Marco Nespolo (Ceo Cerved): cogliamo le opportunità delle data-driven economy | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LA VIDEOINTERVISTA

Marco Nespolo (Ceo Cerved): cogliamo le opportunità delle data-driven economy



Il numero uno del Gruppo Cerved presenta CervedNext, il summit in programma a Milano giovedì 5 luglio. “I dati sono una grande occasione di innovazione”, dice. “Noi siamo già una data-driven company ma adesso questa cultura deve diffondersi in tutto il sistema”. “Vogliamo far diventare questo evento un appuntamento annuale”

di Giovanni Iozzia

29 Giu 2018


Marco Nespolo, amministratore delegato di Cerved Group

Giovedì 5 luglio è in programma a Milano Cerved Next, il primo appuntamento italiano dedicato alla data-driven economy, alla nuova economia basata sull’innovazione possibile grazie alla sempre maggiore quantità di dati a disposizione delle imprese.

L’evento è promosso e organizzato dal Gruppo Cerved, che sui dati fonda già il suo business: il gruppo infatti assiste 30mila imprese, pubbliche amministrazioni, istituzioni finanziarie nella gestione di opportunità e rischi delle relazioni commerciali ma anche nelle strategie di marketing e nella gestione dei crediti. E lo fa lavorando in maniera sempre più sofisticata sui dati.

Qui puoi registrarti a Cerved Next: una giornata di incontri, workshop e networking con speaker internazionali per approfondire l’impatto sul business di una attenta gestione dei dati, sia nei processi interni sia nella relazione con i clienti

Abbiamo chiesto a Marco Nespolo, amministratore delegato di Cerved, di parlarci della data-driven economy, delle opportunità che offre alle imprese e sullo stato di innovazione delle aziende italiane su questo fronte.

 

Giovanni Iozzia

Ho studiato sociologia ma da sempre faccio il giornalista e seguo la tecnologia . Sono stato direttore di Capital, vicedirettore di Chi e condirettore di PanoramaEconomy.