove strategie in un ambiente virtuale sicuro.

Gestione proattiva dei rischi

Una delle applicazioni più promettenti del Digital Twin nel settore bancario riguarda la gestione proattiva dei rischi. Le banche possono creare un modello digitale del loro portafoglio di prestiti o investimenti e simulare l’effetto di vari fattori di rischio, come una variazione dei tassi di interesse o un cambiamento nel rating del credito di un cliente. Ciò permette di identificare i potenziali rischi prima che si verifichino e di prendere misure preventive per mitigarli.

Ottimizzazione dei processi

Il Digital Twin può anche aiutare le banche a ottimizzare i loro processi. Ad esempio, una banca può creare un modello digitale del suo processo di concessione di prestiti e simulare l’effetto di vari cambiamenti, come l’introduzione di un nuovo criterio di valutazione del credito o l’automazione di una certa fase del processo. In questo modo si possono identificare eventuali inefficienze e apportare miglioramenti, aumentando la produttività e riducendo i costi.

Miglioramento dell’esperienza del cliente

Ultimo ma non ultimo, il Digital Twin può aiutare le banche a migliorare l’esperienza del cliente. Creando un modello digitale del percorso del cliente (customer journey), è possibile simulare e analizzare il comportamento dei clienti, identificando i punti di attrito e le opportunità di miglioramento, dando così la possibilità di offrire servizi personalizzati.

L’impatto del Digital Twin sul settore finanziario

Anche il settore finanziario sta iniziando a riconoscere i benefici di questa tecnologia, che può aiutare le istituzioni finanziarie a simulare e analizzare vari scenari di mercato, permettendo di prendere decisioni più informate. Ad esempio, può simulare l’effetto di una variazione dei tassi di interesse o di un cambiamento nella politica economica su un portafoglio di investimenti. Inoltre, può aiutare le istituzioni finanziarie a migliorare la gestione del rischio, prevedendo l’impatto di vari fattori sulle loro operazioni.

Gestione avanzata del rischio

Il Digital Twin può aiutare le istituzioni finanziarie a gestire i rischi in modo più efficace. Creando un modello digitale del mercato finanziario è possibile simulare l’effetto di vari fattori di rischio, come una variazione dei tassi di interesse, un cambiamento nella politica economica o un evento di mercato imprevisto. Le istituzioni finanziare possono così identificare i potenziali rischi e prendere decisioni per mitigarli.

Ottimizzazione delle operazioni

Il Digital Twin può anche contribuire a ottimizzare le operazioni nel settore finanziario. Ad esempio, un’istituzione finanziaria può creare un modello digitale del suo processo di trading e simulare l’effetto di vari cambiamenti, come l’introduzione di un nuovo algoritmo di trading o l’automazione di una certa fase del processo. Questo aiuta a identificare eventuali inefficienze e a migliorare la produttività e le performance.

Innovazione dei prodotti

Il Digital Twin può stimolare l’innovazione dei prodotti nel settore finanziario; creando un modello digitale di un nuovo prodotto finanziario è possibile testarlo in vari scenari di mercato e ottenere feedback preziosi prima del lancio effettivo. Questo può ridurre i rischi e aumentare le possibilità di successo.

Il ruolo del Digital Twin nel settore assicurativo

Il settore assicurativo, con la sua natura altamente basata sui dati, è particolarmente adatto per l’adozione del Digital Twin. Questa tecnologia può aiutare le compagnie assicurative a simulare e analizzare vari scenari di rischio, permettendo loro di tarare i premi assicurativi in modo più preciso. Ad esempio, può simulare l’impatto di un disastro naturale su una polizza assicurativa, permettendo alla compagnia di prevedere e gestire il rischio. Inoltre, può aiutare le compagnie assicurative a migliorare la gestione delle richieste di indennizzo, simulando l’intero processo e identificando eventuali inefficienze.

Gestione del rischio migliorata

Il Digital Twin può aiutare le compagnie assicurative a gestire i rischi in modo più efficace. Creando un modello digitale di un determinato scenario di rischio, le compagnie possono simulare l’impatto sulle loro polizze assicurative. Questo permette loro di prevedere i rischi e di tarare meglio i premi assicurativi, riducendo così le perdite potenziali.

Efficienza operativa aumentata

Il Digital Twin può anche contribuire a migliorare l’efficienza operativa nel settore assicurativo. Ad esempio, una compagnia assicurativa può creare un modello digitale del suo processo di gestione delle richieste di indennizzo e simulare l’effetto di vari cambiamenti, come l’introduzione di un nuovo sistema di gestione delle richieste o l’automazione di una fase del processo. In questo modo la compagnia può identificare le inefficienze e migliorare la produttività, riducendo i costi e migliorando il servizio al cliente.

Personalizzazione dei prodotti

Il Digital Twin può favorire la personalizzazione dei prodotti nel settore assicurativo; creando un modello digitale di un cliente o di un gruppo di clienti, una compagnia assicurativa può simulare l’effetto di vari prodotti assicurativi su quel cliente o gruppo. Questo permette di offrire prodotti più personalizzati e di migliorare la soddisfazione del cliente.

Digital twin: le prospettive future

L’adozione del Digital Twin nei settori bancario, finanziario e assicurativo è ancora in una fase iniziale, ma le prospettive future sono promettenti. Con l’ulteriore sviluppo della tecnologia e l’aumento della disponibilità dei dati, potrebbe diventare uno strumento essenziale per queste industrie. Inoltre, con lo sviluppo dell’intelligenza artificiale e del machine learning, il Digital Twin potrebbe diventare ancora più potente, in grado di prevedere e gestire i rischi in modo più efficace.

L’indagine di Altair: le tre applicazioni principali nel settore BFSI

L’indagine globale, condotta su oltre 2.000 professionisti di diversi settori, provenienti da dieci Paesi, ha misurato il grado di adozione della tecnologia Digital Twin e ha valutato il modo in cui le organizzazioni la utilizzano, i suoi vantaggi commerciali e l’impatto sulla sostenibilità.

Secondo l’indagine, le tre principali applicazioni nel settore BFSI per la tecnologia Digital Twin sono:

  1. ottimizzazione dei processi aziendali (54%)
  2. monitoraggio dei comportamenti in tempo reale (51%)
  3. previsione dei comportamenti futuri mediante analisi predittive (51%).

Il settore BFSI pone grande attenzione all’applicazione della tecnologia Digital Twin per il monitoraggio e la previsione, funzioni che consentono ai team e alle organizzazioni di prevenire le frodi, prevedere il comportamento dei clienti, monitorare il loro grado di soddisfazione e altro ancora.

“Il settore BFSI si trova oggi a dover affrontare una serie di sfide: dai nuovi concorrenti, alle maggiori aspettative dei consumatori, dalla gestione delle crescenti esigenze normative, alla lotta contro attività criminali sempre più complesse. Tutto ciò mette il settore sotto forte pressione per offrire prodotti e servizi eccezionali”, dichiara Sam Mahalingam, Chief Technology Officer di Altair. “I risultati di questa indagine sottolineano quanto rapidamente e ampiamente la tecnologia digital twin sia diventata uno strumento fondamentale per aiutare le organizzazioni di servizi finanziari a combattere queste sfide e a prepararsi per il futuro”.

La ricerca Altair: gli altri risultati chiave

Dopo aver analizzato i principali risultati della ricerca Altair sull’adozione del Digital Twin nel settore BFSI, ecco gli ulteriori fattori che emergono:

La sostenibilità è il principale vantaggio

  • Il 93% degli intervistati del settore BFSI la cui organizzazione utilizza attualmente questa tecnologia dichiara che li aiuta a creare prodotti e processi finanziari più sostenibili – la terza percentuale più alta tra gli altri settori dell’indagine complessiva (dopo l’elettronica di consumo e i settori dell’architettura, dell’ingegneria e delle costruzioni). Questo dato è coerente con il progressivo aumento dell’interesse dei consumatori per prodotti e servizi bancari più ecologici, che promuovono pratiche e investimenti sostenibili.
  • L’83% degli intervistati BFSI dichiara che la propria organizzazione sta utilizzando, o intende utilizzare, il Digital Twin per raggiungere i propri obiettivi di sostenibilità: il 56% delle organizzazioni intervistate che sta attualmente utilizzando la tecnologia.

Digital Twin: adozione molto diffusa

  • Il 71% degli intervistati BFSI dichiara che le proprie organizzazioni utilizzano già la tecnologia Digital Twin (dietro solo al settore automotive e quello dell’heavy machinery).
  • Gli intervistati del settore BFSI sono stati quelli più propensi a dichiarare di essere “altamente informati sulla tecnologia Digital Twin”, con il 64%, 14 punti oltre la media generale del sondaggio (50%).
  • Il 97% degli intervistati BFSI che hanno dichiarato che la loro organizzazione utilizza attualmente la tecnologia Digital Twin ritiene che la tecnologia sia “importante” per la loro organizzazione, e il 71% di questi intervistati dichiara che il Digital Twin è “molto importante” per la loro organizzazione – a pari merito con il valore più alto del sondaggio e otto punti in più rispetto alla media generale (63%).

Personalizzazione, monitoraggio in tempo reale e sicurezza, le caratteristiche principali

  • Gli intervistati BFSI sono stati i più propensi ad affermare che la tecnologia Digital Twin ha avuto il maggiore impatto positivo sulla “personalizzazione di prodotti e servizi” (32%).
  • I dati confermano anche l’enfasi del settore sull’utilizzo del Digital Twin per il “monitoraggio e il controllo in tempo reale” (38%) e per “l’efficienza e la sicurezza” (33%), fattori importanti se legati all’analisi predittiva del comportamento dei clienti.
  • Rispetto agli altri 11 settori intervistati, il settore BFSI è molto più propenso a utilizzare la tecnologia Digital Twin per la modellazione comportamentale (50% contro il 30% della media dell’indagine).

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Pierluigi Sandonnini
Pierluigi Sandonnini

Ho una formazione ibrida, tecnologica e umanistica. Nuove tecnologie I&CT e trasformazione digitale sono i miei principali campi di interesse. Ho iniziato a lavorare nella carta stampata, mi sono fatto le ossa al Corriere delle Telecomunicazioni negli anni a cavallo del Duemila. Collaboro con Digital360 dal 2020

Articoli correlati

Articolo 1 di 4