Criptovalute: bolla o rivoluzione? A Milano l'evento sul tema del momento | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Criptovalute: bolla o rivoluzione? A Milano l’evento sul tema del momento

18 Gen 2018

Quotazioni sempre più instabili, norme restrittive in arrivo: il bitcoin (e non solo) è ormai cronaca quotidiana. Il 31 gennaio a Cariplo Factory esperti e startupper ne discutono in un incontro promosso da growITup: “Cryptocurrencies: A bubble or here to stay?”. Ecco l’agenda: ci sarà anche EconomyUp. Registrati subito

Le criptomonete non sono solo Bitcoin: ne esistono circa 1200, tra cui, solo per citare le più note, Ethereum, Ripple, IOTA, Nem. Queste innovative valute paritarie, decentralizzate e digitali, la cui implementazione si basa sui principi della crittografia per convalidare le transazioni e la generazione di moneta, rappresentano un mercato in forte espansione che sta registrando la più alta crescita al mondo, ma anche quella più instabile e controversa come dimostrano i ribassi degli ultimi giorni spiegati con diversi progetti di interventi normativi sul bitcoin in Europa e in Cina 

A seconda dell’interlocutore, le criptovalute sembrano essere il futuro dei pagamenti o una bolla finanziaria speculativa e legata alla moda del momento. Analogo discorso può valere per le ICO, le offerte iniziali di moneta, sistema di raccolta fondi basato sulle criptovalute in base al quale le aziende puntano a ottenere liquidità tramite l’emissione di una propria moneta digitale: nel 2017 hanno permesso la raccolta di 3 miliardi di dollari a 270 startup.

Come raccogliere 36 milioni in 30 secondi, senza quotarsi e senza venture capital

In uno scenario in cui la Cina e altre nazioni stanno vietando le ICO, mentre la Russia intende normarle, si dibatte se le criptovalute porteranno alla creazione di valore all’interno dell’ecosistema o ad una maggiore insicurezza nei servizi finanziari.

Per rispondere a questi e altri interrogativi mercoledì 31 gennaio si tiene a Cariplo Factory, “Cryptocurrencies: A bubble or here to stay?”. A partire dalle 18.00, in via Bergognone 34 a Milano, alcuni dei protagonisti dello scenario delle criptovalute spiegheranno cosa sta cambiando sui mercati finanziari ed economici con l’avvento di questo nuovo attore “figlio” della trasformazione digitale.

CLICCA QUI PER  PARTECIPARE GRATUITAMENTE ALL’EVENTO

In particolare si rifletterà su cosa sta cambiando con la Blockchain, nuova infrastruttura tecnologica in grado di superare intermediari e garanti, e saranno approfondite le questioni relative alle Cryptocurrencies: ambiti di applicazione, rischi e opportunità offerte dal mercato. A farlo sarà un panel di esperti e di imprenditori pionieri in questo campo:

  • Enrico Noseda, Partner di growITup, la piattaforma per scale up (le “sorelle maggiori” delle startup) con un fondo di venture capital di 100 milioni di euro. growITup  è un’iniziativa di Cariplo Factory nata in collaborazione con Microsoft e Fondazione Cariplo, con l’obiettivo di sostenere la crescita delle giovani realtà innovative del nostro Paese. Per raggiungere lo scopo, fa leva su un network aperto e collaborativo di imprenditori, venture capitalist, incubatori, acceleratori di impresa e business school, e mette a disposizione strumenti tecnologici, competenze di formazione del network di professionisti e formazione, sia attraverso canali fisici che virtuali, sostenendo da un lato la crescita delle startup, e dall’altro accelerando la trasformazione digitale delle aziende.
  • Raffaele Mauro, Managing Director di Endeavor Italia, organizzazione internazionale a supporto delle imprese ad alto potenziale, e autore del libro Hacking Finance, la rivoluzione del Bitcoin e della Blockchain. Attivo da 20 anni, con sede a New York, Endeavor  opera in 25 Paesi per aiutare le imprese ad accedere a capitale, talento e mercato.
  • Vincenzo di Nicola, Founder di Conio, il portafoglio virtuale per acquistare Bitcoin, monitorarli, depositarli o usarli per pagare la cena. Ingegnere abruzzese per un decennio cittadino della Silicon Valley con incarichi in Yahoo e Microsoft, Di Nicola nel 2013 aveva realizzato una clamorosa exit vendendo ad Amazon GoPago, l’azienda che aveva fondato con l’amico Leo Rocco. Dopodiché si è lanciato nel campo delle valute digitali.
  • Giancarlo Russo, Founder & CEO di Neutrino, il lab di cybersecurity che fornisce analytics e data intelligence su bitcoin e le altre principali cryptovalute.
  • Simone Maggi, Co-founder di Lanieri, l’e-commerce italiano che vende abiti di sartoria su misura e la prima azienda innovativa del settore a consentire pagamenti in valuta virtuale.
  • Francesco Nazarri Fusetti e Domenico Gravagno Co-founder di AidCoin, la criptomoneta lanciata da Charitystars dedicata alla beneficenza e al settore no profit che ha raccolto in pochi giorni 4 milioni di dollari tramite ICO.

Modera Giovanni Iozzia, Chief Editor di EconomyUpGruppo Digital360.

L’evento sarà introdotto da Enrico Noseda, che innanzitutto spiegherà cos’è growITup. Seguirà l’intervento di Raffaele Mauro, MD di Endeavor. Conio, Neutrino, Lanieri e Aidcoin saranno invitati a raccontare le proprie esperienze, dopodché tutti gli speaker parteciperanno al panel dal tema tema: “Rischi, opportunità e futuro delle cryptocurrencies”. Al termine è previsto un aperitivo di networking.

L’evento sarà ripreso in live streaming sulla pagina Facebook di growITup. È possibile restare aggiornati sull’evento a questo link: growITup!

  • 62 Share

Articoli correlati