Sportboom: "Facciamo business con la passione sportiva degli italiani" | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

start up

Sportboom: “Facciamo business con la passione sportiva degli italiani”

12 Set 2013

Tra le finaliste di TechCrunch Italy, è una piattaforma su cui acquistare lo sport preferito, scegliendo tra più di 400 offerte per oltre 100 sport diversi e 200 strutture sportive in tutta Italia. “Oggi vendiamo ticket per 2-3mila euro a settimana, vogliamo arrivare a mille euro al giorno”

Il team di Sportboom
“Nelle start up vincenti l’idea conta 1, il team conta 99. Per fare impresa un buon progetto non basta, fare bene le cose con le persone giuste: questo fa la differenza”. Parola di Alessandro Braga (28 anni), fondatore di Sportboom, una delle startup finaliste al TechCrunch Italy, l’evento che si ti terrà a Roma il 26 e il 27 settembre e che vedrà sfidarsi a colpi di pitch le otto neo-imprese selezionate.

Sportboom è il primo servizio online per cercare e acquistare le migliori offerte legate al mondo dello sport. Su un’unica piattaforma, è possibile cercare, scegliere e acquistare l’attività sportiva preferita, scegliendo tra più di 400 offerte per oltre 100 sport diversi e 200 strutture sportive su tutto il territorio italiano. “Perché abbiamo scelto lo sport? Facile: in Italia lo sport fa ancora business. Nonostante la crisi, gli italiani difficilmente rinunciano alle attività sportive” spiega Alessandro. Da qui il primo passo verso la creazione di un’impresa: l’idea. “Abbiamo creato una grande banca dati di centri sportivi in Italia, con oltre 20.000 strutture censite per offrire a tutti gli amanti dello sport un sito di riferimento e opportunità per creare momenti di aggregazione con i propri amici, in modo sano e positivo come è tipico del mondo sportivo”. Con pochi click, è possibile trovare su Sportboom.it l’attività sportiva preferita e acquistarla, coinvolgendo anche i propri amici: c’è solo l’imbarazzo della scelta, dall’equitazione al diving, dal volo in parapendio allo discesa in rafting, dal tennis a una corsa in go-kart fino ad attività ‘più tranquille’ come yoga o danza del ventre. Chiunque sia alla ricerca di un’esperienza sportiva di qualità può trovare abbonamenti, pacchetti e attività a prezzi scontati in tutta Italia. Non solo. “Abbiamo creato una piattaforma social: una volta trovata una promozione di tuo interesse, puoi invitare i tuoi amici via Facebook per formare un gruppo e andare tutti insieme”.

Insomma, sport sì ma in compagnia. Perché proprio in compagnia è nata l’idea di creare questa start up. Sportboom.it nasce a fine 2010 dall’idea di Alessandro Braga, Leone Hassan (30 anni) e Michele Norsa (30 anni), tre giovani di Milano legati da una lunga amicizia e passione per lo sport.Durante una vacanza, i ragazzi discutono di come sarebbe bello potere passare più tempo insieme e da lì nasce l’idea di coniugare una loro esigenza con quella comune a tante altre persone: creare un sistema in grado di aiutare a trovare e organizzare attività da fare con gli amici nel tempo libero. Complice la loro passione per lo sport, immediatamente decidono di legare la loro idea a questo mondo, capace di divertire, coinvolgere e regalare grandi e sane emozioni.

A credere in loro, come spesso succede, sono parenti e amici dei tre ragazzi che li supportano in questa nuova avventura. In particolare, l’aiuto arriva dalla società Lecland S.r.l. che decide di investire nel progetto e di supportare l’imprenditoria giovanile. Manca un ultimo tassello a Sportboom.it ed è quello di migliorare ulteriormente l’infrastruttura tecnologica alla base della piattaforma. Tutto questo è resto possibile dall’ingresso a inizio 2013, di nuovi soci al team di Sportboom.it: i 3 giovani ingegneri informatici under-30 Marco Cavone, Raffaele Bisogno e Tommaso De Pace già fondatori della start-up Wise Emotions, specializzata nello sviluppo di applicazioni mobile e Facebook. L’ingresso di Marco, Raffaele e Tommaso segna un’ulteriore virata per Sportboom.it, in un’ottica di sviluppo e miglioramento della piattaforma dal punto di vista tecnologico. L’unione tra Sportboom.it e Wise Emotions risulta strategica per entrambe le start-up che decidono di ‘unire le forze’ per lavorare insieme in maniera sinergica, mettendo insieme da un lato competenza strategica e dall’altro sviluppo tecnologico. “Oggi Sportboom.it è lo strumento di e-commerce ideale per ogni struttura sportiva che desidera sfruttare le potenzialità del web e dell’e-commerce, attraverso la veicolazione di informazioni puntuali e aggiornate sulle proprie attività, sui servizi offerti e sulle promozioni legate a corsi, attività e lezioni” continua Alessandro. “Attualmente vendiamo ticket per 2-3mila euro a settimana, l’obiettivo futuro è vendere ticket per mille euro al giorno”. E chissà che il punto di partenza per realizzare l’obiettivo non sia proprio il TechCrunch Italy.

di Concetta Desando

Articoli correlati