Fila, anche per fare le matite serve il digitale | Economyup

Fila, anche per fare le matite serve il digitale



Si può fare impresa con un prodotto fisico, ma non di certo senza Internet. L’imprenditore-business angel commenta l’intervista a EconomyUp dell’amministratore delegato dell’azienda. Che aveva detto: «Non puntare sul digitale è stata una scelta precisa»

di Marco Bicocchi Pichi

09 Dic 2014


Marco Bicocchi Pichi, business angel dell'anno
Altro che iPad! Facciamo affari con le matite colorate: è il titolo dell’intervista a Massimo Candela, amministratore delegato di FILA, pubblicata a inizio dicembre da EconomyUp. La Fila nel 2014 chiuderà il migliore anno della sua storia. E il suo leader in qualche modo rivendica comve vincente la scelta di non aver puntato sul digitale, mantenendo il focus sulla propria tradizione. Non parla, Candela, nell’intervista delle scelte organizzative e gestionale dell’azienda. Ma le sue parole hanno provocato diversi commenti da parte di chi ha intravvisto una contrapposizione fra analogico e digitale. Pubblichiamo su questo tema l’intervento di Marco Biocchi Pichi, imprenditore e business angel. 

FILA, un’impresa Italiana di successo che ha puntato su di un prodotto fisico con ragione, perchè non tutto è meglio digitale, la manualità non è solo quella del touch-screen.

Ma c’è un ma. Perché contrapporre il prodotto “analogico” a quello “digitale” e non parlare del ruolo del digitale nei processi? Non credo a un’impresa moderna che non inserisce il digitale nei suoi processi di sviluppo, produzione, distribuzione, comunicazione e post-vendita oltre che naturalmente di finanza e controllo. Titolo ad effetto, semplificazione per l’articolo, o davvero questo è tutto il pensiero dell’imprenditore?

Attenzione alla contrapposizione tra digitale e non-digitale: dopo la bolla finanziaria del 2000 l’Italia ha perso produttività e competitività perchè ha voltato le spalle ad Internet nei processi produttivi.

Vorrei vedere una seconda puntata in cui si parla di come Internet e le tecnologie digitali lavorano al servizio di un’impresa del Made in Italy che fa prodotti fisici come le matite colorate ed i colori per gli artisti.

Se il messaggio è non serve un prodotto digitale per avere una impresa che viaggia al tempo di Internet bene, ma se è non serve Internet per essere di successo nel 2014 allora non sono d’accordo (e chi pensa diverso presto avrà brutte sorprese perchè brand e tecnologia di prodotto non basteranno).

Marco Bicocchi Pichi

Managing Director di Management3 strategy consulting, è Business Angel and Startup Entrepreneur. Siede nel board di Nextome and Condomani. È stato presidente di Italia Startup dal 2015 al giugno 2018.