Speed Mi Up, al via il bando per far crescere 30 startup | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Opportunità

Speed Mi Up, al via il bando per far crescere 30 startup

15 Ott 2014

Altri argomenti

C’è tempo fino al 21 novembre per partecipare al nuovo bando finalizzato a inserire nell’incubatore d’impresa fino a un massimo di 30 soggetti tra aspiranti imprenditori e startup nate da meno di venti mesi, per stimolare la nascita di nuove imprese nel territorio milanese

E’ online il bando Speed MI Up – nuove imprese e professioni promosso dalla Camera di Commercio di Milano e dal Comune di Milano per favorire la nascita di nuove imprese nel territorio milanese, stimolare il lavoro autonomo e l’auto-occupazione. La quarta edizione è finalizzata a selezionare fino ad un massimo di 30 soggetti tra aspiranti imprenditori o startup nate da meno di venti mesi, freelance e professionisti under 35.

Da gennaio 2013 il Consorzio Speed MI Up ha ricevuto 400 idee di business, in larga maggioranza da startup (80%). Di queste, il 29% ha presentato un business plan completo ed è stato sottoposto a valutazione per l’ammissione al bando. Ad oggi, in Speed MI Up, sono presenti 16 soggetti, 12 startup e 4 professionisti, alcuni dei quali hanno già ricevuto finanziamenti da un investitore estero, altri dalla Regione Lombardia o sono in trattativa per l’ingresso di business angel e investitori privati.

Il bando mette a disposizione di aspiranti imprenditori gli strumenti necessari per avviare con successo l’attività imprenditoriale, rafforzare la propria attività autonoma e trovare nuovi spazi di collaborazione reciproca. Le idee vincenti accedono a numerosi servizi a valore aggiunto, quali: consulenza legale da parte della Faculty Bocconi, servizio stage e placement dal Career Service Bocconi, accesso alla piattaforma di Cooperative Social Networking, disponibilità di una delle più grandi biblioteche europee di economia e management e di 80 banche dati online, iniziative di networking one-to-one e collettive (chiamate SpeedLunch) per incontrare gli investitori e strumenti informatici come la connessione a Internet a banda larga.

Tra le novità di questa edizione, i servizi offerti dai partner di Speed MI Up come PwC (consulenza su temi fiscali e legali), Armando Testa (comunicazione e media planning), Aruba (cloud computing).

Per partecipare alla selezione è necessario collegarsi al sito e caricare la domanda online in formato video. Dopo aver ricevuto l’approvazione, si partecipa a un videocorso online di 12 ore per la corretta stesura del business plan.

A differenze di altri incubatori, Speed MI Up non entra nel capitale della startup preservandone nel tempo il valore e la libertà imprenditoriale.

C’è tempo fino al 21 novembre.

Altri argomenti

Concetta Desando
Giornalista

Due menzioni speciali al premio di giornalismo M.G. Cutuli, vincitrice del Premio Giuseppe Sciacca 2009, collaboro con testate nazionali. Per EconomyUp mi occupo di startup, innovazione digitale, social network

Articoli correlati