Altieri (IBM) «Grazie al digitale le aziende creeranno prodotti su misura del cliente» | Economyup

EY CAPRI / VIDEO

Altieri (IBM) «Grazie al digitale le aziende creeranno prodotti su misura del cliente»



Il direttore marketing e comunicazione di IBM Italia spiega come il Martech (marketing+tecnologia) permetterà di migliorare la relazione con i loro clienti. Privacy a rischio? «No, si tratta solo di fare un utilizzo più efficace di dati che si hanno già» dice

05 Ott 2017


La trasformazione digitale porta con sé anche nuovi paradigmi. Uno di questi è il Martech (termine nato dalla fusione tra marketing e tecnologia) che non rappresenta nient’altro che il sostegno delle nuove tecnologie allo sviluppo del marketing. A spiegare quali sono gli effetti di questo modello innovativo sul business delle aziende ha provato a spiegarlo Luca Altieri, direttore Marketing e Comuniczione di Ibm Italia, in una video intervista al direttore di EconomyUp Giovanni Iozzia durante l’EYCapri Digital Summit 2017.


«La tecnologia, sempre più pervasiva – spiega Altieri – sta cambiando le nostre vite e anche il modo di fare marketing. L’obiettivo del marketing, si sa, è incrementare le revenue attraverso le opportunità derivanti dalle attività commerciali. Qui è fondamentale la conoscenza del cliente, capire le sue esigenze per soddisfarle e per anticiparle. La tecnologia aiuta innanzitutto a profilare bene un cliente, e capire, sulla base di quello che acquista oggi, come si comporterà in futuro. Inoltre la tecnologia ci permette di agire anche sulle offerte, che diventano sempre più personalizzate».

WHITEPAPER
CX: perchè l'intelligenza emotiva è importante per fidelizzare i clienti?
Marketing
Inbound

Con l’avvento della tecnologia anche nel campo del marketing, però, dovremmo aspettarci una maggiore invasione nella nostra privacy? «Non parlerei di invasione – spiega Altieru – ma di un migliore utilizzo dei dati, che possono essere a disposizione delle aziende. L’utilizzo di sistemi come l’intelligenza aumentata, ad esempio, permetteranno di analizzare questi dati in maniera sempre più precisa e dettagliata».