Automotive, Apple accelera sulla guida automatica | Economyup

Automotive, Apple accelera sulla guida automatica



Il colosso di Cupertino ha aumentato la flotta portando da 3 a 27 le vetture registrate per i test sulle strade della California. Un incremento nato dalla necessità di non restare indietro rispetto a progressi di Waymo, la società lanciata da Google che si occupa della self-driving car

02 Feb 2018


Se Google conta su Fca per lanciare i propri taxi a guida autonoma, gli altri colossi della Silicon Valley non stanno certo a guardare. A cominciare da Apple, che ha ampliato del 900% la propria flotta di auto a guida automatica (che fanno parte del progetto chiamato in codice Titan) acquisendo 24 Lexus RX450h e portando così da 3 a 27 le vetture che la Mela ha registrato per i test sulle strade della California. Un incremento che, secondo Bloomberg, è stato in un certo senso una necessità per non restare troppo indietro rispetto ai progressi di Waymo, la società di Alphabet (la holding a cui fa capo Google) che si occupa della self-driving car.

Automotive, contrordine da Apple: “Non costruiremo driverless car”

Secondo la stampa specializzata nelle notizie di casa Apple, Cupertino ha abbandonato da diverso tempo l’ambizione di costruire da zero una propria auto a guida autonoma, concentrandosi invece sui sistemi di guida e, soprattutto, sulla parte software: un intento confermato dallo stesso Ceo di Apple, Tim Cook, il quale lo scorso anno aveva spiegato che il focus dell’azienda è quello sui sistemi autonomi più che sull’idea di far brillare il logo della Mela sul cofano di un’auto.

Auto senza conducente, Apple Car verso i primi test

Ora, con l’ampliamento della flotta, Apple sembra aver dato un’accelerata al proprio programma di ricerca: con l’incremento del parco auto, molte delle nuove Lexus sono state viste circolare sulle strade californiane, con una serie di sensori e di antenne montati sulla capote.

Concetta Desando

Due menzioni speciali al premio di giornalismo M.G. Cutuli, vincitrice del Premio Giuseppe Sciacca 2009, collaboro con testate nazionali.