Startup e imprese innovative, dal Trentino un bando da 2,9 milioni | Economyup

FINANZIAMENTI

Startup e imprese innovative, dal Trentino un bando da 2,9 milioni



Scadono il 31 ottobre le candidature per la quarta edizione di Seed Money di Trentino Sviluppo, co-finanziato dalla Provincia autonoma di Trento e da un fondo europeo. Il contest è rivolto a iniziative imprenditori locali in ambito meccatronica, energia e ambiente, qualità della vita e agrifood. Ecco come partecipare

16 Ago 2017


Sono in palio complessivamente 2,9 milioni di euro per iniziative imprenditoriali in settori innovativi o ad alta tecnologia grazie alla quarta edizione del Bando Seed Money, fondo co-finanziato dalla Provincia autonoma di Trento e dall’Europa . Chi sta cercando finanziamenti per la propria startup può consultare il bando Seed Money di Trentino Sviluppo, dedicato soprattutto a imprese specializzate in meccatronica, energia e ambiente, qualità della vita e agrifood. Per candidarsi c’è tempo fino al 31 ottobre 2017.

Il contest si rivolge a soggetti, persone fisiche o giuridiche, che intendano avviare iniziative imprenditoriali in Trentino con l’obiettivo di sviluppare prototipi di prodotto, servizio o processo. Le persone giuridiche non devono essere state costituite prima dei 24 mesi antecedenti la pubblicazione dell’avviso (online dallo scorso primo luglio), mentre le persone fisiche dovranno costituire l’impresa o aprire una sede operativa entro 30 giorni dalla concessione del contributo.

Scarica le slide riassuntive

WHITEPAPER
Cosa vuol dire investire in Startup? 10 cosa da sapere
Startup

Maggiori dettagli sul bando a questo LINK

Il finanziamento complessivo che verrà erogato grazie a fondi statali, provinciali e del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESSR), ammonta a 2,9 milioni di euro, divisi in due tranche. La prima tranche, 2,1 milioni di euro, sarà spartita tra una trentina di beneficiari per l’avvio delle imprese e lo sviluppo dei prodotti. I restanti 800mila euro verranno suddivisi fra gli otto o più beneficiari che saranno arrivati alla fase due e serviranno per l’ingegnerizzazione del prototipo e la messa in commercio. La fase due è subordinata all’investimento nel progetto di impresa da parte di un investitore terzo e viene attuato con lo strumento del Matching Fund, meccanismo di finanziamento congiunto privato-pubblico in cui il contributo pubblico è pari all’ammontare di un finanziamento privato (25.000 euro).

Come si legge in questo articolo su StartupBusiness, dal 2009 a oggi Trentino Sviluppo ha iniettato sul territorio quasi dieci milioni di euro, sostenendo un centinaio di iniziative, un’ottantina delle quali sono ancora attive, a testimonianza di un ecosistema dell’innovazione locale fertile e portato alla crescita. Questo ecosistema è stato anche capace di attirare nel capoluogo alcuni importanti centri di ricerca come quelli della Fondazione Bruno Kessler e il nodo italiano di EIT Digital , organizzazione finanziata dall’Unione Europea con lo scopo di accelerare la trasformazione digitale sul continente.