Travel, 1,2 milioni per Marinanow la startup dei noleggi di barche online | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

STARTUPBUSINESS

Travel, 1,2 milioni per Marinanow la startup dei noleggi di barche online

02 Ago 2017

La società fondata da Alessandro Sestini, Paolo Codina e Andrea Corvaglia, ha raccolto la cifra totale in parte con prestiti convertibili per 700mila euro e in parte con un nuovo aumento di capitale per ulteriori 500mila euro

Un milione e duecento mila euro. È la cifra che ha raccolto Marinanow, startup che ha sviluppato una piattaforma online per il noleggio di posti barca e barche in tutto il Mediterraneo, grazie alla chiusura di due aumenti di capitale. La società fondata da Arzachena (OT) da Alessandro Sestini, Paolo Codina e Andrea Corvaglia, ha raccolto la cifra totale in parte con prestiti convertibili per 700mila euro e in parte con un nuovo aumento di capitale per ulteriori 500mila euro.

Ma cosa fa Marinanow? Attualmente la piattaforma consente la verifica della disponibilità di un posto barca e la comparazione dei prezzi direttamente da pc, tablet e smartphone su circa 1300 marine (di cui 500 ufficialmente affiliate). Consente inoltre la ricerca e il noleggio in pochi clic di una imbarcazione tra oltre 9000 ormeggiate in tutto il Mediterraneo, con una vasta scelta di barche a vela, barche a motore, catamarani e gommoni, con o senza equipaggio.

Durante la ricerca di un posto barca o di una barca, infine, è possibile scoprire tutti i servizi e le attività commerciali utili disponibili nei pressi del porto: dai meccanici ai negozi di vela, dai supermercati alle lavanderie fino ai ristoranti e ai centri estetici, uffici turistici, centri per escursioni, diving e attività sportive.

«La nuova iniezione di capitale servirà a sviluppare ulteriormente Marinanow con un particolare focus verso la piattaforma Saas rivolta ai clienti business e a consolidare il mercato del Mediterraneo su cui siamo già presenti con quasi 500 marine delle 1300 totali e 9000 tra imbarcazioni a vela e a motore – ha commentato Alessandro Sestini, CEO e cofounder di Marinanow – Nel 2016 abbiamo gestito oltre 10.000 richieste totali in piattaforma e questo è un segnale forte che ci spinge a investire ulteriormente nell’automazione dei processi di booking e negli investimenti in marketing, sales e promozione per questa stagione 2017».

Continua a leggere su StartupBusiness

Articoli correlati