Pazzini (Lovli.it): «Ecco perché sono tornato in Italia per fare startup»

Il founder della piattaforma ecommerce di design made in Italy ha lasciato una carriera internazionale per ritornare nel nostro Paese da imprenditore. E ha creato una startup che definisce talent store: «Il nostro obiettivo è attirare i talenti italiani dispersi nel mondo»

Pubblicato il 11 Mag 2016

pazzini-play-160502122734

Quella di Tiziano Pazzini è una storia controcorrente: se molti startupper sognano la California e hanno il mito della Silicon Valley, lui ha lasciato una carriera internazionale per tornare in Italia e fondare Lovli.it, piattaforma che unisce l’ecommerce alla creatività del design italiano. «Non serve fare la valigia, si può fare impresa anche nel nostro Paese e si può fare business anche molto bene. Ciò che conta è avere una visione internazionale” dice. Fondata nel 2012, Lovli.it ha un fatturato che ha superato le aspettative e si definisce un talent store, un punto di incontro dei talenti italiani in giro per il mondo. GUARDA IL VIDEO

EconomyUpTv - Intervista a Tiziano Pazzini (Lovli.it)

EconomyUpTv - Intervista a Tiziano Pazzini (Lovli.it)

Guarda questo video su YouTube

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 4