LVenture Group, aumento di capitale a metà maggio | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

LVenture Group, aumento di capitale a metà maggio

06 Mag 2014

Il cda della società di venture capital finanziatrice di Luiss Enlabs si riunirà a breve per decidere un aumento da 4,9 milioni di euro. Obiettivo: aumentare le startup coltivate e ampliare gli spazi a Termini. L’esercizio 2013 chiude con 835 milioni di perdite, dimezzate rispetto al 2012

Luigi Capello
Si avvicina l’annunciato aumento di capitale per LVenture Group, società di venture capital nata a dicembre 2012 per investire in startup digitali e finanziatrice di Luiss Enlabs, l’acceleratore aperto l’anno scorso negli open space di Stazione Termini da Luigi Capello in collaborazione con l’Università di Confindustria.

A metà maggio, in data ancora da definirsi, il consiglio di amministrazione di LVenture Group si riunirà per decidere un aumento di capitale a pagamento per un importo massimo pari a 4.990.000 euro. Aumento che probabilmente partirà subito dopo il via libera del cda.

Sono tappe obbligate che tradizionalmente contraddistinguono società come LVenture Group, holding di partecipazioni quotata sull’Mta gestito da Borsa Italiana, attiva nel settore del Venture Capital con prospettiva internazionale.

In una tappa precedente, a fine marzo, la holding aveva deliberato l’assemblea straordinaria degli azionisti per il 30 aprile. Così è stato:  in quella data l’assemblea degli azionisti ha formalmente approvato il bilancio d’esercizio al 31 dicembre 2013 e la proposta di un aumento di capitale. E ha inoltre conferito al consiglio di amministrazione la delega ad aumentare ulteriormente il capitale sociale, a pagamento, per un importo massimo di Euro 4.990.000 da eseguirsi in una o più tranche, entro cinque anni dalla data della deliberazione.

Uno degli open space di Luiss Enlabs nella sede di Roma Termini

I capitali freschi, ha spiegato anche in passato la società, servono per continuare a coltivare le aziende appena nate: LVenture Group conta di triplicare il numero della realtà imprenditoriali su cui puntare entro i prossimi 3 anni – dalle attuali 21 fino a toccare quota 59 –  e contestualmente di ampliare gli spazi fisici di Luiss Enlabs a Roma.

L’esercizio chiuso al 31 dicembre 2013, come è emerso dall’assemblea del 30 aprile,  ha evidenziato una perdita di 835.725,25 euro.  Perdita comunque dimezzata rispetto al  31 dicembre 2012, quando ammontava a 1.525.282,00 euro. Questo perché LVenture parte da un bilancio negativo, essendo nata rilevando un’azienda in perdita (ma quotata alla Borsa di Milano).

L’Assemblea ha altresì approvato la proposta di modifica dello Statuto, il raggruppamento delle azioni LVenture Group S.p.A. nel rapporto di n.1 nuova azione ogni n.10 possedute, la Relazione sulla Remunerazione e il Regolamento Assembleare.

Articoli correlati